Home » Eventi » Turismo sostenibile, alla BIT l’offerta “green” contro la crisi:

Turismo sostenibile, alla BIT l’offerta “green” contro la crisi

febbraio 18, 2013 Eventi

Quattro italiani su dieci (39%) sarebbero disponibili a pagare dal 10 al 20% in più, se avessero garanzie di un rispetto per l’ambiente, mentre a parità di prezzo il 70% opterebbe per un albergo “green”. Esiste un turismo da riscoprire. Ecologico. Sempre più cittadini decidono di passare il proprio tempo libero nei parchi naturali, nelle aree protette e nei siti archeologici. In occasione della Bit 2013 la Borsa Internazionale del Turismo, è stato presentato nei giorni scorsi, a Milano, il terzo rapporto su “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo” durante il convegno sul tema: “Turismo e sostenibilità contro la crisi”, organizzato dalla Fondazione Univerde. Il panorama è quello di una popolazione sempre più orientata a scegliere soggiorni turistici che non danneggino l’ambiente, con punte del 64% tra i giovani sotto i 34 anni. Ancora: prima di prenotare in una struttura, uno su tre si informa sulla sua sostenibilità e per farlo usa soprattutto internet, a cui ricorre l’89% (rispetto al 78% di un anno fa e al 65% del 2011). Gli italiani sembrano consapevoli dell’importanza di un turismo attento all’ambiente. Secondo il 38%, per lo sviluppo economico di un’area turistica il vincolo alla sostenibilità è una necessità, mentre per il 50% rappresenta un’opportunità di crescita.

Grande richiesta, ma poca offerta. Nelle principali città italiane il turismo ecosostenibile è carente. In una scala da uno a dieci, l’unica città che supera di poco la sufficienza è Firenze (voto 6,3), mentre Napoli (4), Bari (4,1) e Palermo (4,3) si piazzano in fondo alla classifica.

“Il turismo è, per l’Italia, il settore che dà maggiori e concrete prospettive per uscire dalla crisi. Un’industria che, non essendo delocalizzabile può creare molta occupazione in tutto il Paese”, racconta Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde. In crescita la consapevolezza sui danni del turismo. Il 47% degli italiani ha risposto che “esiste oggi in Italia, un’emergenza che riguarda i danni che il turismo può portare all’ambiente”, soprattutto per quanto concerne la speculazione edilizia e la costruzione selvaggia. Per il 76% degli italiani oggi il turismo sostenibile è poco praticato, nonostante sia per il 50% un’opportunità di crescita e per il 74% sviluppo. Sviluppo e investimenti, è appunto il messaggio che Legambiente, sempre dalla Bit, ha voluto lanciare, con la sua proposta di legge dedicata alla bellezza, con gli Oscar dell’Ecoturismo, quest’anno suddiviso in 5 categorie: per la qualità della gestione, per l’alimentazione sana e la qualità enogastronomica, per l’impegno sociale, per l’eco-sostenibilità e infine l’oscar per la promozione del territorio.

Bellezze che hanno bisogno di essere difese e valorizzate. Un esempio concreto arriva proprio dalle 32 strutture turistiche, che fanno parte dell’etichetta ecologica di Legambiente Turismo e che hanno ricevuto l’Oscar per il loro impegno eco-sostenibile. Situate in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Campania, Sardegna e Puglia, le 32 vincitrici del prestigioso premio dimostrano come si possa fare green economy nel pieno rispetto dell’ambiente valorizzando territori, risorse locali e rilanciando l’economia.

“Puntare sulla bellezza – scrive Legambiente nella premessa del disegno di legge – è un obiettivo imprescindibile e una chiave fondamentale per capire come il nostro Paese possa ritrovare le idee e la forza per guardare con ottimismo al futuro”. L’intento della proposta è quello di tutelare il patrimonio paesaggistico dell’Italia attivando nei territori processi di trasformazione che puntino a rendere più belle, moderne e vivibili le città italiane, a migliorare la qualità della convivenza, del benessere individuale e collettivo e a muovere la creatività.

Il disegno di legge è composto da 10 articoli, che riorganizzano in un sistema unico i provvedimenti legislativi inerenti alla qualità del territorio e definiscono chiaramente il percorso da intraprendere per rimettere al centro la bellezza nelle sue tante declinazioni operative. Il testo è stato sottoscritto da numerose personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, delle imprese e della scienza e sarà sottoposto ai candidati alle elezioni affinché lo facciano proprio e ai sindaci italiani.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

gennaio 12, 2017

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

Un’edizione “ad alto grado di innovazione” per Klimahouse 2017, fiera di riferimento internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, in programma a Fiera Bolzano dal 26 al 29 gennaio. Formula vincente di Klimahouse è l’ormai calibrato mix tra uno spazio espositivo, dedicato alle novità di prodotto proposte da 450 selezionate aziende di settore [...]

Artico, Inuit e cambiamenti climatici. Una mostra fotografica a Venezia

gennaio 12, 2017

Artico, Inuit e cambiamenti climatici. Una mostra fotografica a Venezia

La difesa di uno degli ultimi ambienti naturali non ancora sfruttati dall’uomo, il pericolo imminente del riscaldamento globale, la sensibilizzazione verso i temi della sostenibilità ambientale e del cambiamento climatico, la dialettica tra natura e civiltà. Sono questi gli argomenti attorno cui ruota la mostra “Artico. Ultima frontiera” in programma dal 15 gennaio al 2 aprile 2017 [...]

Energia 100% pulita per le società pubbliche del servizio idrico lombardo

gennaio 11, 2017

Energia 100% pulita per le società pubbliche del servizio idrico lombardo

Dal 1° gennaio 2017 le aziende pubbliche del servizio idrico lombardo, che nei mesi scorsi avevano emesso una gara congiunta per la fornitura di energia elettrica, si riforniscono solo più con energia prodotta da fonti rinnovabili. L’opzione “verde”, che impegna il fornitore a consegnare energia al 100% ottenuta da fonti rinnovabili certificate, consentirà di evitare l’immissione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende