Home » Green Economy »Idee » Valentino Fresia: attenzione, lo “smog” non è solo fuori dalla finestra!:

Valentino Fresia: attenzione, lo “smog” non è solo fuori dalla finestra!

febbraio 1, 2016 Green Economy, Idee

L’aria che respiriamo per strada è pericolosa, come ci confermano ancora una volta le cronache di questi giorni, ma purtroppo non basta chiudere la finestra, perché quella che circola dentro casa o negli ambienti di lavoro non è meno velenosa. Lo sanno bene nonne e mamme, che le finestre, al contrario, le hanno sempre spalancate per “cambiare l’aria” e far uscire quella “viziata”. Saggezza popolare, tramandata di generazione in generazione, che oggi, in un ambiente indoor sempre più appestato da emissioni nocive aiuta, ma non basta certo, a risolvere il problema dell’inquinamento tra le mura domestiche.

Ne abbiamo parlato con Valentino Fresia, un imprenditore la cui vita, privata e professionale, si è intrecciata – anche drammaticamente – con la qualità dell’aria e che, per questo, si batte da tempo per una maggiore attenzione verso l’”atmosfera casalinga”. Gli danno ragione, del resto, anche i numeri, visto che la cattiva aria che respiriamo negli spazi chiusi, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, provoca addirittura più decessi di quella esterna:  circa 4,3 milioni contro i 3,7 milioni negli spazi aperti.

Fresia non è solo un imprenditore della green economy – da oltre dieci anni produce e vende prodotti per l’edilizia nati dal recupero e dalla rigenerazione dell’alluminio - ma anche un uomo che lotta per nuovi stili di vita orientati alla salute e ad una migliore qualità ambientale.Sono un ex malato di tumore al sangue, Linfoma non Hodgkin, mi sono sottoposto a pesanti cicli di chemioterapia, ho fatto l’autotrapianto, poi ho combattuto con la setticemia e la guarigione“, ci confessa. La sua storia, per certi versi simile a tante altre testimonianze sul cancro, ha una particolarità: per battere la malattia e soprattutto per prevenire altri problemi di salute si è immerso nello studio della “medicina naturale”.

Una svolta umana profonda nel 2013 – cinquant’anni appena festeggiati, sposato e con due figli – anno in cui si è ammalato, che lo ha portato a prendere decisioni importanti: “Sono diventato vegetariano, mi sono curato con le medicine naturali, ho studiato le componenti psicologiche della malattia, ho sperimentato l’autoipnosi, sono diventato molto sensibile ai temi psicologici e ai conflitti interiori. La malattia mi ha portato ad una maggiore sensibilità ai temi della salute. Prima ero attento, ma in modo superficiale…“.

La crisi provocata dal tumore Valentino l’ha affrontata con “energia, determinazione e competenze acquisite”, quelle della “scienza ecologica” che oggi lo portano, più di prima, ad impegnarsi nella green economy – sia attraverso la sua azienda che con una comunicazione continua sui rischi ambientali. “Penso ad una società dove i genitori insegnino ai propri figli non solo l’importanza di lavarsi i denti e le mani ma anche di stare attenti all’aria della propria stanza!“. Educazione e informazione. Nel sito internet della sua azienda (a cui Greenews.info già nel 2013 dedicò una puntata di Campioni d’Italia) la comunicazione commerciale non esaurisce i contenuti, ma si dedicano uno spazio e un’attenzione non comuni a notizie scientifiche e ambientali: dalla conferenza sul clima di Parigi al collegato ambientale del governo, dallo scandalo Volkswagen alle Smart City.

“Sono particolarmente legato ai temi della salute, alla prevenzione. L’esperienza del tumore è stata una esperienza forte, ma positiva. Il tumore si può e si deve prevenire. Grazie, per esempio, alla corretta alimentazione. Purtroppo poca attenzione, invece, viene data dai mass media alla qualità dell’aria interna. Il 27 Ottobre l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS ) ha dichiarato che la carne rossa ha conseguenze sui tumori, ma i media non hanno dato lo stesso risalto ai milioni di morti provocati dall’inquinamento dell’aria interna“. Per Valentino c’è ancora molto da lottare per una corretta ventilazione. Problema sottovalutato, ma come certificano anche gli organismi internazionali, tutto da risolvere. Gli uffici pubblici sono sottoposti di frequente a controlli per verificare la qualità dell’aria, negli ospedali l’aria è filtrata, ma c’è da investire anche sulla buona aria quotidiana di casa. “La tecnologia del filtraggio dell’aria oggi è alla portata di tutti. Il nostro obiettivo è proporre il lavaggio dell’aria negli alloggi dove viviamo e trascorriamo il 90% del nostro tempo. Esistono delle soluzioni in commercio, disponibili, a costo negativo (recuperabile cioè con gli incentivi, NdR) che filtrano l’inquinamento dell’aria interna e esterna“.

L’assunto fondamentale è che ridurre l’inquinamento permette il risparmio energetico e quindi minori costi economici.Io propongo un innovativo sistema di Ventilazione Meccanica Controllata, dotato di filtri molto efficienti, che assicura il corretto ricambio dell’aria perché immette aria nuova e filtrata e permette l’espulsione per sovrapressione di quella inquinata. Un dispositivo, posizionato tra il traverso superiore del telaio finestra e il muro, preleva l’aria dall’esterno, la filtra e la immette nell’ambiente tramite il ventilatore. Un sistema “leggero”, facile da applicare, con cui Fresia intende portare avanti una battaglia che non è solo commerciale, ma anche culturale.

Gian Basilio Nieddu

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fulgar: crescono le vendite del filato riciclato Q-Nova e del bio-based EVO

maggio 28, 2018

Fulgar: crescono le vendite del filato riciclato Q-Nova e del bio-based EVO

Secondo le più recenti ricerche di mercato cresce sempre più il numero di consumatori a caccia non solo di capi di abbigliamento “fashion” e performanti, ma anche “etici” e soprattutto ecosostenibili. Assicurare la piena tracciabilità dei propri capi e poter contare su partner di filiera affidabili e orientati all’innovazione e alla riduzione degli impatti ambientali, [...]

Sappada, primo Comune d’Italia a certificare la “gestione sostenibile della comunità”

maggio 28, 2018

Sappada, primo Comune d’Italia a certificare la “gestione sostenibile della comunità”

Il 10 maggio scorso al Comune di Sappada, in Friuli, è stata attribuita la prima certificazione ISO 37101 “Gestione sostenibile delle comunità”, uno standard nato per aiutare le Comunità ad attuare una strategia di sviluppo sostenibile includendo il contesto economico, sociale e ambientale. Il protocollo definisce, in sostanza, le azioni che una Comunità deve mettere in campo [...]

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende