Home » Idee » A ciascuno le sue emissioni:

A ciascuno le sue emissioni

dicembre 2, 2009 Idee

Massimo TavoniIl nome di Massimo Tavoni probabilmente non fa venire in mente nulla alla maggior parte degli italiani. Eppure la CNN, The Economist, New York Times, Newsweek e molte altre testate internazionali hanno dato ampia copertura al progetto che Massimo Tavoni, insieme ad altri ricercatori dell’Università di Princetone, ha realizzato e che si è posizionato al 12^ posto nella classifica del Time delle 50 migliori invenzioni dell’anno.

Sharing Global CO2 Emissions Reductions Among One Billion High Emittens”, ovvero “Condividere le emissioni globali di CO2 tra 1 miliardo di grandi emettitori”, è uno studio, pubblicato sulla rivista Proceeding of the National Academy of Sciences, che propone un nuovo e diverso approccio al problema delle emissioni di CO2, tema di attualità ad una settimana dal vertice di Copenhagen.Calcolo delle emissioni pro capite

Massimo Tavoni, senior researcher italiano della Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) e del Centro Euro Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici (Cmcc), prospetta infatti un nuovo calcolo basato sull’unità individuo: bisogna ragionare in termini di singoli soggetti e non in base al conteggio per paesi (come per altro richiesto in questi giorni dai paesi emergenti), perché metà delle emissioni di CO2 dipendono da meno di un miliardo di persone contro i 6,8 miliardi presenti sulla Terra.

Due individui che producono la stessa quantità di emissioni di CO2 e contribuiscono quindi nella stessa misura al cambiamento climatico, devono essere trattati allo stesso modo, indipendentemente dal luogo nel quale vivono. Tavoni propone di calcolare il livello di emissioni dei cittadini delle varie parti del mondo per individuare chi sono i “grandi emettitori”. I fattori che entrano in gioco per determinare questo valore sono il lavoro, il reddito e lo stile di vita della persona in questione. Ad esempio la media dei Paesi in via di sviluppo, contrariamente a quanto si potrebbe pensare,  è abbastanza bassa: ciò è dovuto al fatto che ospitano un gran numero di persone che vivono ai limiti o al di sotto della soglia di povertà (hanno quindi consumi energetici molto bassi) e una più piccola parte di persone che vivono secondo uno stile di vita “occidentale” (con consumi decisamente elevati).

Ad oggi la strategia adottata non tiene conto di questo divario perché calcola i consumi energetici su media nazionale, senza individuare coloro che inquinano di più o di meno rispetto alla media. E’ necessario quindi andare oltre la stima per paese e fare un calcolo basato sulla distribuzione dei grandi emettitori nel mondo. Si potranno così capire le reali responsabilità dei singoli Paesi e fissare target nazionali che rendano possibile la condivisione dell’obiettivo anche con i cosiddetti “emergenti”.

Diventa dunque di fondamentale importanza individuare un valore che possa essere accettato per tutti i Paesi, un valore che possa essere applicato individualmente e che rappresenti il limite di emissioni “pro capite”. Secondo gli studi effettuati da Tavoni una singola persona può emettere annualmente fino a un massimo di  10,8 tonnellate di CO2, se si vogliono rispettare i parametri prefissati per il 2030. Grazie a questo calcolo è facile determinare di quanto uno Stato debba ridurre il totale delle proprie emissioni. Ovviamente in ogni Paese ci sarà chi si mantiene al di sotto di tale soglia e chi invece tende a superarla e il totale complessivo sarà calcolato sommando tutte le singole riduzioni degli “alti emettitori”. Starà alle politiche interne delle singole nazioni agire sulle abitudini dei propri cittadini per rispettare gli standard stabiliti.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

ottobre 19, 2017

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

Il 27 ottobre a Venezia inaugurerà Climate 04 – Sea Level Rise, progetto d’arte pubblica sulle conseguenze dei cambiamenti climatici e l’innalzamento del livello del mare in Laguna, che trae ispirazione dai recenti studi sull’innalzamento del livello medio del mare, le onde estreme, e il ruolo delle piante costiere e di barena per l’ecosistema lagunare. L’iniziativa prevede [...]

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

ottobre 18, 2017

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

Un incremento dell’immesso al consumo dei prodotti pari a circa 1.330.000 tonnellate (rispetto alle 875.000 tonnellate di AEE – apparecchiature elettriche ed elettroniche – domestiche e professionali immesse nel sistema attuale) oltre a un aumento del numero di produttori coinvolti nel sistema RAEE, tra i 6.000 e i 9.000 in più (rispetto agli attuali 6.000/7.000 mila): sono [...]

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

ottobre 17, 2017

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

Dopo quasi tre anni di lavoro di sensibilizzazione, promozione, cultura e networking, il CNFFP – Coordinamento Nazionale Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio annuncia l’approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri, del cosiddetto “Bonus Verde”, ovvero la nuova detrazione fiscale del 36% per la cura del verde privato. Annunciato ieri dal Ministro delle Politiche Agricole, [...]

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

ottobre 16, 2017

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

È Hyundai IONIQ la vincitrice del titolo “Green Gold Award 2018”, assegnato dall’Unione Italiana Giornalisti Automotive (UIGA) martedì scorso a Frascati (Roma). Il premio rappresenta un importante riconoscimento alla triplice tecnologia sviluppata da Hyundai sulla gamma IONIQ, prima auto di serie al mondo disponibile in versione Hybrid, Electric oppure Plug-in Hybrid. IONIQ avvicina così le [...]

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

ottobre 13, 2017

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

Nasce a Milano MiMoto, il primo ed unico servizio di scooter sharing elettrico ed ecosostenibile della città. Un’idea semplice che unisce in sé rispetto per l’ambiente, Made in Italy, sicurezza stradale, condivisione ed efficienza. MiMoto oltre a essere una start up innovativa, è un servizio che ha l’obiettivo primario di offrire ai propri clienti finali [...]

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

ottobre 13, 2017

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

Sbarca in Italia Copernicus, il programma di osservazione della Terra sviluppato dalla Commissione Europea. C3S – Copernicus Climate Change Service è costituito da un insieme complesso di dati provenienti da più fonti (satelliti di osservazione, stazioni di terra, sensori in mare e aerei) che possono fornire informazioni affidabili e aggiornate su ambiente e sicurezza, aiutando a [...]

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

ottobre 12, 2017

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

Il 14 ottobre 2017 si celebrerà la prima Giornata mondiale dell’Educazione Ambientale, a 40 anni dalla Conferenza ONU di Tbilisi (capitale della Georgia), in cui si svolse – il 14 ottobre del 1977 – la Conferenza intergovernativa delle Nazioni Unite sull’educazione ambientale, organizzata da UNESCO e UNEP, che si concluse il 26 ottobre con una Dichiarazione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende