Home » Eventi »Recensioni » Sogni d’immondizia (Garbage Dreams):

Sogni d’immondizia (Garbage Dreams)

giugno 4, 2010 Eventi, Recensioni

Courtesy of Flickr23 milioni di abitanti. 3000 tonnellate di rifiuti giornalieri. L’80% di questi riciclati e ritrasformati in materie prime. Sembra un’idea platonica invece è ciò che accadeva fino a pochi anni fa a Il Cairo, caotica e sovrappopolata capitale dell’Egitto grazie all’opera degli zabbaleen, 60.000 poverissimi che del quartiere-ghetto in cui vivono hanno fatto la più grande discarica a cielo aperto del mondo e la loro principale fonte di reddito.

Questa incredibile storia è stata scelta dalla regista americana Mai Iskander per essere raccontata nel suo lungometraggio d’esordio: un docu-film, Garbage Dreams, che ha richiesto ben 4 anni di lavorazione e che ha seguito da vicino la storia di tre giovani zabbaleen, i loro sogni, le loro speranze e l’infrangersi di queste di fronte alle società straniere di raccolta e riciclaggio dei rifiuti che li hanno privati del loro mezzo di sostentamento.

Presentato al SXSW Film Festival di Austin in Texas il documentario ha vinto il primo premio nella sezione US Documentary Competition, è stato mostrato in più di 30 film festival negli Stati Uniti, ha attirato l’attenzione di Al Gore (che lo ha voluto al suo Nashville Film Festival), è ufficialmente candidato tra i 15 documentari in lizza per l’Oscar 2010 ed è stato proiettato con ottima accoglienza da parte del pubblico, ieri sera, durante la terza giornata del festival Cinemambiente a Torino (in replica questa sera alle 22.00 al Cortile della Farmcia del Museo di Scienze Naturali).

Ignorati dalle classi alte e medie della società egiziana questi uomini, donne e bambini hanno svolto per decenni un compito importantissimo in assenza di un’organizzazione cittadina efficiente per la raccolta dei rifiuti: la città de Il Cairo si è tacitamente affidata a queste persone – per la maggior parte cristiani copti – per la raccolta e il riciclo delle enormi quantità di spazzatura prodotte ogni giorno.

Gli zabbaleen hanno trasformato Mokattam, il loro quartiere di immondizia, in un vero e proprio laboratorio di riciclaggio: ovunque si possono scorgere individui intenti a separare anche il più piccolo pezzetto di materiale organico da quello inorganico, ovvero ciò che è compostabile da ciò che è utile per poter poi essere suddiviso in alluminio, carta, plastica e trasformato in materie seconde pronte per essere stoccate e rivendute, anche all’estero. Sveglia all’alba, camion vetusti, mani nude, granulatori per plastica, macine, compattatori per carta e cartone, sono gli strumenti del mestiere di questa enorme massa di disperati che vede nel proprio lavoro la manifestazione della volontà di Dio. “Essere uno zabballen è scritto nel nostro destino”, ripetono i protagonisti. Il guadagno per questa attività è irrisorio, circa 2 dollari al giorno, ma è tutto ciò che queste persone hanno imparato a fare e fanno molto bene.

Riciclare l’80% dei rifiuti è un risultato eccellente, migliore del target previsto e richiesto dall’Unione Europea. Eppure dal 2005 il governo egiziano ha scelto di privatizzare i servizi e ha appaltato la raccolta dei rifiuti per 50 milioni di dollari di contratti annuali a tre società private, due Italiane e una Spagnola. Per contratto queste società sono obbligate a riciclare solo il 20% di quello che raccolgono, lasciando il resto a marcire nelle gigantesche discariche delle periferie.

Garbage Dreams è un caso paradigmatico che dimostra che la modernizzazione non è sempre sinonimo di progresso“, ha dichiarato Al Gore.

L’affidamento della gestione dello smaltimento dell’immondizia agli “stranieri” pare aver comportato infatti un notevole passo indietro da un punto di vista ambientale, oltre che un disastro economico per la comunità Zabbaleen che nel nuovo business non è stata minimamente presa in considerazione.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende