Home » Finanziamenti »Rassegna Stampa » Accordo Legambiente e BCC: spesi più di 100 milioni per energia rinnovabile:

Accordo Legambiente e BCC: spesi più di 100 milioni per energia rinnovabile

aprile 9, 2010 Finanziamenti, Rassegna Stampa

energia rinnov, Courtesy of Energiarinnovabile.esGrazie all’accordo stipulato tra Legambiente e Banca di Credito Cooperativo, dal 2006 sono stati erogati in Italia più di 100 milioni di euro per l’installazione di impianti che producono energia rinnovabile. La cifra è stata resa nota oggi a Roma.

La convenzione, partita in origine dalla provincia di Grosseto ed estesa a tutta Italia, prevede la concessione di un finanziamento a tasso agevolato per progetti di energia rinnovabile che vengano preliminarmente valutati da Legambiente, prima dell’accettazione da parte della banca. Finora nel 70% dei casi a richiederli sono stati i privati cittadini, per il 27,8% le imprese e per il restante 1,5% enti pubblici e istituti religiosi. Quasi l’80% degli interventi, che hanno un valore medio di 50mila euro, ha riguardato il fotovoltaico, di cui sono stati installati complessivamente 13 Megawatt.

“L’accordo – ha affermato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente - dimostra come sia possibile favorire la diffusione di fonti rinnovabili grazie a tanti piccoli progetti. Dal 2006 a fine 2009 abbiamo valutato 1880 progetti per 91 milioni di euro, e quest’anno abbiamo sfondato il tetto dei 100 milioni“.

Sergio Gatti, direttore generale di Federcasse, ha spiegato inoltre che “dalla convenzione sono nate anche iniziative parallele, dalla creazione di sportelli energia a corsi per gli artigiani, a iniziative nelle scuole”,  aggiungendo inoltre di essere molto soddisfatto del progetto e di mirare ad estenderlo ad altri campi, come l’edilizia sostenibile.

Oltre al contributo dei privati, per lo sviluppo delle rinnovabili resta tuttavia necessario anche l’intervento pubblico, come ha confermato Francesco Ferrante, della Commissione Ambiente del Senato, ribadendo il leit motiv dei produttori di rinnovabili: quello che serve adesso sono certezze legislative – ha affermato – ad esempio sugli incentivi, che devono essere resi stabili“.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Verso il SUV “ecologico”? Ford punta ai Millenials e annuncia il primo modello 100% elettrico entro il 2020

febbraio 13, 2017

Verso il SUV “ecologico”? Ford punta ai Millenials e annuncia il primo modello 100% elettrico entro il 2020

Motivata da una forte coscienza sociale, predisposta a esperienze di possesso on demand, e con una grande apertura alla condivisione di beni e servizi propria della sharing economy, la generazione dei Millennials (i nati tra il 1980 e il 2000) sta cambiando il modo con cui le aziende – tra cui i costruttori di automobili [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende