Home » Finanziamenti »Normative » Le regioni dicono no al Quarto Conto Energia:

Le regioni dicono no al Quarto Conto Energia

aprile 29, 2011 Finanziamenti, Normative

Le Regioni hanno detto “no” alla bozza del Quarto Conto Energia così come presentata dal Governo. In attuazione del Decreto Romani (in vigore dal 5 Marzo scorso), entro il 30 aprile era prevista l’emanazione di un decreto che ridefinisse il regime degli incentivi per la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici: il cosiddetto Quarto Conto Energia. Ma in sede di Conferenza Unificata le Regioni non hanno trovato un accordo e le criticità emerse nella precedente seduta sono rimaste insolute.

Lo scorso 20 Aprile, su sollecitazione dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dell’UPI (Unione Province Italiane) la Conferenza Stato-Regioni aveva chiesto un ulteriore rinvio e la nuova riunione era stata fissata per il 28 Aprile. Ma anche ieri la seduta si è conclusa con un nulla di fatto. Vasco Errani, presidente della Conferenza Stato-Regioni, nell’annunciare la mancata approvazione della bozza, ha detto che le Regioni sono in disaccordo su due punti fondamentali: la riduzione degli incentivi, ritenuta troppo brusca e il problema dei diritti acquisiti che, stando così le cose, non sarebbe affatto risolto.

Una parziale rassicurazione per gli operatori del fotovoltaico è arrivata, comunque, dal Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Stefano Saglia: al termine della Conferenza Stato Regioni, Saglia ha infatti annunciato che gli incentivi attuali per il fotovoltaico, quelli del Terzo Conto Energia, saranno prorogati e, anziché  perdere la loro validità con la fine del mese di maggio, resteranno in vigore fino al 31 agosto prossimo.  Saglia ha aggiunto che il decreto attuativo sarà comunque firmato oggi dai Ministri Romani e Prestigiacomo, ovvero appena in tempo, dato che la scadenza per l’emanazione del decreto era stata fissata proprio al 30 Aprile.

Il decreto accoglierà una delle proposte avanzate dalle Regioni, cioè la promozione della bonifica dell’amianto attraverso l’installazione di impianti fotovoltaici, una proposta accolta proprio nella Giornata della Memoria delle Vittime dell’Amianto. Non ci sarà spazio, invece, per le altre richieste avanzate durante la Conferenza Stato Regioni, cioè la maggiore salvaguardia degli investimenti in corso (secondo le Regioni necessaria per la tutela della filiera italiana del fotovoltaico) e la riduzione degli incentivi con maggiore gradualità.

Il Ministro dell’ Ambiente Stefania Prestigiacomo ieri mattina aveva dichiarato: “il nuovo provvedimento sulle rinnovabili è equilibrato, attento allo sviluppo del settore, assicura gli investimenti in corso e crea un quadro normativo positivo per gli investimenti futuri”. “Il confronto con le Regioni può essere l’ultimo doveroso e utile passaggio istituzionale, a valle di un processo di consultazioni e dialogo che ha interessato tutti gli operatori del settore e le parti sociali”. “Con le Regioni c’è un accordo su quasi tutto, anche se su alcuni punti è in corso un approfondimento tecnico”. E aveva aggiunto: le Regioni “chiedono che il regime del terzo Conto Energia sia prorogato fino alla fine dell’anno. Noi su questo punto siamo contrari e possiamo mediare fino alla fine del mese di agosto”.

E così è stato: il Quarto Conto Energia, dunque,  disciplinerà il sistema di incentivazione degli impianti fotovoltaici che entreranno in esercizio tra il 1° settembre 2011 (il 1° giugno nella prima versione del decreto) e il 31 dicembre 2016. La bozza  prevede un obiettivo nazionale di potenza installata di circa 23.000 MW corrispondente a 6/7 miliardi di euro all’anno di spesa per lo Stato. Il nuovo regime di sostegno si basa sul modello cosiddetto “tedesco”, con obiettivi temporali progressivi di potenza installata e  previsioni annue di spesa. Il superamento delle previsioni determina una ulteriore riduzione per il periodo successivo.

Il Quarto Conto Energia, tuttavia, potrebbe nascere già tra ulteriori contestazioni: oltre alle prese di posizione delle associazioni imprenditoriali italiane e degli ambientalisti, nei giorni scorsi un gruppo di operatori stranieri, Photovoltaic Operators Investors (tra di essi AES Solar Energy BV, Akuo Energy Sas, Fotowatio Renewable Ventures, Martifer Solar  S.A., Siliken S.A. Solarig N-Gage S.A. e Wurth Solar GmbH & co. KG) ha infatti avviato un’azione legale contro lo Stato Italiano. Gli operatori ricordano di aver avviato in Italia importanti investimenti nel settore dell’energia solare, sulla base di previsioni normative decise nell’agosto 2010 (Terzo Conto Energia) e di essersi ritrovati, tuttavia, con un quadro diverso nel giro di soli 3 mesi dalla data di entrata in vigore. Inoltre il Quarto Conto Energia avrebbe contenuti fortemente peggiorativi, per di più retroattivi e discriminanti. Tali previsioni violerebbero gli obblighi derivanti  dal Trattato di Promozione e Tutela degli Investimenti, previsto dall’Articolo 10 del Trattato sulla Carta dell’Energia. Gli investitori, in sostanza, auspicavano un provvedimento più equo, così da tutelare e non pregiudicare gli investimenti già intrapresi. Ma il Quarto Conto Energia, per mancanza di tempo, sarà approvato oggi senza sostanziali modifiche rispetto a quanto richiesto dagli imprenditori stranieri.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende