Home » Idee »Smart City » Sorpasso storico: la bici corre più veloce dell’auto (nelle vendite):

Sorpasso storico: la bici corre più veloce dell’auto (nelle vendite)

ottobre 1, 2012 Idee, Smart City

Nelle società capitalistiche le rivoluzioni non si fanno (solo e sempre) scendendo in piazza ma anche (e soprattutto) con il portafoglio. Sono le nostre scelte di consumo a cambiare concretamente il mondo: il modo in cui spendiamo i soldi o la semplice scelta di non spenderli affatto (talvolta perché costretti dalla crisi) possono spostare l’ago della bilancia del consumo di territorio, dell’inquinamento dell’aria, della distruzione di risorse ambientali e naturali, della cementificazione delle nostre città e campagne.

La notizia che le vendite di biciclette, nel 2011, hanno superato quelle di auto ci racconta una di queste rivoluzioni, questa volta di proporzioni storiche. Ci racconta di un paese in cui le difficoltà economiche (ma forse anche una mutazione culturale) stanno allontanando sempre più cittadini dall’acquisto e dall’utilizzo di un’autoveicolo; fotografa una realtà in cui il semplice possesso della macchina è diventato di per sé un lusso, tra tasse, bolli, parcheggi e chi più ne ha più ne spenda; e restituisce la realtà di migliaia di persone che semplicemente, con la benzina a 2 euro, non possono più permettersi un pieno e preferiscono uscire a piedi, utilizzare i mezzi pubblici o, appunto, riscoprire la bicicletta.

Ma visto con le lenti della storia, questo sorpasso simbolico delle due ruote sulle quattro, diventa una pietra miliare nella storia del mondo occidentale. Sicuramente è presto per intonare il canto del cigno al sistema dell’automotive, e però forse davvero è arrivato al tramonto quel binomio motorizzazione-petrolio che ha retto per sessant’anni almeno lo sviluppo del capitalismo occidentale: insomma, se le vendite sono ripiombate ai livelli del 1964, è anche vero che negli anni Sessanta nel nostro Paese circolavano 1 milione e 800 mila mezzi, mentre nel 2008 il parco auto ha raggiunto la cifra di 35 milioni. Come si fa a aumentare ancora questa cifra? A chi si può pensare di vendere ancora auto?

Il fatto che nel 2011 si siano vendute più bici è quindi probabilmente frutto, in primo luogo, di un impoverimento generale – più che della maturazione della green economy – che porta a rinunciare a certi acquisti costosi (o quanto meno a dilazionarli nel tempo). E altri dati, come ad esempio l’aumento delle vendite di farina, ci dicono che molte persone stanno anche sfruttando questa crisi come occasione per ripensare il proprio palinsesto di consumi e il proprio stile di vita, cercando proposte e acquisti che guardino anche al benessere del territorio e dell’ambiente, oltre che a quello personale.

Presi per buoni questi dati, sorgono due considerazioni. La prima, è che il sistema dell’automotive, che tra fabbriche finali e indotto occupa nel nostro paese circa 500 mila persone (!), o cambia o muore: in ballo non ci sono solo le scelte industriali di un’azienda (ogni riferimento è puramente voluto), ma centinaia di migliaia di posti di lavoro e soprattutto la direzione che si vuole dare al Paese, al suo futuro produttivo, alla possibilità di intercettare mercati e settori, come quelli della mobilità sostenibile, ad alto tasso di innovazione tecnologica. Si tratta, è evidente, di un problema che interroga anche la politica, oltre che appunto le imprese: che cosa ne pensano in proposito Monti e Passera?

La seconda considerazione è che, forse, è arrivato il momento di ripensare le città per mettere al centro, per la prima volta, i pedoni e i ciclisti e non più le automobili. In Italia, ancora oggi, solo il 4% degli spostamenti viene effettuato sulle due ruote e questo perché la viabilità è ancora pensata principalmente in funzione delle macchine. Le scelte di consumo dei cittadini, a saperle ascoltare, ci stanno chiedendo di cambiare.

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ecotessitrici della Sardegna, un filo che arriva fino all’arcipelago giapponese di Okinawa

giugno 28, 2017

Ecotessitrici della Sardegna, un filo che arriva fino all’arcipelago giapponese di Okinawa

Un legame stretto, nonostante 10 mila chilometri di distanza, tra la Sardegna e l’arcipelago di Okinawa in Giappone. Isole che condividono la lunga aspettativa di vita, sono tra le popolazioni  più longeve del mondo. Merito di uno stile di vita semplice e sano. Ma un altro filo che unisce  è la custodia di antiche tradizioni, come  la [...]

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

giugno 27, 2017

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

Bellezze naturali e attrazioni turistiche: sono numerosi i punti di interesse che anche quest’anno cicloturisti e trekker potranno raggiungere grazie al TrenoBus delle Dolomiti, il servizio intermodale che offre ai ciclisti e agli amanti del trekking la possibilità di percorrere le piste ciclabili dell’intero anello dolomitico e di passeggiare nel cuore dei numerosi punti di [...]

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende