Home » Idee » Buona CO2 a tutti!:

Buona CO2 a tutti!

dicembre 31, 2010 Idee

Courtesy of agenziagrt.itQual è l’impatto in termini di CO2 del cenone di capodanno? Tra i preparativi per San Silvestro, abbiamo voluto provare a valutare l’anidride carbonica di cui saremo responsabili questa sera.

Chiaramente per ridurre l’impatto ambientale della nostra cena sarà meglio scegliere prodotti regionali; per alcuni prodotti invece è la modalità di coltivazione e l’uso di fertilizzanti e pesticidi a influire maggiormente sulla CO2 che totalizzeremo. Meglio ancora sarebbeevitare gli sprechi.

E le bollicine dello spumante? Quanta anidride carbonica è contenuta in una bottiglia? Sono solo 7 g. al litro, un’anidride carbonica “buona”, quella contenuta nella bottiglia. L’impatto dello spumante deriva però dalla produzione e dal trasporto delle 60 milioni di bottiglie pronte a essere stappate nel brindisi di mezzanotte . I rivali francesi del Comité Champagne, che riunisce tutti i viticoltori francesi dello champagne, ci hanno pensato e hanno deciso di ridurre le emissioni di CO2 della filiera di produzione dello champagne del 25% entro il 2020. Il primo passo è stato l’ideazione di un nuovo standard di bottiglia più leggera, che pesa 65 grammi in meno, permettendo di evitare l’emissione in atmosfera di ben 8.000 tonnellate di CO2, equivalenti alle emissioni annue di 4.000 automobili.

Gli alimenti che inquinano, però, sono altri: Coldiretti ha stilato una “lista nera” dei cibi che inquinano le feste: tra questi, le ciliegie occupano la seconda posizione, precedute solo dalle albicocche. Infatti nella stagione invernale le ciliegie arrivano dal Cile e percorrono circa 12.000 km prima di arrivare alle nostre tavole e sui nostri dolci natalizi. Ogni chilo di ciliegie provoca l’emissione di 21,6 chilogrammi di CO2.

Un altro sito web, CO2now ci aggiorna sul bilancio atmosferico al 2010 della CO2 che stiamo emettendo: la concentrazione di CO2 in atmosfera ammonta oggi a 388 ppm (parti per milione). Prima dell’epoca industriale la concentrazione di CO2 era di 285 ppm . Cosa significa? Che stiamo rischiando: se riusciremo a fermare l’aumento della CO2 a 450 ppm, avremo una probabilità del 50% di rimanere sotto il livello di aumento di temperatura di 2° centigradi. Come dire che se facciamo i bravi potremo tirare la monetina. Perciò molti studiosi, tra cui James Hansen, richiedono una riduzione della CO2 ancora più consistente, che ci porti a una stabilizzazione della concentrazione di CO2 a 350 ppm.

L’aumento di gas serra in atmosfera ha già delle conseguenze, tra cui l’aumento della temperatura media mondiale di circa 0.8° centigradi. Il livello di aumento della temperatura considerato socialmente accettabile e per evitare trasformazioni drastiche del clima è di 2° centigradi, ma il sito web Climate Tracker ci avverte che il mondo non sta viaggiando in linea con l’obiettivo: se ottimisticamente tutte le promesse politiche dei negoziati sul clima di CopenhagenCancun saranno mantenute, avremo un aumento della temperatura globale probabile di circa 3.2° centigradi, forse addirittura 4°. Senza Copenhagen e Cancun ci saremmo dovuti invece rassegnare a delle previsioni di aumento di +4-6.4°. Insomma, saremmo già fritti.

Per risolvere la questione dei cambiamenti climatici, non possiamo, in definitiva, illuderci che le nostre piccole attenzioni da sole bastino a risolvere la questione dei cambiamenti climatici. Dobbiamo sperare che le negoziazioni del 2011 ci portino un nuovo accordo sul clima.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

febbraio 14, 2017

Premio EMAS Italia 2017: candidature aperte fino al 3 marzo

Il Comitato Ecolabel Ecoaudit e l’ISPRA, in concomitanza con l’assegnazione dell’EMAS Award 2017 indetto dalla Commissione Europea, intendono dare riconoscimento e visibilità alle organizzazioni registrate EMAS premiando quelle che hanno meglio interpretato ed applicato i principi ispiratori dello schema europeo e, soprattutto, raggiunto i migliori risultati nella comunicazione con le parti interessate. Con questo riconoscimento [...]

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

febbraio 14, 2017

Vaquita, la piccola focena che rischia l’estinzione. Solo più 30 esemplari al mondo

E’ allarme rosso per la vaquita, la più piccola focena del mondo. L’SOS arriva dal Comitato Internazionale per il Recupero della Vaquita (che fa capo allo IUCN), secondo il quale ne resterebbero appena 30 individui in natura, visto che la già risicatissima popolazione stimata lo scorso anno è ormai dimezzata. Endemica del Nord del Golfo della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende