Home » Green Economy »Normative » Pompe calore: fino al 31 dicembre proseguono gli incentivi per raffrescamento e riscaldamento:

Pompe calore: fino al 31 dicembre proseguono gli incentivi per raffrescamento e riscaldamento

giugno 6, 2018 Green Economy, Normative

Fino al 31 dicembre 2018 sarà possibile beneficiare della detrazione fiscale del 50% o del 65% sull’Irpef (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche)  per l’installazione di sistemi di riscaldamento o raffrescamento con pompe di calore e caldaie a pellet o gas a condensazione, che rispettino determinati requisiti di efficienza energetica.

Nell’incertezza delle misure legislative future, i prossimi mesi presentano dunque ancora un’ottima occasione per chi dovesse realizzare quelle tipologie di intervento previste dal D.P.R. n. 380 del 2001 (Testo Unico per l’Edilizia), come manutenzione straordinaria, lavori di restauro e risanamento conservativo,  lavori di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica di singoli appartamenti o di immobili condominiali. I contribuenti impegnati nei lavori potranno infatti far valere in detrazione, nella dichiarazione dei redditi, il 50% o il 65% delle spese sostenute (e regolarmente documentate, secondo le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate), e recuperarle in 10 anni, in riaccrediti sul proprio conto corrente bancario o detrazioni di pari importo per ciascun anno d’imposta.

In alternativa alle detrazioni fiscali, un’altra incentivazione è costituita dal cosiddetto “Conto Termico” gestito dal GSE, che per i privati si applica esclusivamente alla produzione di energia termica da fonte rinnovabile e all’efficientamento energetico di impianti esistenti, con un incentivo del 40% accreditato direttamente sul conto corrente.

La convenienza delle due possibili soluzioni di risparmio va valutata caso per caso, a partire dall’entità della spesa che si andrà a sostenere. Per investimenti più limitati (come la sostituzione, per esempio, di uno scaldacqua elettrico con uno a pompa di calore) sarà preferibile ricevere un’unica rata di rimborso nel giro al massimo di due anni – come prevede il Conto Termico. Nel caso invece di interventi più complessi e onerosi l’”Eco Bonus”, sebbene spalmato su dieci anni, consente di recuperare un tetto di spesa ben più ampio e variegato nelle tipologie ammissibili.

Facendo un esempio concreto il paragone è più immediato: se si acquista e si installa uno scaldacqua a pompa di calore, a fronte di una spesa ipotetica di 1.200 euro, con il Conto Termico si può ricevere un incentivo di 400 euro in un’unica rata annuale. Scegliendo invece la detrazione fiscale sull’Irpef,  il rimborso finale complessivo sarà più alto (780 euro, pari al 65% del totale), ma spalmato in rate di accredito di 78 euro all’anno.

Va aggiunto che il Conto Termico finanzia anche, per i privati e le cooperative, il 50% delle spese per la Diagnosi Energetica iniziale e per l’Attestato di Prestazione Energetica (APE). Mentre, sul fronte delle detrazioni, oltre agli impianti di riscaldamento invernale, anche i sistemi di climatizzazione estiva (climatizzatori) più efficienti  possono godere della detrazione del 50%.

Per quanto riguarda le tecnologie che possono accedere con certezza agli incentivi, i sistemi a “pompa di calore” sono tra i più convenienti.  Il processo energetico alla base della pompa di calore consente infatti di produrre fino a 5 kWh di energia termica per ogni kWh di energia elettrica necessario al funzionamento della macchina, grazie all’apporto esterno di aria, acqua o della temperatura del suolo (nel caso degli impianti geotermici). L’energia che si ottiene è, dunque, superiore a quella che si impiega.

Anche le caldaie a condensazione offrono però risparmi importanti (fino al 30% rispetto ad una caldaia tradizionale), grazie ad un’efficienza energetica che può arrivare anche al 98%. In sostanza, mentre nelle tecnologie tradizionali i gas di scarico finiscono direttamente nella canna fumaria, dalla quale vengono dispersi, il meccanismo della condensazione prevede un recupero di questi fumi (in gran parte vapore acqueo), per “estrarne” il calore e inserirlo nuovamente nel processo di riscaldamento.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Green Week”, a Trento la nuova edizione del Festival della Green Economy

febbraio 10, 2020

“Green Week”, a Trento la nuova edizione del Festival della Green Economy

Nel futuro si potrà viaggiare a emissioni zero? È possibile ridurre la chimica in agricoltura? Come gestire i grandi flussi del turismo mondiale? Il “sistema moda” può essere effettivamente sostenibile? Quale impatto avrà la sostenibilità sul mondo della finanza? L’architettura sta affrontando in maniera adeguata le questioni relative al risparmio energetico e all’utilizzo di nuovi [...]

Annuncio Easy Jet: Wright Electric verso il primo aereo elettrico da 186 posti

febbraio 3, 2020

Annuncio Easy Jet: Wright Electric verso il primo aereo elettrico da 186 posti

La compagnia aerea europea easyJet ha diffuso l’annuncio del suo partner americano, Wright Electric, sull’avvio del programma di sviluppo di un motore per aereo elettrico da 186 posti, denominato Wright 1. A questo scopo Wright Electric sta progettando sistemi elettrici con potenza nell’ordine dei megawatt che saranno necessari per permettere agli aerei elettrici da 186 posti di [...]

Riscoprire la “Carta di Gubbio”. Italia Nostra rilancia la valorizzazione dei centri storici

febbraio 2, 2020

Riscoprire la “Carta di Gubbio”. Italia Nostra rilancia la valorizzazione dei centri storici

Il 30 gennaio si è concluso il primo seminario dell’associazione Italia Nostra dedicato alla “Carta di Gubbio” del 1960, voluto dal consigliere nazionale Marina Foschi e dal presidente della sezione di Bologna Jadra Bentini, in vista del Convegno Nazionale di settembre con cui l’associazione vuole ricordare i 60 anni di un documento ancora attualissimo, che nasceva per affermare l’importanza [...]

“Artic Expedition”: viaggio elettrico in Tesla fino ai -30° di Capo Nord

gennaio 30, 2020

“Artic Expedition”: viaggio elettrico in Tesla fino ai -30° di Capo Nord

Lunedì 20 gennaio 2020 è partita dal Tesla Store di Peschiera Borromeo (MI) la missione “Arctic Expedition”, organizzata da ​Tesla Club Italy ​, il 1° club Tesla italiano, con il canale YouTube ​ElektronVolt Italia.​ Un viaggio 100% elettrico – a bordo di una Tesla Model 3 Long Range – con condizioni climatiche estreme, verso l’estremità [...]

Ma quale “green diesel”! L’Authority multa Eni. Prima sanzione contro il “greenwashing”

gennaio 20, 2020

Ma quale “green diesel”! L’Authority multa Eni. Prima sanzione contro il “greenwashing”

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha irrogato, il 15 gennaio 2020, una sanzione di 5 milioni di euro all’Eni per la diffusione di messaggi pubblicitari ingannevoli utilizzati nella campagna promozionale che ha riguardato il carburante Eni Diesel+, sia relativamente all’affermazione del “positivo impatto ambientale” connesso al suo utilizzo, che alle asserite caratteristiche di quel carburante in [...]

Verso Davos con gli sci, per protestare contro la crisi climatica

gennaio 20, 2020

Verso Davos con gli sci, per protestare contro la crisi climatica

Partenza da Sondrio per attraversare le Alpi con gli sci e andare a protestare al World Economic Forum in apertura domani a Davos, contro chi pratica il greenwashing e parla di “sostenibilità” nel cuore di un ecosistema che viene distrutto a scopo di lucro. 80 km. nella neve e 3.500 metri di dislivello – fino a raggiungere i 3.000 [...]

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

dicembre 13, 2019

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

Con 261 voti a favore, 178 contrari e 5 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva, il 10 dicembre, il disegno di legge di conversione (A.C. 2267) del D.L. 111/2019 (cosiddetto “Decreto Clima“) nel testo già approvato, con modifiche, dal Senato (A.S. 1547). Il provvedimento, composto originariamente di 9 articoli, a seguito delle modifiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende