Home » Idee » Ecosia: la ricerca web si tinge di verde:

Ecosia: la ricerca web si tinge di verde

giugno 3, 2010 Idee

ecosia, Courtesy of Ecosia.orgIn tempi di green economy anche il motore di ricerca si fa ecologico. Si chiama Ecosia ed è un progetto lanciato in Germania nel dicembre 2009 e sostenuto da Yahoo, Bing e WWF. Niente di diverso dal più conosciuto Google, se non fosse che ogni click salva 1.92 m² di foresta amazzonica. Come? Il meccanismo è semplice. Gli introiti derivanti dalla pubblicità e dai link sponsorizzati (visibili quando viene effettuata una ricerca) vengono destinati per l’80% al sostegno di un programma di protezione gestito dal WWF nel Juruena National Park in Amazzonia.

In questo modo, senza spendere un centesimo, è possibile contribuire alla salvaguardia dei polmoni del nostro pianeta e alla tutela delle specie che vivono in questo habitat. Ma veniamo alle cifre. Tradotto in euro, Ecosia devolve l’80% di 0.13 centesimi a ricerca, anche se questa è solo una media. Gli introiti infatti variano a seconda del Paese in cui si utilizza il servizio: saranno più alti, ad esempio, negli Stati Uniti, dove il mercato pubblicitario è molto più sviluppato, rispetto a Paesi come India e Brasile, dove si registrano guadagni limitati.

Questi ultimi rappresentano per altro una fetta marginale nella torta degli utilizzatori del nuovo motore web. In testa infatti c’è l’Europa, con la Germania che primeggia con il 45% circa delle ricerche giornaliere, seguita da Paesi come Francia, Svizzera e Italia.

Stando alle statistiche riportate sul sito www.ecosia.org, fino ad ora sono stati salvati oltre 93,658,240 m² di foresta pluviale, per una cifra devoluta pari a 58,513 euro (73,141 dollari americani). Al momento gli utenti attivi sono 122,601 e si calcola che un utilizzatore medio, usufruendo abitualmente di Ecosia, possa arrivare a  proteggere ogni anno 2,000 metri quadri circa di macchia vegetale, praticamente un’area che corrisponde quasi alla grandezza di un campo da hockey.

Ma il contributo di Ecosia a favore della sostenibilità ambientale non finisce qui. Chi li utilizza ogni giorno forse non sa che ogni motore di ricerca impiega una notevole quantità di energia che, tradotta in CO2, equivale a circa 7Kg. di emissioni. Ecosia, invece, viene alimentato da server a energia verde. Da qui l’impatto positivo sull’ecosistema, se si pensa al fatto che ogni anno viene a mancare un’area verde grande quanto l’Inghilterra.

Novità anche dal punto di vista della privacy. La maggior parte dei motori di ricerca conserva per mesi le informazioni da noi fornite elaborando anche un nostro profilo. Bastano 48 ore invece a Ecosia per far sparire ogni traccia delle nostre ricerche, senza memorizzarle o analizzarle.

Ma veniamo all’obiettivo finale. La grandezza totale della foresta amazzonica è di circa 7 milioni di km². Finora Ecosia ha salvato una parte minima di questa vasta area. Rimane dunque ancora molto da fare – a colpi di click…

Valentina Massenti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende