Home » Normative » Il Senato salva i certificati verdi:

Il Senato salva i certificati verdi

luglio 7, 2010 Normative

certicati verdi, Courtesy of Hispanico reloaded, Flickr.comI certificati verdi sono salvi. La Commissione bilancio del Senato ha infatti riscritto l’articolo 45 della manovra finanziaria che faceva scomparire l’obbligo di riacquisto, da parte del GSE (Gestore Servizi Elettrici), dei certificati verdi rimasti invenduti sul mercato.

L’emendamento presentato dal relatore Antonio Azzolini reintroduce invece tale obbligo, ma assicura che, dal 2011, l’importo complessivo per tali acquisti sia inferiore del 30% rispetto all’anno in corso e che “almeno l’80% di tali riduzioni provenga dal contenimento della quantità di certificati verdi in eccesso”. In pratica, per evitare che una quota rilevante dei certificati verdi resti invenduta, il Gestore dovrà acquistarli a prezzi inferiori rispetto a quelli di mercato, in modo da incentivare la domanda.

La norma è stata riscritta dopo un aspro dibattito che, per una volta, aveva visto confluire sulle stesse posizioni sia i movimenti ambientalisti, sia le associazioni di imprenditori, sia i sindacati. Due le preoccupazioni comuni: da un lato infatti si temeva che il mancato obbligo di riacquisto penalizzasse le imprese e le aziende che avevano investito in forme di energia verde. Dall’altro il timore era che si riducesse il cammino dell’Italia verso uno sviluppo eco-sostenibile, provocando la contrazione di un settore con ampie possibilità di crescita, come quello della green economy.

Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, si è dichiarata soddisfatta perché il testo precedente “avrebbe completamente bloccato il settore che invece può creare crescita e nuova occupazione“.

Ma che cosa sono i certificati verdi? Si tratta di titoli, che corrispondono a determinate quote di energia rinnovabile, che le imprese più inquinanti sono tenute per legge a comprare a un prezzo superiore rispetto a un normale chilowatt/ora. Nel 2009 in Italia però la quota di CV rimasti invenduti (e quindi riacquistati dal GSE) valeva ancora circa 600 milioni di euro.

Questa decisione conferma le linee del PAN, il Piano di Azione Nazionale per le energie rinnovabili, messo a punto dal Ministero dello Sviluppo Economico a giugno di quest’anno, come richiesto dalla Commissione Europea. Il documento delinea gli interventi e le politiche per il raggiungimento degli obiettivi del “20-20-20” , cioé ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra, portare al 20% il risparmio energetico e aumentare al 20% il consumo da fonti rinnovabili, entro il 2020.

Nel dettaglio, il Piano prevede che le energie rinnovabili dovranno coprire il 6,38% dei consumi legati ai trasporti, il 28,97% dei consumi nel comparto elettrico e il 15% nell’ambito del riscaldamento e raffreddamento.

Il Piano prevede, inoltre, di intervenire sul quadro dei meccanismi di incentivazione, come il Conto Energia, l’agevolazione fiscale per gli edifici costruiti o ristrutturati secondo criteri di riduzione dell’impatto ambientale, l’obbligo della quota di biocarburanti. E i certificati verdi, che il nuovo emendamento approvato al Senato torna a difendere.

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende