Home » Idee » L’inquilino del terzo piano.:

L’inquilino del terzo piano.

ottobre 5, 2009 Idee

Courtesy of Suvodeb (Flickr)Niente paura. Non ci riferiamo all’inquietante Monsieur Trelkovski, celeberrimo personaggio dell’altrettanto famoso film di Polanski, parliamo di mucche e di maiali che in un futuro non troppo lontano potrebbero realisticamente occupare interi piani di palazzi nel bel mezzo di metropoli e città.

L’idea è venuta ad un americano Dickson D. Despommier, Professor of Public Health in Environmental Health Sciences alla Columbia University, il quale, espandendo il concetto di orto metropolitano ha teorizzato nel suo documentatissimo saggio The vertical farm essay I and II la possibilità di realizzare vere e proprie fattorie all’interno di edifici e grattacieli situati nei centri urbani più popolati.

In questo modo, spiega il ricercatore, sarà possibile riconvertire architettura già presente sul territorio in strutture che riproducano il processo ecologico, riutilizzando tutto ciò che di biologico viene prodotto per alimentare l’intera catena.

Parola d’ordine è “zero waste”, cioè “rifiuti zero”: le fattorie verticali devono a utilizzare al massimo le risorse e riciclare gli scarti. “Uno dei presupposti per il successo dell’azienda agricola verticale, scrive Despommier, è che la sua struttura simuli il processo ecologico, in particolare l’efficiente riciclaggio di tutto ciò che è organico, ad esempio riciclando l’acqua degli impianti di smaltimento di rifiuti umani per trasformala in acqua potabile”: dunque, nei piani più alti, dovrebbero essere coltivate diverse piante, dagli ortaggi alla frutta, dai legumi ai vigneti per sfruttare l’acqua piovana. L’acqua non assorbita da questi terreni percolerebbe al “piano inferiore”, dove andrebbe ad irrigare i campi di grano. I rifiuti non utilizzati come mangime per gli animali dei piani più bassi finirebbero nei sotterranei con gli altri scarti organici per essere trasformati, grazie a fornaci termovoltaiche, in “bio-palline” di combustibile ultracompresso che, producendo energia, genererebbero l’elettricità utilizzata dall’edificio. Infine, attraverso un rigorosissimo programma di riciclaggio si finirebbe con il recuperare anche il vapore acqueo emesso da piante e animali. Questo stesso verrebbe trasformato in acqua pura e imbottigliato per la vendita al dettaglio nei ristoranti e nei supermercati situati ai livelli più bassi dell’edificio.

Diversi paesi che non possono produrre cibo per mancanza di spazio o per inadattabilità del terreno alle colture si sono mostrati interessati a questo futuristico progetto la cui idea di base (produrre cibo) poggia sul più alto valore del concetto di sostenibilità.  Lo skyfarming si propone infatti, oltre che di creare un sistema perfettamente funzionante di produzione di derrate alimentari  in grado di sfamare larghe fasce di popolazione, di diventare, scrive Despommier, “un importante centro per l’apprendimento per generazione di abitanti urbani grazie all’imitazione dei cicli di nutrienti, che di nuovo avranno luogo nell’ambiente che sarà riemerso intorno a loro dimostrando così l’intimo legale che ci unisce al resto del mondo”.

Elena Marcon

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende