Home » Normative »Rassegna Stampa » Sottoprodotto sarà lei!:

Sottoprodotto sarà lei!

novembre 26, 2010 Normative, Rassegna Stampa

Sottoprodotti di origine agricola, Courtesy of Fiper.itAlla vigilia della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (che si chiude domenica) e in un periodo fortemente caratterizzato dal ”nuovo” problema rifiuti a Napoli e in Campania, il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo con cui l’Italia, tra i primi Paesi in Europa, recepisce il contenuto della Direttiva Europea sui Rifiuti.

Una riposta alle critiche che, pochi giorni addietro, erano arrivati proprio dalla Commissione Europea per la gestione dei rifiuti napoletani? Può darsi, ma non è questo il punto.  

Ciò che conta è che la Direttiva Europea appena recepita dovrebbe rivoluzionare il settore: con le nuove regole in discarica finiranno infatti meno rifiuti. Entro il 2015 per tutti i comuni sarà obbligatorio fare la raccolta differenziata, almeno di carta, vetro, plastica e metalli. Entro il 2020, poi, dovrà essere riciclato almeno il 50% di carta, vetro, plastica e metalli provenienti da nuclei domestici. Si aprono prospettive, così, per attività di recupero, selezione, trattamento e rigenerazione dei rifiuti, che potrebbero contribuire all’innovazione tecnologica e a creare nuovi “green jobs”.

Grazie alla nuove normativa di emanazione europea, viene inoltre ridefinita la nozione stessa di “sottoprodotto” - non più mero rifiuto da conferire in discarica, come nella precedente normativa nazionale, ma risorsa, da avviare al riutilizzo (senza necessità di pretrattamento), piuttosto che alla valorizzazione energetica. La direttiva stabilisce, ad esempio, quando un derivato dai rifiuti non debba più essere considerato tale, ma combustibile (CDR) o materia prima secondaria, ovvero il materiale di base di un nuovo processo.

Nel settore agricolo questo signfica aprire la strada ad un maggiore utilizzo di scarti quali, ad esempio, vinacce e altri sottoprodotti, già oggi usati come ammendanti, cioè prodotti naturali per riequilibrare e “nutrire”  i terreni. I sottoprodotti potranno ora avere nuove funzioni, liberare spazio nelle discariche ed entrare in nuovi processi produttivi.

L’intento della normativa è cambiare la concezione stessa di rifiuto, ridefinendo la scala gerarchica: al primo posto il riutilizzo, quindi il riciclo, il recupero (anche energetico) e, solo da ultimo, lo smaltimento.

Con l’approvazione di queste norme l’Italia volta pagina”, ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, dopo l’approvazione del decreto. “Si supera – ha continuato il ministro – la fase “artigianale” in cui i rifiuti sono concepiti come un problema, per arrivare ad una gestione integrale, organica ed industriale dei rifiuti, intesi come risorsa. L’industrializzazione del settore costituisce, infatti,  una garanzia per il rispetto della normativa ambientale ma permette anche il rafforzamento occupazionale e la competitività internazionale del settore, la creazione di un’economia verde di scala e la possibilità di un trasferimento di tecnologia verso quei Paesi che necessitano di moderne tecnologie per la gestione dei rifiuti”. “L’attuazione della nuova direttiva – ha concluso la Prestigiacomo - valorizzando il rifiuto sia come materia riciclabile che come risorsa energetica, determinerà una diminuzione dei costi dello smaltimento per i cittadini perché i rifiuti troveranno una effettiva collocazione in una filiera produttiva che li utilizzi per la produzione di materia prima secondaria o come fonte di energia rinnovabile”.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende