Home » Green Economy »Idee » Nasce Greenfunding, la prima piattaforma di crowdfunding per la green economy:

Nasce Greenfunding, la prima piattaforma di crowdfunding per la green economy

ottobre 6, 2014 Green Economy, Idee

Giovedì 2 ottobre si è tenuto al Campus Luigi Einaudi dell’Università di Torino il 6° Salone Nazionale dell’Imprenditoria Femminile e Giovanile, organizzato dall’Associazione GammaDonna con l’adesione del Presidente della Repubblica. Tema del 2014: “Come sta cambiando l’Italia? I modelli imprenditoriali emergenti“, declinato in un convegno e quattro laboratori tematici. Protagoniste del LAB4 “Finanziamenti innovativi” – moderato da Giancarlo Rocchietti del Club degli Investitori - le piattaforme di crowdfunding, raccontate negli interventi di Angelo Rindone, fondatore di Produzioni dal Basso, Claudio Bedino di Starteed Andrea Gandiglio, presidente dell’Associazione Greencommerce, che ha anticipato il lancio di Greenfunding, la prima piattaforma italiana dedicata ai progetti della green economy, online da venerdì 10 ottobre. Ecco in anteprima, nel suo racconto, la genesi dell’idea e i prossimi passi…

Integrazione” e “sinergia” sono due parole spesso ripetute e forse abusate. Eppure io resto convinto che, se applicate concretamente e autenticamente, possano dare grandi risultati. L’idea di Greenfunding è partita da qui, più di un anno fa, da una domanda banale: come possiamo supportare meglio i produttori, le associazioni, i designer e tutti coloro con cui entra in contatto l’Associazione Greencommerce? In tempi di crisi la prima risposta è altrettanto banale e immediata: aiutandoli a trovare i soldi! La seconda, un po’più strutturata, è: costruendo per loro uno strumento che si integri bene con le altre realtà del network Greengooo!, così da poterne mettere a disposizione tutti i canali e i contatti.

Greenfunding vuole essere questo: uno strumento dedicato a chiunque abbia buoni progetti nell’ambito della green economy e della sostenibilità ambientale e voglia farli conoscere ad un pubblico più ampio e “in target”, comunicandoli e raccontandoli, per farne apprezzare il valore. E’così che funziona il crowdfunding (il “finanziamento dal basso”, da parte della gente comune), che nel mondo anglosassone sta crescendo ad un ritmo impressionante, con campagne che raccolgono dai donatori anche il 400% del proprio “target”, portando nelle casse dei migliori “proponenti” cifre a sei zeri, a colpi, magari, di 5 o 10 dollari con carta di credito e PayPal. Qui siamo in Italia, è vero, ma anche il crowd nostrano vanta ottime performance da parte di piattaforme generaliste consolidate, come Produzioni dal Basso, Eppela e altre.

Noi abbiamo voluto studiare umilmente l’esistente – con l’aiuto del nostro consulente e associato Carlo Boccazzi Varotto, ottimo conoscitore dell’innovazione digitale – e ci siamo divertiti a stravolgere alcune prassi consolidate, per creare una piattaforma “in salsa italiana”, specifica per il mondo della nostra green economy. Le campagne caricate su Greenfunding.it, ad esempio, potranno durare da 7 a 270 giorni, un’enormità rispetto all’usanza delle campagne tutte giocate sui due (massimo tre) mesi di ansia del “rush finale”. Noi vogliamo offrire entrambe le possibilità ai nostri “proponenti”: se hai un progetto già avviato e hai bisogno di “chiudere”, potrai fare una campagna flash dove ti giochi tutto (secondo il modello all-or-nothing) e concentri l’impegno in pochi giorni (bruciando la rubrica telefonica e la mailing list!) per raggiungere il risultato, ovvero il “budget” finale che, se non completato fino all’ultimo centesimo, ti fa perdere tutte le donazioni ricevute; se invece hai un progetto in fase iniziale (con almeno 10.000 euro di budget previsto), puoi pensare di sfruttare per intero un tempo anche superiore ai 90 giorni – non per cazzeggiare (che difficilmente porta buoni risultati), ma per organizzare road show, presentazioni e tutto quello che può servire a creare dei “picchi” di donazione.

La dinamica del rapporto con gli istituti di credito e gli investitori tradizionali, a questo punto, viene invertita: invece di andare a chiedere un mutuo con la sola “buona idea” in tasca (e vedersi sbattere la porta in faccia), il nostro progettista potrà arrivare dal direttore di filiale dopo aver dimostrato di saper mobilitare intorno al proprio progetto qualche centinaia (o migliaia) di persone, disponibili a sostenere, anche economicamente, l’idea (che evidentemente “ha mercato”).

La durata delle campagne e la modifica del rapporto creditizio sono solo due delle novità unconventional che vorremmo introdurre nei prossimi mesi, dopo il lancio della piattaforma, previsto in via definitiva per venerdì 10 ottobre. Abbiamo presentato Greenfunding, in anteprima assoluta, a fine settembre, ai ciclisti e appassionati di mobilità sostenibile, al Bike Pride 2014 e ora lo presenteremo, nel weekend dell’11 e 12 ottobre, sempre a Torino, agli agricoltori, vivaisti, giardinieri, produttori e appassionati di verde e buon cibo in occasione di Food & Flor 14, l’edizione autunnale di Flor14 accoppiata con il Mercato della Terra di Slow Food, a pochi giorni del Salone del Gusto. Se volete prendere spunti da chi “ce l’ha fatta” e raccontarci il vostro progetto venite a trovarci in Piazza Carlo Alberto, nello stand dell’Associazione Greencommerce, dove esporremo, tra l’altro, alcuni tra i più interessanti prodotti eco & bio realizzati dai “nostri” produttori. Poi sarà la volta, a fine ottobre, dei medici, a cui presenterò la piattaforma durante le 8° Giornate Mediche dell’Ambiente organizzate ad Arezzo dall’ISDE e, a fine novembre, ai geometri, architetti e ingegneri riuniti a Torino per la 27°edizione di Restructura. Perché un buon progetto “green” può nascere in qualsiasi settore!

Andrea Gandiglio

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende