Home » Eventi »Idee » Una tassa per sostenere le politiche sociali e ambientali. La proposta di Terra Futura:

Una tassa per sostenere le politiche sociali e ambientali. La proposta di Terra Futura

maggio 31, 2010 Eventi, Idee

Courtesy of Terra FuturaSi può davvero parlare di economia e sostenibilità senza una adeguata coesione sociale e senza una tensione etica che animi l’agire politico ? Le tensioni sociali che nelle ultime settimane hanno scosso la Grecia, fortemente colpita dalla crisi economica e finanziaria, sembrerebbero suggerire una riposta negativa.

Per evitare che situazioni analoghe possano contagiare, in futuro, altri paesi gravando sulle fasce più deboli della popolazione, basterebbero alcune semplici misure, seco0ndo quanto emerso nel weekend a Terra Futura, la mostra convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità,  tenutasi  a Firenze (Fortezza da Basso) dal 28 al 30 maggio.

Da Firenze, infatti, BancaEtica, Cisl, Acli e Arci hanno lanciato una proposta concreta: una mini tassa dello 0,05% su tutte le transazioni finanziarie, in grado di produrre un gettito stimato, su scala mondiale, di 655 milardi di dollari a cui i Governi nazionali (messi a dura prova dai salvataggi delle banche negli anni 2009 e 2010)  potrebbero attingere per rilanciare le politiche sociali, ambientali e di cooperazione allo sviluppo.

Gli organizzatori di Terra Futura, insieme alla Regione Toscana, lanciano dunque una petizione, una raccolta di firma per introdurre la tassazione sulle transazioni ed intendono portare le firme e la proposta direttamente sul tavolo del Ministro Giulio Tremonti .

La campagna per l’introduzione della tassa è promossa a livello internazionale e si rivolge a tutti gli esponenti dei Governi dei Paesi membri del G8 e del G20 ma l’Italia, sostiene Andrea Baranes, ricercatore della Campagna per la Riforma della Banca Mondiale e della Fondazione Culturale di Banca Etica, “potrebbe essere l’ago della bilancia”. Pare, infatti, che sia Obama che la Merkel e Sarkozy, insieme ad altri capi di stato, abbiano dimostrato interesse alla proposta, e l’Italia, con il Ministro Tremonti, potrebbe aiutare concretamente a favorire l’approvazione della proposta in sede internazionale.

A detta di Baranes la proposta di una simile tassazione, sostenuta in maniera trasversale anche dalle principali associazioni ed organizzazioni non governative, come WWF, Legambiente, Social Watc , Focsiv, Adiconsum, Cittadinanza Attiva, Azione Cattolica e Manitese, “non scoraggerebbe gli investimenti e non andrebbe a discapito dei consumatori, ma sarebbe un valido deterrente per chi ha operato nella finanza con troppa leggerezza, unicamente con scopi speculativi, come coloro che, comprando e vendendo gli strumenti finanziari centinaia e migliaia di volte al giorno, rendono i mercati instabili e volatili. Con la tassazione che proponiamo, invece, sarebbero costretti a pagare lo 0,005 % per ogni singola operazione”.

Ma quali sono le dimensioni minime perché una tassa del genere, concepita per operare sui scala internazionale, possa essere efficace e dispiegare i propri effetti?. “Un obiettivo minimo potrebbe essere l’applicazione anche soltanto alla zona dell’ Euro” - continua Baranes. “Del resto la tassazione che noi proponiamo è estremamente semplice e potrebbe essere concretamente applicabile, basti pensare che alcuni dei più avanzati mercati finanziari del mondo, come quello inglese ed americano, prevedono un meccanismo analogo di tassazione, pur con percentuali e modalità diverse e legate solo alla transazione delle azioni”.

Baranes fa eco il presidente di Banca Etica, Ugo Biggeri, che ritiene i tempi maturi per un’operazione di questo genere. Il ruolo dell’ Italia, a suo avviso, potrebbe essere particolarmente significativo: “Molti Capi di stato , ma anche il Consiglio d’ Europa e la Ue vedono di buon occhio questa iniziativa, perorata anche da illustri economisti e premi Nobel come, ad esempio, Joseph Stiglitz. Serve una regolamentazione, la crisi economica ha messo sotto gli occhi di tutti gli effetti devastanti della finanza speculativa”.

Giacinto Palladino, di FIba/Cisl, Paolo Beni, presidente nazionale Arci e Soana Tortora, Responsabile Pace e Stile di Vita di Acli, sottolineano come sia essenziale recuperare il ruolo etico dell’economia: il ricorso prevalente alla finanza speculativa da parte delle banche d’affari ha sopravanzato di gran lunga, denunciano, il ruolo del sostegno al lavoro, alle famiglie, allo sviluppo sostenibile, con evidenti squilibri e rischi per le comunità. La tassa sulle transazioni, invece, sarebbe una sorta di assicurazione sociale per tutti, da reinvestire nella coesione sociale, nel lavoro , nella lotta alla povertà e nella salvaguardia dell’ambiente.

La petizione, ricordano gli organizzatori di Terra Futura, può essere sottoscritta anche on line all’indirizzo www.zerozerocinque.it

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

gennaio 23, 2017

Bardonecchia promuove l’Ecoskipass: treno + sci costa meno!

Dal lunedì al venerdì (escluso il periodo di Pasqua dal 24 al 29 marzo) tutti coloro che si recheranno a sciare nella stazione piemontese di Bardonecchia, utilizzando i treni in partenza da Torino potranno ritirare l’”ecoskipass” al prezzo speciale di 26€, anziché 36€. Sarà sufficiente presentare il biglietto del treno all’ufficio skipass di Piazza Europa (proprio di fronte [...]

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

gennaio 20, 2017

Air-gun, gli spari che danneggiano fauna marina, pesca e turismo. Consegnata la petizione per ricorso al TAR

Ieri a Roma, presso la sede di rappresentanza della Regione Puglia, la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni e il Presidente della Fondazione Univerde Alfonso Pecoraro Scanio, hanno consegnato ufficialmente, al Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il testo della petizione lanciata a dicembre da Marevivo e che ha già raccolto, sulla piattaforma Change.org, 45 mila firme nel [...]

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

gennaio 20, 2017

P&G annuncia il primo flacone di shampoo con plastica riciclata raccolta sulle spiagge

La multinazionale Procter & Gamble ha annunciato ieri che Head & Shoulders, il proprio brand n. 1 al mondo per lo shampoo, produrrà il primo flacone riciclabile al mondo, nel settore hair care, realizzato con una percentuale fino al 25& di plastica proveniente dalla raccolta sulle spiagge. In partnership con gli esperti di TerraCycle – [...]

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende