Home » Idee » Editoriale – ovvero cosa troverete (e cosa no) su Greenews.info nei giorni di Copenhagen:

Editoriale – ovvero cosa troverete (e cosa no) su Greenews.info nei giorni di Copenhagen

dicembre 7, 2009 Idee

Swatch Rio de Janeiro Earth Summit 92Come reso universalmente noto dalla massiccia concentrazione mediatica, apre oggi a Copenhagen l’attesissima Conferenza delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici, l’appuntamento che, a diciasette anni dal vertice di Rio de Janeiro, cerca di disegnare il futuro delle politiche di riduzione dei gas serra dopo il 2012, naturale scadenza del Trattato di Kyoto. Nelle scorse settimane anche Greenews.info ne ha doverosamente documentato i principali passaggi preparatori, le dichiarazioni dei leader, le ambiziose proposte dell’Unione Europea, gli slanci e le frenate di Stati Uniti e Paesi emergenti, il fallimento previsto, poi la rinascita della speranza, Obama che prima non va, poi va il 9, poi decide di andare in chiusura per stimolare l’accordo.

Ora però, abbiamo deciso di smarcarci dalla morbosità giornalistica che, con il pretesto del “dovere di cronaca”, riporta ogni insignificante (e ai più incomprensibile) passo avanti, indietro e di lato, facendo da inutile cassa di risonanza. I grandi appuntamenti come Copenhagen, in cui sono in gioco il futuro di un modello di sviluppo economico e la tutela dell’ambiente terrestre,  devono meritarsi “la storia” – con i fatti, e non attraverso una glorificazione a priori. Personalmente trovo più giusti i “Nobel” alla carriera che alle intenzioni. Per adesso la conferenza di Copenhagen ha fatto molto parlare di sé (il che è certamente positivo), ma non ha fatto null’altro che immettere nell’atmosfera altre 40 tonnellate di CO2 per la propria organizzazione (nemmeno compensate).

Vorrei quindi aspettare il 18 dicembre per potermi emozionare e (spero) brindare alla saggezza umana. Nel frattempo, pur dando conto dei passaggi che riterremo significativi di una particolare posizione o di eventuali sviluppi, continueremo ad occuparci di ciò che chi non è a Copenhagen continua a fare quotidianamente per ridurre il proprio impatto sull’ambiente – e continuerà a fare anche se la conferenza dovesse fallire. Già perchè il rischio di questi eventi ad altissimo bombardamento mediatico è che ci si stordisca talmente nella fase preliminare – in un’atmosfera quasi “calcistica” - che, finita la partita, non si hanno più le forze per agire nè la voce per urlare. 

Sarà poi il mio panteismo, o la tendenza mentale a mantenere la complessità nella sua dimensione originaria, ma francamente non capisco perchè una conferenza di tale importanza debba unicamente contenere, nel proprio nome, un riferimento ai ”cambiamenti climatici” (uno dei temi più controversi, per altro) e non invece all’ambiente tout court - il che aiuterebbe a ricordare l’estensione del problema: dai rifiuti all’inquinamento, all’esaurimento delle risorse minerali, all’agricoltura ecc. Certo tutti questi fenomeni contribuiscono ai temuti cambiamenti climatici in atto, ma avrei trovato più corretto conferire eguale dignità a ciascuno, piuttosto che vederli sussunti nel loro (discusso) esito finale.  

Nel 1992, quando avevo 17 anni e una visione romantica della natura influenzata dalle letture liceali di Wordsworth e Coleridge, comprai l’orologio che la Swatch aveva prodotto per celebrare la Conferenza di Rio, promettendomi di non utilizzarlo fino a quando non avessi realmente visto un “ritorno alla natura” da parte dell’umanità. Purtroppo l’orologio giace tuttora nella sua scatola e non ho ancora avuto il piacere di indossarlo, ma mi auguro che lo possa utilizzare mio figlio, ricordando così il momento in cui i Paesi del mondo iniziarono quell’inversione di tendenza “che li portò a ristabilire un rapporto sostenibile con l’ambiente”.    

Andrea Gandiglio – Direttore Editoriale Greenews.info

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende