Home » Idee » Uptu: Torino chiede ai cittadini la “big idea” per essere smart:

Uptu: Torino chiede ai cittadini la “big idea” per essere smart

settembre 24, 2012 Idee

Non può esistere una smart city senza una smart community. Più chiaramente: è impossibile ottenere una città intelligente, innovativa, partecipata e inclusiva se questo cambiamento non attraversa anche chi la abita. Certo, la cosa non è una novità e viene ormai data per scontata da tutti gli osservatori e da chi, negli enti pubblici così come nelle aziende, si confronta ogni giorno con i temi della città del futuro. Perché i cittadini diventino smart, però, c’è appunto bisogno di un cambiamento, che passi attraverso un rinnovamento culturale, ma anche di strumenti che consentano di esprimere queste idee nuove.

Uno di questi strumenti, nato a Torino, città che sta percorrendo la strada verso il modello smart city, è Uptu, un social network multilingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese) che ha l’obiettivo di ospitare e costruire le smart communities.

Uptu – spiega Alvise Rossano, AD di At work, la società torinese che ha sviluppato la piattaforma  - nasce come una soluzione che coniuga le nuove tecnologie a fianco di quelli che possono essere i nuovi processi di collaborazione tra cittadini, enti pubblici e altri soggetti del territorio in cui le tecnologie sono a supporto del cambiamento”. Il social permette di raccogliere informazioni geolocalizzate, legate cioè al luogo in cui sono state raccolte, che alimentano quei “meccanismi partecipativi” alla base delle smart city. La vera risorsa è dunque il cittadino: “Come dice un professore americano, è il sensore intelligente, perché vive nel territorio, sa quali sono i problemi e li può comunicare a vantaggio della comunità”. Ma può anche, conoscendo bene un quartiere, inventarsi soluzioni per  renderlo migliore. E magari discuterle su Uptu, comunicarle a un amico, un consigliere di quartiere, a un’amministrazione, ad un’associazione che si occupa di quel settore.  Alla base di Uptu c’è appunto il concetto di comunità, che parte dal condominio e si espande a un territorio, passando per il quartiere e al città. Tutti ambiti in cui, sottolinea Rossano, “il cittadino costruisce la sua progettualità sociale”.

E’ proprio su Uptu che la Città di Torino ha deciso di lanciare, a metà settembre, un contest rivolto alla cittadinanza, dal titolo Torino Smart Idea, con lo scopo di raccogliere idee per una città più smart, con il patrocinio di Fondazione Torino Smart City, delle Circoscrizioni II, IV, VIII e la collaborazione della Social Media Week, in programma dal 24 al 28 settembre. Il termine per presentare le soluzioni smart scade domani, martedì 25 settembre. Quattro le aree tematiche: mobilità intelligente, consumi sostenibili, risparmio energetico e sviluppo delle economie locali. Dalle idee proposte dai cittadini potranno poi nascere progetti di ecosostenibilità urbana e nuovi servizi, “avviando una progettualità partecipata che – spiega il Comune di Torino –  affronti la ridefinizione dei servizi al cittadino a partire dai bisogni concreti e dalle opportunità offerte dalle nuove tecnologie”.

Torino Smart Idea, spiega l’assessore all’Ambiente di Torino Enzo Lavolta, “è una preziosa opportunità per ascoltare le voci dei tanti torinesi che hanno qualcosa da dire. Per fare una smart city ci vogliono smart citiziens e da questo punto di vista Torino può contare su un capitale inestimabile. E’ a loro che mi rivolgo: partecipate numerosi! Abbiamo bisogno delle vostre idee per una Torino sempre più smart”. La prospettiva a cui guarda la città, infatti, è di “una comunità smart connessa in rete, attraverso strumenti quali il social network Uptu, e in costante relazione e contatto con l’amministrazione comunale”.

In questi giorni, e fino al 28 settembre, il team di Uptu incontrerà i torinesi nei luoghi in cui si ritrovano e vivono la città: ci saranno eventi nei locali più frequentati dai giovani, lezioni e riunioni partecipate con gli studenti delle scuole superiori e con i ragazzi disabili, attività con le associazioni di quartiere. La premiazione delle idee smart è prevista per il 28 settembre, nell’ambito della Social Media Week in corso a Torino e in contemporanea in altre 12 città di tutto il mondo: la giuria presieduta dall’assessore Lavolta decreterà i vincitori, che saranno chiamati ad intervenire sul palco della Casa del Quartiere di San Salvario, in un incontro moderato dal direttore editoriale di Greenews.info.

Veronica Ulivieri

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

giugno 5, 2017

Roadmap per la mobilità sostenibile. Il Ministero presenta il documento di analisi

E’ stato presentato il 30 maggio a Roma, in un evento alla presenza del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del viceministro ai Trasporti Riccardo Nencini, il documento “Elementi per una Road map della mobilità”, redatto con il supporto scientifico di RSE – Ricerca Sistema Energetico. Il testo è frutto dei contributi forniti dai partecipanti al [...]

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

giugno 5, 2017

Con il packaging “Attivo” di Bestack le fragole si conservano di più

Nell’aspetto sembra una cassetta qualunque, ma grazie a un innovativo brevetto, frutto di cinque anni di studi universitari, è uno strumento intelligente contro lo spreco alimentare: consente infatti di ridurlo in modo significativo. È il packaging “Attivo” che Bestack – il consorzio non profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – ha messo [...]

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

giugno 1, 2017

TOBike: una caccia al tesoro urbana per festeggiare i 7 anni

Dopo i 20 anni di Cinemambiente, nella Torino “green” si celebra un altro compleanno: [TO]BIKE, il servizio di bike sharing cittadino, compie sette anni. Inaugurato nel 2010, dalla sua attivazione ad oggi ha registrato 27.500 abbonati annuali, che ogni anno percorrono sulle oltre 1.100 biciclette gialle circolanti in città circa 3.700.000 chilometri. Come già lo scorso anno l’intento [...]

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

maggio 31, 2017

Buon compleanno Cinemambiente! A Torino apre l’edizione n. 20

La 20° edizione del Festival Cinemambiente è la prima che si tiene nell’Antropocene, la nuova epoca geologica segnata dalle attività umane, da poco formalmente riconosciuta dalla società scientifica internazionale. La coincidenza temporale sarà lo spunto ideale per “Il punto” di Luca Mercalli, che apre ufficialmente il cartellone degli appuntamenti (alle ore 21 di stasera al [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende