Home » Idee » L’energia delle onde: il caso scozzese:

L’energia delle onde: il caso scozzese

novembre 23, 2009 Idee

Courtesy of Sean O'Flaherty

Se si pensa che l’acqua copre oltre il 70% della superficie terrestre, la sua importanza nel campo della produzione energetica sostenibile risulta immediatamente evidente. Una potente e continua fonte di energia rinnovabile, ogni giorno disponibile a costo zero – purché vi sia la giusta tecnologia.

Diverse società che sfruttano l’energia del mare, dell’oceano e dei fiumi si sono impegnate negli ultimi anni a lanciare apposite start up per lo sviluppo dei loro prototipi, cominciando in alcuni casi anche la fase di produzione su scala commerciale.

Grazie alla sua posizione geografica, la Scozia si è dimostrata particolarmente attiva nello sviluppo di tecnologie in grado di produrre energia sfruttando il moto ondoso dell’oceano, in prossimità della costa ma anche al largo, in una modalità rispettosa dell’ambiente ed economicamente conveniente.

La Green Ocean Energy Ltd di Aberdeen, in particolare, ha vinto il premio Inventor of the Month nel mese di aprile 2009, poiché ha utilizzato il software Autodesk Inventor per la realizzazione di due dispositivi galleggianti che convertono il moto ondoso in energia rinnovabile pulita; entrambi i dispositivi sono in grado di resistere alla potenza del moto ondoso dell’Oceano Atlantico, dove le onde possono raggiungere un’altezza di quasi 10 metri nel caso di temporali invernali. Il primo, Ocean Treader, assomiglia a una boa ormeggiata in mare aperto; Wave Treader, il secondo, ha un design simile, ma viene installato alla base dei piloni delle pale eoliche off-shore. Entrambi dispongono di due braccia che si alzano e si abbassano seguendo il moto ondoso e, tramite un sistema idraulico, fanno girare delle turbine producendo elettricità che addirittura, nel caso di Wave Treader, è poi convogliata negli stessi cavi di quelli della pala eolica. In questo modo si aumenta la quantità di energia prodotta, riducendo i costi di realizzazione e di gestione, particolarmente onerosi sia per l’eolico in mare aperto sia per gli impianti che sfruttano le onde.

Sempre scozzese è Aquamarine Power, con sede a Edimburgo, che ha sviluppato il più grande convertitore di energia del moto ondoso al mondo, Oyster®, presentato ufficialmente il 20 novembre. Oyster® è stato progettato, differentemente dai prototipi citati sopra, per sfruttare l’energia delle onde in prossimità della costa. Il macchinario, ormeggiato a circa 10 metri di profondità, come si può vedere in questo efficace video, consta di una parte basculante che oscilla a causa del moto ondoso; dei pistoni idraulici convogliano l’acqua verso la costa, dove viene fatta passare in un sistema di conversione che genera elettricità.

Già nel 2007 Pelamis Wave Power Ltd aveva invece creato Pelamis, un sistema con galleggianti che utilizza l’ampiezza dell’onda e in cui la struttura semisommersa trasferisce il movimento delle onde a pistoni idraulici accoppiati a loro volta con generatori elettrici. Pelamis è stato prima messo alla prova nelle isole Orcadi e l’anno successivo, nel 2008, è stato installato in Portogallo il primo impianto commerciale.

A quanto pare la Scozia ha dunque tutta l’intenzione di sfruttare le proprie caratteristiche geografiche e ambientali, grazie alle quali è stato stimato che abbia un potenziale di energia ricavabile dalle onde pari a oltre 14 Gigawatt, il 10% dell’intera Unione Europea.

Eva Filoramo

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

marzo 20, 2017

InSinkErator presenta il rubinetto antispreco 3N1: dall’acqua fresca filtrata alla bollente per cucinare

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, InSinkErator, multinazionale americana leader mondiale nel settore dei dissipatori alimentari, presenta sul mercato italiano il nuovo erogatore antispreco 3N1, in grado di far risparmiare una risorsa sempre più preziosa come l’acqua. L’utilizzo casalingo, con cucina e bagno in testa, è infatti tra le principali cause dello spreco di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende