Home » Idee »Nazionali »Normative »Politiche » Bravo professore, finalmente qualcosa di “green”!:

Bravo professore, finalmente qualcosa di “green”!

settembre 17, 2012 Idee, Nazionali, Normative, Politiche

Da tempo attendevamo che il Presidente del Consiglio più “tecnico” di sempre dicesse qualcosa di veramente “green”. Nulla nel discorso di insediamento, nulla di significativo negli interventi in sede europea, uso quasi inesistente del termine “green economy” (a quanto ci risulta – e saremmo felici di sbagliarci), nessun endorsement al Ministro Passera quando, nel dicembre scorso, si sbilanciò sulla fiscalità ecologica. Venerdì 14 settembre, Mario Monti ha invece commentato il ddl quadro in materia di valorizzazione delle aree agricole e di contenimento del consumo di suolo, presentato insieme al Ministro delle Politiche Agricole Mario Catania: «negli ultimi 40 anni – ha ricordato il professore – è stata cementificata un’area pari all’estensione di Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna: un fenomeno di proporzioni sempre più preoccupanti».

Monti ha anche precisato che la superficie agricola coltivabile è scesa, negli ultimi 40 anni, da 18 a 13 milioni di ettari. Da qui l’importanza di un provvedimento che «mira anzitutto a garantire l’equilibrio tra i terreni agricoli e le zone edificate o edificabili, ponendo un limite massimo al consumo di suolo e stimolando il riutilizzo delle zone già urbanizzate».  Un sacrosanto e attesissimo intervento, dunque, che ripaga gli sforzi decennali delle associazioni ambientaliste che si sono battute su questo difficilissimo fronte, da Italia Nostra a Legambiente, dal Wwf al FAI e molte altre, senza dimenticare gli eroici amministratori della “cubatura zero”, ben rappresentati dal sindaco di Cassinetta di Lugagnano, Domenico Finiguerra.

Il ddl quadro emerso dall’ultimo Consiglio dei Ministri, se approvato in via definitiva dal Parlamento, dovrà servire a contrastare lo sperpero di terreni agricoli, particolarmente critico in aree altamente produttive e, al tempo stesso, fertili, come la Pianura Padana. Uno scempio che ha, per altro, «effetti negativi sul paesaggio, sul turismo, oltre a minare la sicurezza dei territori incidendo sull’assetto idrogeologico». Ma servirà anche, indirettamente, a rilanciare il mercato delle ristrutturazioni, come rilevato dal Sole 24 Ore. Riqualificare il patrimonio immobiliare esistente (in gran parte obsoleto e risalente agli anni ’60 e ’70), risulterà infatti più vantaggioso anche dal punto di vista economico e consentirà di migliorare l’efficienza energetica degli edifici.

Fondamentale sarà la revisione (prevista dal ddl) del sistema degli oneri di urbanizzazione, con l’abrogazione – scrive sempre Il Sole 24 Ore – della norma che consente ai comuni di fare cassa con i contributi di costruzione, distogliendoli dal finanziamento delle opere per le quali sono richiesti.”  Ovvero l’interruzione di un circolo vizioso devastante e pericolosissimo che, di fatto, ha visto, negli anni, molti amministratori pubblici complici – per furbizia o disperazione – dei costruttori più spregiudicati.

Plaude all’iniziativa del Governo anche l’Istituto Nazionale di Urbanistica, che auspica, tuttavia, un iter di legge in cui «vengano superati alcuni limiti presenti nella proposta, come l’individuazione delle aree agricole sulla base delle previsioni della strumentazione urbanistica o la stessa proposta di contenimento del consumo di suolo alle sole aree agricole, dimenticando l’ampio patrimonio naturalistico non coltivato, anch’esso fonte di equilibrio ecologico e qualità paesaggistica». Ma soprattutto sollecita l’applicazione di strumenti di contrasto al consumo di suolo più efficaci, come «un nuovo regime fiscale che penalizzi tale consumo e incentivi il necessario processo di riqualificazione urbana, sulla scorta delle migliori esperienze europee in materia».

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

dicembre 5, 2016

Greening the Islands Net: il nuovo laboratorio online di buone pratiche per le isole del mondo

Il tempo è scaduto, le isole rischiano di sparire a causa degli effetti dei cambiamenti climatici. Le istituzioni a livello internazionale dovrebbero prenderne atto e agire velocemente per contrastare il fenomeno e supportare l’innovazione tecnologica nelle isole. È l’appello che arriva dalle istituzioni e popolazioni delle isole che oggi sono in prima linea ad affrontare, [...]

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

dicembre 5, 2016

Giornata Mondiale del Suolo: People4Soil chiede principi e regole vincolanti

Immaginate una nazione di medie dimensioni, come l’Ungheria, il Portogallo o la Repubblica Ceca. Ora immaginate l’intera area di quella nazione ricoperta da cemento e asfalto: è grossomodo la superficie di suoli agricoli che negli ultimi 50 anni è stata “consumata” da insediamenti e infrastrutture nei 28 paesi dell’Unione Europea. Il suolo continua ad essere [...]

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende