Home » Normative »Rassegna Stampa » Pm10: l’Italia deferita alla Corte di Giustizia UE:

Pm10: l’Italia deferita alla Corte di Giustizia UE

novembre 30, 2010 Normative, Rassegna Stampa

Courtesy of Joris Besseling, Flickr.comLa Commissione europea ha deciso di deferire l’Italia davanti alla Corte di Giustizia UE per il mancato rispetto delle norme comunitarie sulle polveri sottili. Per Bruxelles, infatti, l’Italia, insieme a Spagna, Portogallo e Cipro, “non ha finora affrontato in modo efficace il problema delle emissioni eccessive di Pm10“.

La Direttiva Europea sulla qualità dell’aria (la 2008/50/Ce) impone agli Stati membri di limitare l’esposizione dei cittadini al Pm10, mantenendo la concentrazione al di sotto di determinati valori limite, sia annui (40 microgrammi per metro cubo) che quotidiani (50 microgrammi per metro cubo). Quest’ultimo limite non dovrebbe essere superato più di 35 volte in un anno.

Gli Stati membri potevano chiedere una deroga fino al giugno 2011 dall’obbligo di rispettare questi limiti, in vigore dal 2005, ma solo a condizione di aver adottato misure per rispettare la normativa, entro la scadenza della proroga, e aver predisposto un piano per la qualità dell’aria che preveda le misure di abbattimento. L’Italia e gli altri paesi sotto accusa hanno chiesto la deroga ma non hanno rispettato queste condizioni, afferma la Commissione.

Provocate dalle emissioni industriali, dal traffico e dai riscaldamenti domestici, le Pm10 possono causare asma, problemi cardiovascolari cancro ai polmoni e morti premature. Il Commissario europeo all’Ambiente Janez Potocnik, nel maggio scorso, aveva ricordato come l’inquinamento atmosferico continui a causare “ogni anno più di 350 mila morti premature in Europa. E in Italia – aggiungeva – sono ancora troppi i luoghi dove, per ogni 10 mila abitanti, più di 15 persone muoiono prematuramente solo a causa delle particelle sottili”.

Secondo Legambiente “il Governo italiano si è ben guardato dall’agire con un piano nazionale di interventi concreti mirati al miglioramento della viabilità generale e del trasporto pubblico in particolare”. “Ora pagheremo due volte. Con i nostri polmoni e con il nostro portafoglio”, ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza. “La multa europea sarà, infatti, ben superiore al risparmio previsto dai tagli indiscriminati all’ambiente e alle politiche di disinquinamento e ci toccherà pagare con le nostre tasche”.

Ma la qualità dell’aria non è l’unica questione ambientale che vede l’Italia sul banco degli imputati. La Commissione Europea ha deciso un ricorso alla Corte di Giustizia anche per quanto riguarda il mancato rispetto delle normative sul trattamento delle acque reflue provenienti da vari comuni della provincia di Varese e sversate nel bacino del fiume Olona. La normativa prevede che, per gli agglomerati con più di 10.000 abitanti, le acque debbano essere raccolte e trattate prima dello scarico: quest’obbligo avrebbe dovuto essere rispettato entro il 31 dicembre 1998. La Corte Europea di Giustizia, nella sua sentenza del novembre 2006, aveva stabilito che l’Italia non aveva rispettato queste norme e le autorità del nostro paese si erano impegnate a adeguarsi agli standard comunitari entro la fine del 2008. Così non è stato, e a quattro anni di distanza dalla sentenza non è ancora stato precisato quando l’Italia si metterà in regola e, in caso di un seconda condanna, rischia pesanti sanzioni pecuniarie giornaliere, proporzionali alla durata dello stato di inadempienza.

Una terza procedura d’infrazione, anche se a uno stadio meno avanzato, riguarda infine la Direttiva Europea sul rendimento energetico degli edifici, le informazioni sugli immobili che i cittadini acquistano o affittano. In questo caso si tratta di un “parere motivato”: Bruxelles minaccia il ricorso in Corte Ue se l’Italia non adotterà, entro due mesi, una normativa conforme alle esigenze della direttiva in materia di rilascio degli attestati di rendimento energetico degli edifici, e che includa anche l’obbligo di ispezioni periodiche degli impianti di condizionamento d’aria per valutarne il rendimento.

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende