Home » Normative » Direttiva Ecodesign: sul mercato solo più caldaie a condensazione:

Direttiva Ecodesign: sul mercato solo più caldaie a condensazione

ottobre 30, 2015 Normative
La direttiva europea 2005/32/CE del luglio 2005, per la progettazione ecocompatibile dei prodotti che consumano energia – meglio nota come “Eco-design” – dopo 10 anni entra in azione. Da settembre 2015, è scattato infatti l’obbligo, per i produttori, di immettere sul mercato solamente caldaie a condensazione, ovvero caldaie in grado di ottenere un rendimento termodinamico superiore al 90% grazie al recupero del calore di condensazione del vapore acqueo contenuto nei fumi della combustione, con una conseguente riduzione delle emissioni di NOx e CO2.
Tutti i produttori dovranno pertanto attenersi, già in fase di progettazione, alle nuove regole, per migliorare l’efficienza energetica e ridurre l’impatto ambientale dei dispositivi durante l’intero ciclo di vita. Una vera e propria rivoluzione destinata a cambiare, nei prossimi anni, lo scenario del riscaldamento domestico. La tendenza europea sarà, infatti, sempre più rivolta all’ottimizzazione del rendimento energetico, alla valorizzazione e integrazione delle fonti rinnovabili e alla diversificazione energetica .

Per questo motivo, sono state introdotte, in parallelo, nuove etichettature energetiche per individuare, con immediatezza, l’efficienza delle caldaie, secondo una classificazione energetica da A++ a G per gli apparecchi per riscaldamento e da A a G per i dispositivi di produzione dell’acqua calda sanitaria.

L’obbligo, per il momento, riguarda comunque solamente l’immissione sul mercato delle nuove caldaie, da parte dei produttori, e non l’installazione. Caldaie non a condensazione fabbricate prima del 26 settembre 2015, potranno ancora essere montate (per consentire ai produttori di esaurire le scorte di produzione), così come quelle “a camera aperta”, quando non sia possibile effettuare la sostituzione di una vecchia caldaia per problemi legati alla canna fumaria collettiva di alcuni condomini o altri edifici multifamiliari.

E’bene inoltre ricordare che le caldaie a condensazione possono beneficiare degli incentivi fiscali per la riqualificazione energetica del 65%, estesi a tutto il 2016.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende