Home » Normative »Rassegna Stampa » Sottoprodotto sarà lei!:

Sottoprodotto sarà lei!

novembre 26, 2010 Normative, Rassegna Stampa

Sottoprodotti di origine agricola, Courtesy of Fiper.itAlla vigilia della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (che si chiude domenica) e in un periodo fortemente caratterizzato dal ”nuovo” problema rifiuti a Napoli e in Campania, il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo con cui l’Italia, tra i primi Paesi in Europa, recepisce il contenuto della Direttiva Europea sui Rifiuti.

Una riposta alle critiche che, pochi giorni addietro, erano arrivati proprio dalla Commissione Europea per la gestione dei rifiuti napoletani? Può darsi, ma non è questo il punto.  

Ciò che conta è che la Direttiva Europea appena recepita dovrebbe rivoluzionare il settore: con le nuove regole in discarica finiranno infatti meno rifiuti. Entro il 2015 per tutti i comuni sarà obbligatorio fare la raccolta differenziata, almeno di carta, vetro, plastica e metalli. Entro il 2020, poi, dovrà essere riciclato almeno il 50% di carta, vetro, plastica e metalli provenienti da nuclei domestici. Si aprono prospettive, così, per attività di recupero, selezione, trattamento e rigenerazione dei rifiuti, che potrebbero contribuire all’innovazione tecnologica e a creare nuovi “green jobs”.

Grazie alla nuove normativa di emanazione europea, viene inoltre ridefinita la nozione stessa di “sottoprodotto” - non più mero rifiuto da conferire in discarica, come nella precedente normativa nazionale, ma risorsa, da avviare al riutilizzo (senza necessità di pretrattamento), piuttosto che alla valorizzazione energetica. La direttiva stabilisce, ad esempio, quando un derivato dai rifiuti non debba più essere considerato tale, ma combustibile (CDR) o materia prima secondaria, ovvero il materiale di base di un nuovo processo.

Nel settore agricolo questo signfica aprire la strada ad un maggiore utilizzo di scarti quali, ad esempio, vinacce e altri sottoprodotti, già oggi usati come ammendanti, cioè prodotti naturali per riequilibrare e “nutrire”  i terreni. I sottoprodotti potranno ora avere nuove funzioni, liberare spazio nelle discariche ed entrare in nuovi processi produttivi.

L’intento della normativa è cambiare la concezione stessa di rifiuto, ridefinendo la scala gerarchica: al primo posto il riutilizzo, quindi il riciclo, il recupero (anche energetico) e, solo da ultimo, lo smaltimento.

Con l’approvazione di queste norme l’Italia volta pagina”, ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, dopo l’approvazione del decreto. “Si supera – ha continuato il ministro – la fase “artigianale” in cui i rifiuti sono concepiti come un problema, per arrivare ad una gestione integrale, organica ed industriale dei rifiuti, intesi come risorsa. L’industrializzazione del settore costituisce, infatti,  una garanzia per il rispetto della normativa ambientale ma permette anche il rafforzamento occupazionale e la competitività internazionale del settore, la creazione di un’economia verde di scala e la possibilità di un trasferimento di tecnologia verso quei Paesi che necessitano di moderne tecnologie per la gestione dei rifiuti”. “L’attuazione della nuova direttiva – ha concluso la Prestigiacomo - valorizzando il rifiuto sia come materia riciclabile che come risorsa energetica, determinerà una diminuzione dei costi dello smaltimento per i cittadini perché i rifiuti troveranno una effettiva collocazione in una filiera produttiva che li utilizzi per la produzione di materia prima secondaria o come fonte di energia rinnovabile”.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

giugno 20, 2018

Ubeeqo e ICS: la rivoluzione del microcarsharing per aziende e condomini

Ubeeqo, gestore di car sharing parte di Europcar Mobility Group, si è qualificato come operatore certificato di car sharing al bando indetto da ICS Iniziativa Car Sharing, una Convenzione di Comuni e altri Enti locali, sostenuto dal Ministero dell’Ambiente. Obiettivo di ICS è quello di promuovere e sostenere la diffusione del car sharing come strumento di [...]

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende