Home » Normative » Detrazioni del 55% confermate dal Senato:

Detrazioni del 55% confermate dal Senato

dicembre 9, 2010 Normative

Senato, Courtesy of prontoazienda.comE’ ufficiale, la detrazione fiscale del 55% è legge dello Stato. E, addirittura, potrebbe diventare una misura permanente, cioè strutturale, prevista dall’ ordinamento fiscale vigente e non più, dunque, soggetta a continue proroghe.

Come anticipato in un precedente articolo, già la Camera dei Deputati (in sede di approvazione della Legge di Stabilità) si era pronunciata a favore della proroga del “bonus” fiscale, che premia chi effettua interventi di riqualificazione energetica degli edifici, favorendo economia ed ambiente. Anche il Senato della Repubblica, nella seduta del 7 dicembre, ha approvato, senza alcuna modifica, il testo già licenziato dalla Camera. Il meccanismo delle detrazioni fiscali del 55% è prorogato dunque per tutto il 2011.

Chi (privato, libero professionista o azienda) deciderà di effettuare lavori di riqualificazione energetica dei propri immobili (che si dovranno concludere entro il 31 dicembre 2011) potrà portare in detrazione dalla propria dichiarazione dei redditi ( Irpef o Ires, a seconda che si tratti di reddito di persone fisiche o di reddito derivante dalla attività di impresa) il 55% delle spese sostenute. Ma, se le procedure per ottenere i benefici (compreso l’invio della documentazione all’Enea), le tipologie di lavori ammessi e i limiti massimi di spesa ammissibili per la detrazione rimangono gli stessi, tuttavia cambia il periodo temporale su cui le spese possono essere ripartite, con successive dichiarazioni di redditi da cui potranno essere detratte. Non più, dunque, in cinque rate annuali di pari importo, come in precedenza, bensì, nella nuova formulazione appena approvata, in dieci rate di pari importo, da portare in detrazione con dieci successive dichiarazioni dei redditi.

La modifica è positiva o negativa ? Difficile dirlo, dipenderà soprattutto dai redditi di ciascun contribuente che, quindi, rivolgendosi al proprio commercialista, dovrà attentamente ponderare la propria situazione. E’ probabile, tuttavia, che i contribuenti con maggior reddito e, quindi, con maggior pressione fiscale, trovassero più conveniente portare in detrazione le spese in cinque anni e, quindi, con delle rate più alte da sottrarre ad una dichiarazione dei redditi già gravosa. Chi ha minori redditi o, addirittura, è fiscalmente incapiente o vanta un credito di imposta nei confronti dello Stato, potrebbe trovare più conveniente, al contrario, spalmare la detrazione su più dichiarazioni, anche perché non è data la possibilità di recuperare la parte di detrazione che dovesse rimanere esclusa dalla dichiarazione dei redditi dell’anno di riferimento, essendo le rate obbligatoriamente  fisse e di pari importo.

Se, ad esempio, un contribuente deve pagare allo Stato mille euro di tasse, ma ha diritto a detrarre duemila euro per quell’anno fiscale, non pagherà nulla per l’anno in questione ma non potrà sommare i mille euro rimasti con l’importo da detrarre con la dichiarazione dei redditi dell’anno di imposta successivo. Quei mille euro, dunque, andrebbero per cosi dire, persi…

La ripartizione temporale delle detrazioni, del resto, è un punto piuttosto delicato ( è stato anche oggetto di polemica politica)  perché deve necessariamente tenere di conto di questioni di equità fiscale con i problemi legati al gettito fiscale necessario allo Stato. E infatti gli interventi volti a modificare, dal 2007 ad oggi, il meccanismo delle detrazioni, si sono concentrati perlopiù sulla ripartizione temporale. Si tratta, infatti, della quarta modifica in cinque anni. Nel 2007 le rate erano tre, poi sono aumentate (2008)  fino a dieci, con possibilità di scegliere se aderire all’uno piuttosto che all’altro sistema di ripartizione . L’anno scorso, poi, la modifica a cinque rate, per finire con l’attuale ritorno, obbligatorio per tutti, senza possibilità di scelta, a dieci rate. Agendo sul numero di rate, infatti, il legislatore ha via via modulato l’impatto dell’agevolazione per le casse pubbliche. Insomma, anche fare del bene all’economia e all’ambiente, è un costo per lo Stato, che deve compensare le minori entrate derivanti dal minor gettito fiscale. Di contro, a parziale compensazione, ci si attendono benefici dall’ emersione del sommerso, con maggiori entrate Iva, nonché benefici ambientali ed economici per il “Sistema Paese” e l’indotto che le detrazioni del 55% hanno dimostrato, in questi anni, di poter creare. Importantissima, da questo punto di vista, l’annunciata stabilizzazione del meccanismo delle detrazioni fiscali. Viste le richieste degli operatori del settore, infatti, il Governo ha annunciato che il meccanismo delle 55% potrebbe essere messo a regime ed inserito, addirittura, nel Testo Unico delle Imposte sui Redditi.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende