Home » Idee » Ecosia: la ricerca web si tinge di verde:

Ecosia: la ricerca web si tinge di verde

giugno 3, 2010 Idee

ecosia, Courtesy of Ecosia.orgIn tempi di green economy anche il motore di ricerca si fa ecologico. Si chiama Ecosia ed è un progetto lanciato in Germania nel dicembre 2009 e sostenuto da Yahoo, Bing e WWF. Niente di diverso dal più conosciuto Google, se non fosse che ogni click salva 1.92 m² di foresta amazzonica. Come? Il meccanismo è semplice. Gli introiti derivanti dalla pubblicità e dai link sponsorizzati (visibili quando viene effettuata una ricerca) vengono destinati per l’80% al sostegno di un programma di protezione gestito dal WWF nel Juruena National Park in Amazzonia.

In questo modo, senza spendere un centesimo, è possibile contribuire alla salvaguardia dei polmoni del nostro pianeta e alla tutela delle specie che vivono in questo habitat. Ma veniamo alle cifre. Tradotto in euro, Ecosia devolve l’80% di 0.13 centesimi a ricerca, anche se questa è solo una media. Gli introiti infatti variano a seconda del Paese in cui si utilizza il servizio: saranno più alti, ad esempio, negli Stati Uniti, dove il mercato pubblicitario è molto più sviluppato, rispetto a Paesi come India e Brasile, dove si registrano guadagni limitati.

Questi ultimi rappresentano per altro una fetta marginale nella torta degli utilizzatori del nuovo motore web. In testa infatti c’è l’Europa, con la Germania che primeggia con il 45% circa delle ricerche giornaliere, seguita da Paesi come Francia, Svizzera e Italia.

Stando alle statistiche riportate sul sito www.ecosia.org, fino ad ora sono stati salvati oltre 93,658,240 m² di foresta pluviale, per una cifra devoluta pari a 58,513 euro (73,141 dollari americani). Al momento gli utenti attivi sono 122,601 e si calcola che un utilizzatore medio, usufruendo abitualmente di Ecosia, possa arrivare a  proteggere ogni anno 2,000 metri quadri circa di macchia vegetale, praticamente un’area che corrisponde quasi alla grandezza di un campo da hockey.

Ma il contributo di Ecosia a favore della sostenibilità ambientale non finisce qui. Chi li utilizza ogni giorno forse non sa che ogni motore di ricerca impiega una notevole quantità di energia che, tradotta in CO2, equivale a circa 7Kg. di emissioni. Ecosia, invece, viene alimentato da server a energia verde. Da qui l’impatto positivo sull’ecosistema, se si pensa al fatto che ogni anno viene a mancare un’area verde grande quanto l’Inghilterra.

Novità anche dal punto di vista della privacy. La maggior parte dei motori di ricerca conserva per mesi le informazioni da noi fornite elaborando anche un nostro profilo. Bastano 48 ore invece a Ecosia per far sparire ogni traccia delle nostre ricerche, senza memorizzarle o analizzarle.

Ma veniamo all’obiettivo finale. La grandezza totale della foresta amazzonica è di circa 7 milioni di km². Finora Ecosia ha salvato una parte minima di questa vasta area. Rimane dunque ancora molto da fare – a colpi di click…

Valentina Massenti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

febbraio 21, 2017

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

L’«alba di una nuova rivoluzione agricola»  è  lo slogan scelto dalla terza edizione di Biogas Italy, l’evento annuale del CIB, Consorzio Italiano Biogas, che si terrà a Roma il prossimo 24 febbraio allo Spazio Nazionale Eventi del Rome Life Hotel. L’evento, promosso in collaborazione con Ecomondo Key Energy, ospiterà gli “Stati Generali del Biogas e [...]

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende