Home » Finanziamenti »Normative » Le regioni dicono no al Quarto Conto Energia:

Le regioni dicono no al Quarto Conto Energia

aprile 29, 2011 Finanziamenti, Normative

Le Regioni hanno detto “no” alla bozza del Quarto Conto Energia così come presentata dal Governo. In attuazione del Decreto Romani (in vigore dal 5 Marzo scorso), entro il 30 aprile era prevista l’emanazione di un decreto che ridefinisse il regime degli incentivi per la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici: il cosiddetto Quarto Conto Energia. Ma in sede di Conferenza Unificata le Regioni non hanno trovato un accordo e le criticità emerse nella precedente seduta sono rimaste insolute.

Lo scorso 20 Aprile, su sollecitazione dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dell’UPI (Unione Province Italiane) la Conferenza Stato-Regioni aveva chiesto un ulteriore rinvio e la nuova riunione era stata fissata per il 28 Aprile. Ma anche ieri la seduta si è conclusa con un nulla di fatto. Vasco Errani, presidente della Conferenza Stato-Regioni, nell’annunciare la mancata approvazione della bozza, ha detto che le Regioni sono in disaccordo su due punti fondamentali: la riduzione degli incentivi, ritenuta troppo brusca e il problema dei diritti acquisiti che, stando così le cose, non sarebbe affatto risolto.

Una parziale rassicurazione per gli operatori del fotovoltaico è arrivata, comunque, dal Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Stefano Saglia: al termine della Conferenza Stato Regioni, Saglia ha infatti annunciato che gli incentivi attuali per il fotovoltaico, quelli del Terzo Conto Energia, saranno prorogati e, anziché  perdere la loro validità con la fine del mese di maggio, resteranno in vigore fino al 31 agosto prossimo.  Saglia ha aggiunto che il decreto attuativo sarà comunque firmato oggi dai Ministri Romani e Prestigiacomo, ovvero appena in tempo, dato che la scadenza per l’emanazione del decreto era stata fissata proprio al 30 Aprile.

Il decreto accoglierà una delle proposte avanzate dalle Regioni, cioè la promozione della bonifica dell’amianto attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici, una proposta accolta proprio nella Giornata della Memoria delle Vittime dell’Amianto. Non ci sarà spazio, invece, per le altre richieste avanzate durante la Conferenza Stato Regioni, cioè la maggiore salvaguardia degli investimenti in corso (secondo le Regioni necessaria per la tutela della filiera italiana del fotovoltaico) e la riduzione degli incentivi con maggiore gradualità.

Il Ministro dell’ Ambiente Stefania Prestigiacomo ieri mattina aveva dichiarato: “il nuovo provvedimento sulle rinnovabili è equilibrato, attento allo sviluppo del settore, assicura gli investimenti in corso e crea un quadro normativo positivo per gli investimenti futuri”. “Il confronto con le Regioni può essere l’ultimo doveroso e utile passaggio istituzionale, a valle di un processo di consultazioni e dialogo che ha interessato tutti gli operatori del settore e le parti sociali”. “Con le Regioni c’è un accordo su quasi tutto, anche se su alcuni punti è in corso un approfondimento tecnico”. E aveva aggiunto: le Regioni “chiedono che il regime del terzo Conto Energia sia prorogato fino alla fine dell’anno. Noi su questo punto siamo contrari e possiamo mediare fino alla fine del mese di agosto”.

E così è stato: il Quarto Conto Energia, dunque,  disciplinerà il sistema di incentivazione degli impianti fotovoltaici che entreranno in esercizio tra il 1° settembre 2011 (il 1° giugno nella prima versione del decreto) e il 31 dicembre 2016. La bozza  prevede un obiettivo nazionale di potenza installata di circa 23.000 MW corrispondente a 6/7 miliardi di euro all’anno di spesa per lo Stato. Il nuovo regime di sostegno si basa sul modello cosiddetto “tedesco”, con obiettivi temporali progressivi di potenza installata e  previsioni annue di spesa. Il superamento delle previsioni determina una ulteriore riduzione per il periodo successivo.

Il Quarto Conto Energia, tuttavia, potrebbe nascere già tra ulteriori contestazioni: oltre alle prese di posizione delle associazioni imprenditoriali italiane e degli ambientalisti, nei giorni scorsi un gruppo di operatori stranieri, Photovoltaic Operators Investors (tra di essi AES Solar Energy BV, Akuo Energy Sas, Fotowatio Renewable Ventures, Martifer Solar  S.A., Siliken S.A. Solarig N-Gage S.A. e Wurth Solar GmbH & co. KG) ha infatti avviato un’azione legale contro lo Stato Italiano. Gli operatori ricordano di aver avviato in Italia importanti investimenti nel settore dell’energia solare, sulla base di previsioni normative decise nell’agosto 2010 (Terzo Conto Energia) e di essersi ritrovati, tuttavia, con un quadro diverso nel giro di soli 3 mesi dalla data di entrata in vigore. Inoltre il Quarto Conto Energia avrebbe contenuti fortemente peggiorativi, per di più retroattivi e discriminanti. Tali previsioni violerebbero gli obblighi derivanti  dal Trattato di Promozione e Tutela degli Investimenti, previsto dall’Articolo 10 del Trattato sulla Carta dell’Energia. Gli investitori, in sostanza, auspicavano un provvedimento più equo, così da tutelare e non pregiudicare gli investimenti già intrapresi. Ma il Quarto Conto Energia, per mancanza di tempo, sarà approvato oggi senza sostanziali modifiche rispetto a quanto richiesto dagli imprenditori stranieri.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende