Home » Eventi »Smart City » Torino Smart City, la vera missione si chiama efficienza energetica:

Torino Smart City, la vera missione si chiama efficienza energetica

maggio 24, 2012 Eventi, Smart City

Se la strategia Smart City può cambiare il volto della città di Torino, la direzione della green economy, strettamente correlata, può funzionare da acceleratore della ripresa economica. Il settore, infatti, secondo uno studio del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, entro il 2020 può generare un’occupazione di 250.000 addetti nelle energie pulite e 600.000 nel comparto efficienza e riqualificazione energetica, per un mercato globale stimato in 2.200 miliardi di euro.

E la situazione in Piemonte fa ben sperare. I primi risultati del Rapporto “Eco-imprese in Piemonte” – promosso dalla Camera di Commercio di Torino con il supporto operativo del Ceipiemonte – diffusi  in occasione della sessione di apertura di Bioedilizia Italia a Energethica, delineano “un territorio in grado di attrarre investimenti anche nel comparto eco”. Nella regione, le eco-company sono cresciute di 100 unità dal 2009 al 2011: nel 2009 erano circa 1.200, soprattutto nel settore energia, mentre nel 2011 si contavano circa 1.300 eco-imprese diffuse su tutto il territorio, con un fatturato di 2,6 miliardi di euro. Aziende che coprono le diverse province, da Torino (45%) a Cuneo (20%), da Alessandria (9%) a Novara (8%), fino a Biella (6%), Asti (5%), Vercelli (4%) e Verbania (3%). Quasi la metà (49%) sono concentrate nel settore energia, di queste il solare rappresenta il 76%. Le eco-imprese sono soprattutto micro: su un campione di 600 imprese analizzate, il 73% conta meno di 10 impiegati, il 21 % tra gli 11 e i 50, solo il 6% più di 50.

Per una città Smart, insieme a trasporti pubblici, gestione sostenibile dei rifiuti, piste ciclabili, gioca un ruolo importantissimo la qualità degli edifici, che devono essere efficienti, non disperdere calore, consentire il risparmio di energia. Anche la Commissione Europea è consapevole dell’importanza dell’efficienza energetica e circa un anno fa ha messo a punto una proposta di direttiva, ancora in discussione, per assicurarsi che gli obiettivi 20-20-20 vengano tutti raggiunti, considerando anche che le previsioni per il futuro parlano di consumi energetici in aumento. Il gap da recuperare è pari ad almeno 202 Mtep: 1.678 Mtep sono i consumi di energia stimati al 2020, mentre l’obiettivo è fissato a 1.474 Mtep. Al centro della proposta ci sono misure per riqualificare gli edifici pubblici e consentire una riduzione dei consumi per le abitazioni private.

Proprio i cittadini, infatti, sono i nuovi protagonisti della green economy. Secondo Mauro Chianale, presidente di Environment Park, l’ente organizzatore di Bioedilizia Italia, infatti, c’è “un approccio nuovo anche da parte dei cittadini, che tenderanno sempre più al risparmio nei consumi, ad una maggiore attenzione ai materiali costruttivi e a modelli abitativi eco-compatibili. La sostenibilità energetica di un edificio è il fil rouge del complesso sistema di relazioni che alimenta una città sostenibile, una Smart City”. La casa, del resto, sottolinea  l’ideatore di Energethica Edgar Mäder, “è il luogo da cui partono i nuovi comportamenti sostenibili e ne costituisce un nodo essenziale per il risparmio energetico, prima fonte di energia”. E anche al centro dei progetti di ricerca internazionali sull’argomento, racconta Stefano Carosio, Division Manager della società di consulenza D’Appolonia, “ci devono essere l’utilizzatore e l’impatto dei suoi comportamenti. Le persone, infatti, con lo sviluppo delle rinnovabili, saranno sempre più prosumer, cioè produttori e consumatori di energia”.

Sul fronte delle politiche europee, che pure sono importanti per indirizzare gli interventi di riqualificazione, c’è però ancora molto da fare sul fronte del coordinamento. “L’Unione europea – spiega Xavier Marti, responsabile dei programmi di riqualificazione energetica MED e MARIE per la Catalogna  – ha sette fondi diversi per finanziare gli interventi di efficienza energetica, per i quali servirebbe un approccio comune e un maggior coinvolgimento delle Regioni nelle scelte. Inoltre, gli investimenti andrebbero valutati per il ritorno sia economico, sia in termini di efficienza”. Perché, come ormai si ripete spesso, l’energia più sostenibile è quella risparmiata.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

febbraio 24, 2017

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

In Italia oltre la metà del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, circa 500.000 alloggi, è classificato ad elevato consumo energetico (classi E, F e G): per questo motivo le famiglie che vi abitano spendono oltre il 10% del loro reddito per elettricità e gas, a causa della bassa efficienza e di uno dei costi energetici [...]

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

febbraio 23, 2017

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

Just eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, ha dato il via ieri, nella sede istituzionale di Palazzo Marino a Milano, alla prima consegna di Ristorante Solidale, il progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana, l’organismo pastorale della Diocesi di [...]

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

febbraio 23, 2017

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

Tecnologie e progetti innovativi a forte impatto sociale o ambientale. Queste le soluzioni social venture per un’economia sostenibile, presentate in occasione della nona edizione italiana della Global Social Venture Competition (GSVC), premio internazionale ideato dall’Università di Berkeley (Usa) per favorire e sviluppare le idee imprenditoriali destinate a questo settore. L’evento, ospitato presso il Centro Convegni [...]

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

febbraio 23, 2017

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

Bicincittà, il più esteso network di bike sharing italiano (con oltre 110 comuni serviti) aderisce anche quest’anno alla campagna M’Illumino di Meno di Caterpillar-RAI Radio 2, in programma per venerdì 24 febbraio. BicinCittà, per questa edizione, ha  pensato  ad  un’originale  iniziativa  collaterale per sostenere in maniera più efficace la campagna: l’abbonamento sospeso. Così come a Napoli è [...]

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

febbraio 21, 2017

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

L’«alba di una nuova rivoluzione agricola»  è  lo slogan scelto dalla terza edizione di Biogas Italy, l’evento annuale del CIB, Consorzio Italiano Biogas, che si terrà a Roma il prossimo 24 febbraio allo Spazio Nazionale Eventi del Rome Life Hotel. L’evento, promosso in collaborazione con Ecomondo Key Energy, ospiterà gli “Stati Generali del Biogas e [...]

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende