Home » Normative »Rassegna Stampa » Pm10: l’Italia deferita alla Corte di Giustizia UE:

Pm10: l’Italia deferita alla Corte di Giustizia UE

novembre 30, 2010 Normative, Rassegna Stampa

Courtesy of Joris Besseling, Flickr.comLa Commissione europea ha deciso di deferire l’Italia davanti alla Corte di Giustizia UE per il mancato rispetto delle norme comunitarie sulle polveri sottili. Per Bruxelles, infatti, l’Italia, insieme a Spagna, Portogallo e Cipro, “non ha finora affrontato in modo efficace il problema delle emissioni eccessive di Pm10“.

La Direttiva Europea sulla qualità dell’aria (la 2008/50/Ce) impone agli Stati membri di limitare l’esposizione dei cittadini al Pm10, mantenendo la concentrazione al di sotto di determinati valori limite, sia annui (40 microgrammi per metro cubo) che quotidiani (50 microgrammi per metro cubo). Quest’ultimo limite non dovrebbe essere superato più di 35 volte in un anno.

Gli Stati membri potevano chiedere una deroga fino al giugno 2011 dall’obbligo di rispettare questi limiti, in vigore dal 2005, ma solo a condizione di aver adottato misure per rispettare la normativa, entro la scadenza della proroga, e aver predisposto un piano per la qualità dell’aria che preveda le misure di abbattimento. L’Italia e gli altri paesi sotto accusa hanno chiesto la deroga ma non hanno rispettato queste condizioni, afferma la Commissione.

Provocate dalle emissioni industriali, dal traffico e dai riscaldamenti domestici, le Pm10 possono causare asma, problemi cardiovascolari cancro ai polmoni e morti premature. Il Commissario europeo all’Ambiente Janez Potocnik, nel maggio scorso, aveva ricordato come l’inquinamento atmosferico continui a causare “ogni anno più di 350 mila morti premature in Europa. E in Italia – aggiungeva – sono ancora troppi i luoghi dove, per ogni 10 mila abitanti, più di 15 persone muoiono prematuramente solo a causa delle particelle sottili”.

Secondo Legambiente “il Governo italiano si è ben guardato dall’agire con un piano nazionale di interventi concreti mirati al miglioramento della viabilità generale e del trasporto pubblico in particolare”. “Ora pagheremo due volte. Con i nostri polmoni e con il nostro portafoglio”, ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza. “La multa europea sarà, infatti, ben superiore al risparmio previsto dai tagli indiscriminati all’ambiente e alle politiche di disinquinamento e ci toccherà pagare con le nostre tasche”.

Ma la qualità dell’aria non è l’unica questione ambientale che vede l’Italia sul banco degli imputati. La Commissione Europea ha deciso un ricorso alla Corte di Giustizia anche per quanto riguarda il mancato rispetto delle normative sul trattamento delle acque reflue provenienti da vari comuni della provincia di Varese e sversate nel bacino del fiume Olona. La normativa prevede che, per gli agglomerati con più di 10.000 abitanti, le acque debbano essere raccolte e trattate prima dello scarico: quest’obbligo avrebbe dovuto essere rispettato entro il 31 dicembre 1998. La Corte Europea di Giustizia, nella sua sentenza del novembre 2006, aveva stabilito che l’Italia non aveva rispettato queste norme e le autorità del nostro paese si erano impegnate a adeguarsi agli standard comunitari entro la fine del 2008. Così non è stato, e a quattro anni di distanza dalla sentenza non è ancora stato precisato quando l’Italia si metterà in regola e, in caso di un seconda condanna, rischia pesanti sanzioni pecuniarie giornaliere, proporzionali alla durata dello stato di inadempienza.

Una terza procedura d’infrazione, anche se a uno stadio meno avanzato, riguarda infine la Direttiva Europea sul rendimento energetico degli edifici, le informazioni sugli immobili che i cittadini acquistano o affittano. In questo caso si tratta di un “parere motivato”: Bruxelles minaccia il ricorso in Corte Ue se l’Italia non adotterà, entro due mesi, una normativa conforme alle esigenze della direttiva in materia di rilascio degli attestati di rendimento energetico degli edifici, e che includa anche l’obbligo di ispezioni periodiche degli impianti di condizionamento d’aria per valutarne il rendimento.

Marco Bobbio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

agosto 10, 2017

Il “grand tour” di Goethe 231 anni dopo, nelle gambe di una donna

“Il 25 Agosto 2017 lascerò l’Italia per raggiungere Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, da dove il 28 Agosto partirò a piedi per ripercorrere, ben 231 anni dopo, il viaggio di Wolfgang Goethe del 1786. Il viaggio di Goethe  ha avuto una grande importanza nella cultura europea e sicuramente potrebbe coincidere con l’inizio del mito del [...]

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

agosto 4, 2017

RÖFIX lancia CalceClima, intonaci e finiture a base canapa per la bioedilizia

RÖFIX, azienda austriaca presente in Italia dal 1980, ha lanciato una nuova linea di prodotti industriali per la bioedilizia a base di canapa a marchio “CalceClima Canapa“. I prodotti CalceClima – intonaco e finitura a base di canapulo e calce idraulica naturale – hanno già ottenuto il marchio di qualità Natureplus, che certifica la loro [...]

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

agosto 4, 2017

CRESCO Award: candidature aperte fino al 7 settembre per i progetti di sostenibilità dei Comuni

E’ stato prorogato fino al 7 settembre alle ore 13.00 il termine per la presentazione delle candidature per il CRESCO Award – Città sostenibili, il premio promosso da Fondazione Sodalitas e ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), in partnership con alcune aziende impegnate sul fronte della sostenibilità, per valorizzare la spinta innovativa dei Comuni italiani nel mettere [...]

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

agosto 3, 2017

Mister Lavaggio: la pulizia dell’auto arriva a casa con un’App. E senza acqua

Anche il lavaggio dell’automobile, in tempi di siccità, finisce sotto accusa per l’eccessivo  e inutile spreco di acqua. Un’ordinanza diffusa in alcune città italiane vieta infatti ai cittadini  l’utilizzo improprio  di  acqua destinata ad azioni quotidiane, come irrigare superfici private adibite ad attività sportive, riempire piscine private, alimentare impianti di condizionamento, pulizia e lavaggio della fossa  biologica o “lavare [...]

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

agosto 3, 2017

Mobilità come servizio: a Torino parte il progetto “IMove” con altre tre città europee

Torino sarà una delle città, con Berlino, Manchester e Göteborg, dove si testerà il servizio MaaS (acronimo di Mobility as a Service). La Città, insieme alla società partecipata 5T, è infatti tra i partner di IMove,  progetto del programma europeo Horizon 2020 che ha tra i suoi obiettivi la realizzazione di un servizio MaaS, che [...]

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

agosto 1, 2017

Earth Overshoot Day: nel 2017 le risorse naturali annuali si esauriscono il 2 agosto

Mancano poche ore ormai al 2 agosto, il cosiddetto Earth Overshoot Day 2017 (o Giorno del superamento delle risorse della Terra), la giornata in cui l’umanità avrà usato l’intero “budget” annuale di risorse naturali. Stando ai dati a disposizione, il Global Footprint Network ha stimato che per soddisfare il nostro fabbisogno attuale di risorse naturali [...]

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

luglio 31, 2017

Rural Festival, un presidio di biodiversità tra Emilia e Toscana

Sabato 2 e domenica 3 settembre 2017 a Rivalta di Lesignano De’ Bagni, in provincia di Parma, torna per il quarto anno l’appuntamento del “Rural Festival“, dedicato alla varietà di produzioni artigianali locali di agricoltori e allevatori: un invito alla scoperta e all’assaggio di prodotti di antiche razze animali e varietà vegetali. L’area protetta di biodiversità [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende