Home » Idee » Gli eroi del sovrapprezzo:

Gli eroi del sovrapprezzo

gennaio 10, 2011 Idee

Saldi, Courtesy of Assognata, Flickr.comIn tempi di saldi permettetemi di riflettere provocatoriamente su qualche numero. Secondo l’ultima indagine Eurobarometro ad oggi disponibile (2009) il 75% dei cittadini europei si dichiara disposto ad acquistare prodotti a ridotto impatto ambientale, anche se questo comporta un (piccolo) sovrapprezzo. Per quanto riguarda l’Italia, alcune ricerche SDA Bocconi tendono a ridimensionare drasticamente questo dato, indicando in un 14% (tristemente più verosimile) gli italiani disposti a pagare il sovrapprezzo.

Ma quanti sono (numericamente) e chi sono questi italiani? Il 14% di 60 milioni di abitanti fa 8 milioni e 400 mila persone. Togliamo qualche milione di vecchi e bambini e arriviamo al fatidico Five Million Club, citato da Beppe Severgnini in un articolo sul Corriere della Sera: sono i soliti 5 milioni di italiani che comprano almeno un quotidiano al giorno, si informano attraverso internet e guardano i programmi di approfondimento in seconda serata.

Ma secondo me non siamo ancora arrivati all’osso. Nel passaggio tra il dire e il fare, infatti, si perdono notoriamente proseliti e, tra i superstiti, c’è pur sempre chi, dotato di ottima cultura e sensibilità ambientale, ha delle oggettive difficoltà economiche a spendere qualcosa di più nell’acquisto di prodotti più sostenibili – gli unici, a mio avviso, a poter essere “scusati”. Rimane quindi una ridottissima falange di irriducibili che chiameremo, con la massima e più sincera ammirazione, Gli Eroi del Sovrapprezzo: sono gli italiani che, potendoselo permettere (e, fin qui, sono più di quelli che pensiamo…) decidono realmente (qui sta il collo dell’imbuto) di acquistare prodotti biologici, certificati o a ridotto impatto ambientale, che necessariamente sono più cari degli altri, perché non godono oggi di economie di scala e perché pulire la vigna con il decespugliatore, giusto per fare un esempio, costa di più (in termini economici e di tempo) che farlo con il diserbante chimico.

Si parla tanto di legalità, di giusti compensi ai lavoratori, di rispetto per l’ambiente ecc., ma – come ci ha saggiamente fatto notare Marina Marcarino, appassionata produttrice di vino biologico, scomponendo il costo di una bottiglia – come si può pensare che tutte quelle attenzioni stiano veramente in certi prezzi da hard discount? Senza contare che le lamentele sul prezzo di un prodotto responsabile giungono, spesso, da chi ha in tasca l’ultimo modello di telefonino da 600 euro…

E’questa l’enorme difficoltà di comunicazione e di corretta informazione che l’Associazione Greencommerce, da noi promossa, ha intrapreso con il lancio di Greencommerce.it, un e-commerce che, prima ancora di vendere, cerca di spiegare, al consumatore cosa c’è dietro un certo modo di produrre e distribuire entro la filiera della green economy italiana. E cosa ci potrebbe essere domani davanti a noi, se il Five Million Club si allargasse…  

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

novembre 23, 2017

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

Energia e rifiuti: è questo il fulcro delle contestazioni secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora in maniera puntuale la situazione delle opposizioni contro opere di “pubblica utilità” e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto. Presentata il 21 novembre a Roma, la nuova edizione dell’Osservatorio [...]

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

novembre 23, 2017

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2.000 miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito ieri il primo EcoForum per [...]

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende