Home » Idee » Ecosia: la ricerca web si tinge di verde:

Ecosia: la ricerca web si tinge di verde

giugno 3, 2010 Idee

ecosia, Courtesy of Ecosia.orgIn tempi di green economy anche il motore di ricerca si fa ecologico. Si chiama Ecosia ed è un progetto lanciato in Germania nel dicembre 2009 e sostenuto da Yahoo, Bing e WWF. Niente di diverso dal più conosciuto Google, se non fosse che ogni click salva 1.92 m² di foresta amazzonica. Come? Il meccanismo è semplice. Gli introiti derivanti dalla pubblicità e dai link sponsorizzati (visibili quando viene effettuata una ricerca) vengono destinati per l’80% al sostegno di un programma di protezione gestito dal WWF nel Juruena National Park in Amazzonia.

In questo modo, senza spendere un centesimo, è possibile contribuire alla salvaguardia dei polmoni del nostro pianeta e alla tutela delle specie che vivono in questo habitat. Ma veniamo alle cifre. Tradotto in euro, Ecosia devolve l’80% di 0.13 centesimi a ricerca, anche se questa è solo una media. Gli introiti infatti variano a seconda del Paese in cui si utilizza il servizio: saranno più alti, ad esempio, negli Stati Uniti, dove il mercato pubblicitario è molto più sviluppato, rispetto a Paesi come India e Brasile, dove si registrano guadagni limitati.

Questi ultimi rappresentano per altro una fetta marginale nella torta degli utilizzatori del nuovo motore web. In testa infatti c’è l’Europa, con la Germania che primeggia con il 45% circa delle ricerche giornaliere, seguita da Paesi come Francia, Svizzera e Italia.

Stando alle statistiche riportate sul sito www.ecosia.org, fino ad ora sono stati salvati oltre 93,658,240 m² di foresta pluviale, per una cifra devoluta pari a 58,513 euro (73,141 dollari americani). Al momento gli utenti attivi sono 122,601 e si calcola che un utilizzatore medio, usufruendo abitualmente di Ecosia, possa arrivare a  proteggere ogni anno 2,000 metri quadri circa di macchia vegetale, praticamente un’area che corrisponde quasi alla grandezza di un campo da hockey.

Ma il contributo di Ecosia a favore della sostenibilità ambientale non finisce qui. Chi li utilizza ogni giorno forse non sa che ogni motore di ricerca impiega una notevole quantità di energia che, tradotta in CO2, equivale a circa 7Kg. di emissioni. Ecosia, invece, viene alimentato da server a energia verde. Da qui l’impatto positivo sull’ecosistema, se si pensa al fatto che ogni anno viene a mancare un’area verde grande quanto l’Inghilterra.

Novità anche dal punto di vista della privacy. La maggior parte dei motori di ricerca conserva per mesi le informazioni da noi fornite elaborando anche un nostro profilo. Bastano 48 ore invece a Ecosia per far sparire ogni traccia delle nostre ricerche, senza memorizzarle o analizzarle.

Ma veniamo all’obiettivo finale. La grandezza totale della foresta amazzonica è di circa 7 milioni di km². Finora Ecosia ha salvato una parte minima di questa vasta area. Rimane dunque ancora molto da fare – a colpi di click…

Valentina Massenti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

gennaio 22, 2018

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

Il dibattito sull’obbligo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa nei supermercati e nei negozi, scattato il 1° gennaio 2018, non si placa e cresce la confusione tra i consumatori. Per questo il laboratorio Food-Packaging-Materials di CSI, società del Gruppo IMQ, è voluto intervenire per fornire alcune informazioni tecniche, che spiegano, ad [...]

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende