Home » Nazionali »Normative »Politiche »Rassegna Stampa » L’Italia taglia le aliquote ai biocarburanti del 90%. Proteste dei produttori:

L’Italia taglia le aliquote ai biocarburanti del 90%. Proteste dei produttori

Courtesy of Rrelam (Flickr)La diatriba “più biocarburanti o cibo più economico per i paesi poveri?” pare riaffiorare proprio in chiusura del Vertice Fao. L’Italia sembra infatti aver preso alla lettera le accuse dei Paesi inVia di Sviluppo (Brasile escluso), che vedono nella destinazione di colture ai biocarburanti la principale causa di aumento dei prezzi delle materie prime agricole.

Non ci è dato sapere se le dichiarazioni degli ultimi giorni abbiano avuto una qualche reale influenza sulle scelte del Governo tuttavia è un fatto, nella Finanziaria 2010, la riduzione del 90% dell’aliquota agevolata per i biocarburanti. La produzione di biocarburanti italiani potrebbe così passare da 250mila a 18mila tonnellate.

I tagli hanno causato l’immediata reazione dei produttori che, avendo già pianificato gli investimenti per il 2010, si trovano a dover cambiare in corsa i piani di sviluppo, con possibili gravi conseguenze sui livelli occupazionali.

L’Unione Produttori Biodiesel lancia l’allarme: i tagli incidono “pesantemente sulla produzione nazionale, già esposta in maniera significativa alle importazioni di prodotto da Paesi quali l’Argentina e il Canada”. L’Italia, dicono, si trova, ancora una volta, in controtendenza rispetto alle indicazioni dell’Unione Europea “che, per ridurre le emissioni nocive nel settore dei trasporti, stabilisce per i Paesi membri l’obbligo di immettere in consumo una percentuale di biocarburanti pari al 10% del totale entro il 2020, mentre il nostro governo non innalza e lascia invariata al 3% la percentuale di biocarburanti da immettere sul mercato”.

Il Governo sembra dunque non essere particolarmente interessato ad un settore che, secondo l’Unione Biodiesel, è invece ”in fase di consolidamento e sviluppo e che sta contribuendo alla sfida del crescente ricorso alle fonti rinnovabili”.” Lo Stato Italiano – aggiunge l’Unione - non può sottrarsi agli impegni condivisi a livello internazionale per raggiungere gli obiettivi di miglioramento ambientale e di riduzione della dipendenza da fonti fossili, oltre a quelli di sviluppo dell’economia nazionale e dell’occupazione”.

La richiesta dei produttori è chiara: riabilitare le agevolazioni previste per il 2010 ed introdurre una percentuale di immissione obbligatoria in commercio pari al 4%, nel rispetto degli impegni assunti sia a livello nazionale che Europeo.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

giugno 6, 2019

Micromobilità elettrica: firmato il decreto che apre la strada a hoverboard e monopattini elettrici in città

Parte nelle città italiane la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero di hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel. Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha infatti firmato, il 4 giugno, il decreto ministeriale che attua la norma della Legge di Bilancio 2019 e specifica nel dettaglio sia le caratteristiche dei mezzi che delle [...]

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

giugno 3, 2019

CSR Manager Network: “la sostenibilità è ormai elemento ineluttabile per le imprese”

“Le imprese italiane valutano la sostenibilità sempre più al centro nei sistemi di governance e delle strategie di business, arrivando a raggiungere il Regno Unito, da sempre all’avanguardia in questo campo”. È quanto emerge dallo studio “C.d.A. e politiche di sostenibilità – Rapporto 2018”, presentato nei giorni scorsi a Milano e condotto attraverso questionari e analisi [...]

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

maggio 29, 2019

“Notturni nelle Rocche”: 18 passeggiate tra natura e cultura nei boschi del Roero

E’ tutto pronto all’Ecomuseo delle Rocche del Roero, in Piemonte, per inaugurare la 12° edizione dei “Notturni”, la rassegna estiva di passeggiate notturne nei boschi e nei borghi delle suggestive rocche roerine, con animazioni teatrali nella natura e approfondimenti a tema botanico e faunistico. Quest’anno le passeggiate in programma saranno ben 18, coordinate dall’Ecomuseo ma realizzate [...]

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

maggio 27, 2019

“Oasi della biodiversità”: il progetto di Unifarco nelle Dolomiti bellunesi

Ai piedi delle Dolomiti bellunesi, Unifarco – azienda di prodotti cosmetici, nutraceutici, dermatologici e di make-up – ha dato avvio al progetto di creazione delle ‘oasi della biodiversità’ con l’obiettivo di proteggere e valorizzare la varietà biologica locale. Oggi più che mai avvalersi di ciò che la natura regala risulta di fondamentale importanza non solo per la [...]

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

maggio 21, 2019

“Made in Nature”, un progetto europeo da 1,5 mln di euro per raccontare il biologico

“Made in Nature” è il progetto finanziato dall’Unione Europea con 1,5 milioni di euro per promuovere, nei prossimi tre anni (dal 1 febbraio 2019 al 31 gennaio 2022), i valori e la cultura della frutta e verdura biologica in Italia, Francia e Germania. Come indicato nel claim (“Scopri i valori del biologico europeo”), lo scopo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende