Home » Green Economy »Normative » Pompe calore: fino al 31 dicembre proseguono gli incentivi per raffrescamento e riscaldamento:

Pompe calore: fino al 31 dicembre proseguono gli incentivi per raffrescamento e riscaldamento

giugno 6, 2018 Green Economy, Normative

Fino al 31 dicembre 2018 sarà possibile beneficiare della detrazione fiscale del 50% o del 65% sull’Irpef (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche)  per l’installazione di sistemi di riscaldamento o raffrescamento con pompe di calore e caldaie a pellet o gas a condensazione, che rispettino determinati requisiti di efficienza energetica.

Nell’incertezza delle misure legislative future, i prossimi mesi presentano dunque ancora un’ottima occasione per chi dovesse realizzare quelle tipologie di intervento previste dal D.P.R. n. 380 del 2001 (Testo Unico per l’Edilizia), come manutenzione straordinaria, lavori di restauro e risanamento conservativo,  lavori di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica di singoli appartamenti o di immobili condominiali. I contribuenti impegnati nei lavori potranno infatti far valere in detrazione, nella dichiarazione dei redditi, il 50% o il 65% delle spese sostenute (e regolarmente documentate, secondo le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate), e recuperarle in 10 anni, in riaccrediti sul proprio conto corrente bancario o detrazioni di pari importo per ciascun anno d’imposta.

In alternativa alle detrazioni fiscali, un’altra incentivazione è costituita dal cosiddetto “Conto Termico” gestito dal GSE, che per i privati si applica esclusivamente alla produzione di energia termica da fonte rinnovabile e all’efficientamento energetico di impianti esistenti, con un incentivo del 40% accreditato direttamente sul conto corrente.

La convenienza delle due possibili soluzioni di risparmio va valutata caso per caso, a partire dall’entità della spesa che si andrà a sostenere. Per investimenti più limitati (come la sostituzione, per esempio, di uno scaldacqua elettrico con uno a pompa di calore) sarà preferibile ricevere un’unica rata di rimborso nel giro al massimo di due anni – come prevede il Conto Termico. Nel caso invece di interventi più complessi e onerosi l’”Eco Bonus”, sebbene spalmato su dieci anni, consente di recuperare un tetto di spesa ben più ampio e variegato nelle tipologie ammissibili.

Facendo un esempio concreto il paragone è più immediato: se si acquista e si installa uno scaldacqua a pompa di calore, a fronte di una spesa ipotetica di 1.200 euro, con il Conto Termico si può ricevere un incentivo di 400 euro in un’unica rata annuale. Scegliendo invece la detrazione fiscale sull’Irpef,  il rimborso finale complessivo sarà più alto (780 euro, pari al 65% del totale), ma spalmato in rate di accredito di 78 euro all’anno.

Va aggiunto che il Conto Termico finanzia anche, per i privati e le cooperative, il 50% delle spese per la Diagnosi Energetica iniziale e per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE). Mentre, sul fronte delle detrazioni, oltre agli impianti di riscaldamento invernale, anche i sistemi di climatizzazione estiva (climatizzatori) più efficienti  possono godere della detrazione del 50%.

Per quanto riguarda le tecnologie che possono accedere con certezza agli incentivi, i sistemi a “pompa di calore” sono tra i più convenienti.  Il processo energetico alla base della pompa di calore consente infatti di produrre fino a 5 kWh di energia termica per ogni kWh di energia elettrica necessario al funzionamento della macchina, grazie all’apporto esterno di aria, acqua o della temperatura del suolo (nel caso degli impianti geotermici). L’energia che si ottiene è, dunque, superiore a quella che si impiega.

Anche le caldaie a condensazione offrono però risparmi importanti (fino al 30% rispetto ad una caldaia tradizionale), grazie ad un’efficienza energetica che può arrivare anche al 98%. In sostanza, mentre nelle tecnologie tradizionali i gas di scarico finiscono direttamente nella canna fumaria, dalla quale vengono dispersi, il meccanismo della condensazione prevede un recupero di questi fumi (in gran parte vapore acqueo), per “estrarne” il calore e inserirlo nuovamente nel processo di riscaldamento.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende