Home » Eventi »Idee » Stop the Fever – la cura sei tu!:

Stop the Fever – la cura sei tu!

marzo 22, 2010 Eventi, Idee

StopTheFever, Courtesy of LegambienteStop the Fever – Effetto Serra: la cura sei tu” è la nuova campagna di Legambiente per combattere le emissioni di CO2 in atmosfera. E già molti volti noti della radio, del cinema e della tv hanno “ci hanno messo la faccia” per sostenerla: da Linus a Sergio Muniz, Stefano Accorsi, Maurizio Costanzo, Paolo Migone, Dino Meneghin e Piero Chiambretti, per citarne alcuni, oltre alle emittenti Radio Deejay e AllMusic.

Piccoli gesti quotidiani per un grande risparmio di anidride carbonica: la rivoluzione del clima inizia nelle nostre case. Da quelle micro azioni a cui non diamo peso – e che invece, sull’inquinamento atmosferico, un peso ce l’hanno, eccome.

L’obiettivo è ambizioso e l’impegno è minimo: ridurre in 10 anni i consumi del 20% e aumentare le fonti rinnovabili di un altrettanto 20% (diminuendo i gas serra di quel 20% che permetterebbe al sistema Mondo di attenuare il surriscaldamento globale). Come? Attraverso azioni concrete di ciascuno di noi, chiamato a riorganizzare la propria giornata secondo scelte di consumo consapevole, mobilità sostenibile, abbattimento degli sprechi.

Detto in parole povere: bicicletta, bus o metro, lampadina a basso voltaggio, risparmio dell’acqua, tanto per iniziare. Oggetti e pratiche “green” che non cambiano la qualità della nostra vita. E che, moltiplicate negli anni e per i milioni di cittadini, possono sortire effetti importanti sulla graduale “purificazione” del nostro ambiente. L’effetto domino si sente, anzi si respira.

Con la campagna “Stop the fever”, Legambiente si fa portatrice di un programma preciso e semplice di sensibilizzazione. Prima di tutto diffondendo dati: i numeri del risparmio, tradotti in chili di CO2, che non vanno a finire nell’atmosfera, se noi non sprechiamo. Poi scandendo la giornata nelle sue parti: a ogni ora c’è un momento giusto per fare “scendere la febbre del Pianeta”.

Prendiamo, ad esempio, il Signor Mario Rossi, dice Legambiente. Si alza, entra in doccia e già si trova di fronte al primo bivio della giornata: in vasca da bagno consumerebbe tra i 150 e i 200 litri d’acqua, sotto il getto del box doccia tra i 25 e i 50. Un bel risparmio, che in un anno ci frutta 20 kg in meno di CO2 nell’aria. Non parliamo poi dei rubinetti che perdono: una goccia ogni 5 secondi fa sprecare in un anno 2 mila litri di H2O.

Continuando con la fiction del signor Mario Rossi, alle prese con il risparmio energetico e una conduzione di vita più “ecosostenibile”, è il momento della colazione. Riciclare 3 vasetti o bottiglie di vetro non è una mania da massaia ossessiva: meno 11 kg di CO2. Mentre il picco più alto del risparmio, non solo in termini di anidride carbonica, ma soprattutto di costi, si ha con i trasporti (nel 2005 responsabili di emissioni per il 30,5% in Italia): con 10 km di bicicletta a settimana meno 90 kg di CO2 e 42 euro di carburante, in un mese 164 euro, 0,13 kg di CO2 ogni km. Usare in ufficio i fogli riciclati rende 13,13 kg di CO2 e 6 kg di carta in meno (e sappiamo quanto gli alberi sono importanti per l’ecosistema ambiente). Anche bere acqua dal rubinetto contribuisce alla causa: risparmio di 24 kg di CO2 l’anno e 11 kg di bottiglie di plastica.

Illuminazione responsabile anche a casa. In cucina e nelle stanze da letto Mario ha diversificato le intensità:  a seconda degli ambienti e del loro uso, se basta una potenza più bassa, è bene scegliere una luce diretta da 15 W per metro quadrato (in camera e in salotto), da 30 W per le stanze che richiedono luce più intensa (le lampadine di casa di Mario sono tutte di classe A). Il nostro protagonista modello è parsimonioso anche nelle piccole cose: non tiene le lampade inutilmente e quando si allontana da una stanza spegne la luce. Quando va a dormire disattiva tutti gli standby degli apparecchi elettronici: risparmia 80 kg di CO2 in un anno e circa 33 euro.

Gli accorgimenti però non sono solo domestici. Facendo attenzione alla corretta pressione dei pneumatici, il risparmio è di 140 kg di CO2. Riutilizzare una borsa della spesa (in tessuto o anche in plastica) priva l’ambiente di 8 kg di inquinante CO2. Riciclando 35.100 tonnellate di imballaggi si evita l’emissione di 343 mila tonnellate di CO2.

Sarà anche una goccia ciò che ognuno di noi può fare. Ma si sa che la goccia che cade crea cerchi concentrici in tutto il lago o, come dicevano i latini, gutta cavat lapidem, la goccia scava la roccia. In America le chiamano comunità intelligenti (“smart grid communities”) quelle realtà che fanno sistema per utilizzare larghe fonti alternative di sviluppo energetico. Alla Germania, che certo non è un paese tra i più assolati d’Europa, va per paradosso la medaglia d’oro della produzione dell’energia solare. In Italia la sensibilità al tema è invece ancora poco sviluppata, e le risposte di governi e privati sono lente a talvolta timide.

Letizia Tortello

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende