Home » Normative »Rassegna Stampa » Pm10: l’Italia deferita alla Corte di Giustizia UE:

Pm10: l’Italia deferita alla Corte di Giustizia UE

novembre 30, 2010 Normative, Rassegna Stampa

Courtesy of Joris Besseling, Flickr.comLa Commissione europea ha deciso di deferire l’Italia davanti alla Corte di Giustizia UE per il mancato rispetto delle norme comunitarie sulle polveri sottili. Per Bruxelles, infatti, l’Italia, insieme a Spagna, Portogallo e Cipro, “non ha finora affrontato in modo efficace il problema delle emissioni eccessive di Pm10“.

La Direttiva Europea sulla qualità dell’aria (la 2008/50/Ce) impone agli Stati membri di limitare l’esposizione dei cittadini al Pm10, mantenendo la concentrazione al di sotto di determinati valori limite, sia annui (40 microgrammi per metro cubo) che quotidiani (50 microgrammi per metro cubo). Quest’ultimo limite non dovrebbe essere superato più di 35 volte in un anno.

Gli Stati membri potevano chiedere una deroga fino al giugno 2011 dall’obbligo di rispettare questi limiti, in vigore dal 2005, ma solo a condizione di aver adottato misure per rispettare la normativa, entro la scadenza della proroga, e aver predisposto un piano per la qualità dell’aria che preveda le misure di abbattimento. L’Italia e gli altri paesi sotto accusa hanno chiesto la deroga ma non hanno rispettato queste condizioni, afferma la Commissione.

Provocate dalle emissioni industriali, dal traffico e dai riscaldamenti domestici, le Pm10 possono causare asma, problemi cardiovascolari cancro ai polmoni e morti premature. Il Commissario europeo all’Ambiente Janez Potocnik, nel maggio scorso, aveva ricordato come l’inquinamento atmosferico continui a causare “ogni anno più di 350 mila morti premature in Europa. E in Italia – aggiungeva – sono ancora troppi i luoghi dove, per ogni 10 mila abitanti, più di 15 persone muoiono prematuramente solo a causa delle particelle sottili”.

Secondo Legambiente “il Governo italiano si è ben guardato dall’agire con un piano nazionale di interventi concreti mirati al miglioramento della viabilità generale e del trasporto pubblico in particolare”. “Ora pagheremo due volte. Con i nostri polmoni e con il nostro portafoglio”, ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza. “La multa europea sarà, infatti, ben superiore al risparmio previsto dai tagli indiscriminati all’ambiente e alle politiche di disinquinamento e ci toccherà pagare con le nostre tasche”.

Ma la qualità dell’aria non è l’unica questione ambientale che vede l’Italia sul banco degli imputati. La Commissione Europea ha deciso un ricorso alla Corte di Giustizia anche per quanto riguarda il mancato rispetto delle normative sul trattamento delle acque reflue provenienti da vari comuni della provincia di Varese e sversate nel bacino del fiume Olona. La normativa prevede che, per gli agglomerati con più di 10.000 abitanti, le acque debbano essere raccolte e trattate prima dello scarico: quest’obbligo avrebbe dovuto essere rispettato entro il 31 dicembre 1998. La Corte Europea di Giustizia, nella sua sentenza del novembre 2006, aveva stabilito che l’Italia non aveva rispettato queste norme e le autorità del nostro paese si erano impegnate a adeguarsi agli standard comunitari entro la fine del 2008. Così non è stato, e a quattro anni di distanza dalla sentenza non è ancora stato precisato quando l’Italia si metterà in regola e, in caso di un seconda condanna, rischia pesanti sanzioni pecuniarie giornaliere, proporzionali alla durata dello stato di inadempienza.

Una terza procedura d’infrazione, anche se a uno stadio meno avanzato, riguarda infine la Direttiva Europea sul rendimento energetico degli edifici, le informazioni sugli immobili che i cittadini acquistano o affittano. In questo caso si tratta di un “parere motivato”: Bruxelles minaccia il ricorso in Corte Ue se l’Italia non adotterà, entro due mesi, una normativa conforme alle esigenze della direttiva in materia di rilascio degli attestati di rendimento energetico degli edifici, e che includa anche l’obbligo di ispezioni periodiche degli impianti di condizionamento d’aria per valutarne il rendimento.

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende