Home » Nazionali »Politiche » Ambientalisti davanti al Palazzo: “Più coraggio per salvare il clima”:

Ambientalisti davanti al Palazzo: “Più coraggio per salvare il clima”

marzo 5, 2014 Nazionali, Politiche

Il neo Presidente del Consiglio Matteo Renzi e la sua squadra di ministri, a pochi giorni dall’insediamento, trovano già in piazza tutte le principali associazioni ambientaliste italiane, davanti al Palazzo, per chiedere che l’Italia assuma un ruolo decisivo anche in Europa sulla lotta al cambiamento climatico.

Da Greenpeace a Legambiente, da Kyoto Club al WWF, da ANEV al Comitato Si alle Energie Rinnovabili No al Nucleare: c’erano tutti, davanti a Montecitorio, venerdì scorso, alla manifestazione indetta dal Coordinamento FREE (Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica) – fondato, tra gli altri, da ANEV, l’Associazione Nazionale Energia del Vento – cherappresenta 150mila occupati di questo mondo e oltre 30 associazioni del settore delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica”, spiega il presidente, Simone Togni.

Abbiamo rivolto a Matteo Renzi una lettera-appello”, prosegue Togni, “in cui gli chiediamo di condurre l’Italia ad assumere un ruolo non più di retroguardia, com’è stato finora, ma realmente incisivo non solo nella lotta al cambiamento climatico, ma soprattutto nel mettere in campo una politica industriale fondata sulle rinnovabili e sull’efficienza energetica che porti al Paese sviluppo e nuova occupazione”.

Il prossimo 20-21 marzo, infatti, il Consiglio Europeo si riunirà per decidere sugli obiettivi europei al 2030 in materia di clima ed energia; il 3 e il 4 marzo (ieri e l’altro ieri, NdR) sarà la volta dei Ministri per l’Ambiente e di quelli con competenze in materia di Energia, per discutere il futuro dell’Unione nella sfida ai cambiamenti climatici. “Saranno, questi”, si legge nella lettera al nuovo esecutivo che tutte le associazioni hanno sottoscritto, “passaggi decisivi per scegliere la strada europea e comunitaria al contenimento di gas serra”.

A Renzi si chiede di puntare più in alto e contribuire a definire una politica comunitaria ambiziosa in materia di contrasto ai cambiamenti climatici così come di sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica.

L’Italia – si legge – con il precedente esecutivo, ha già espresso il suo impegno (insieme a Germania, Francia, Danimarca e altri quattro stati) in favore della definizione di tre target ambiziosi e vincolanti su CO2 e sviluppo delle fonti rinnovabili: riduzione del 40% delle emissioni di gas serra rispetto ai livelli del 1990; produzione di almeno il 30% del consumo finale complessivo di energia da fonti rinnovabili; incremento dell’efficienza energetica del 40%. Gentile Presidente, le chiediamo di confermare l’indirizzo sin qui espresso dall’Italia e di fare ancora di più“, scrivono le associazioni. E ancora: “Chiediamo al neo Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, e al capo dell’Esecutivo, di cambiare la marcia dell’Italia nelle policies ambientali fino a farne un cavallo di battaglia. “Da domani, conclude Togni, “continueremo a segnalare al governo che l’Italia deve iniziare a giocare un ruolo di primo piano nella partita energetica europea, e non smetteremo di chiedere conto al governo del mancato rispetto, da parte delle principali aziende italiane, degli obblighi di abbattimento di CO2, vincolanti per il resto d’Europa”.

“Siamo a un passaggio decisivo”, aggiunge Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente: “Non è affatto positivo che il neo Ministro dell’Ambiente non si sia mai occupato di ambiente fino a una settimana prima di diventare ministro, e che ci sia un ministro dello Sviluppo Economico espressione di Confindustria, che è radicalmente contraria agli obiettivi vincolanti fissati dall’UE, e che a differenza di altri soggetti imprenditoriali, europei e italiani, non esprime una posizione innovativa in merito”. “Perché”, sottolinea Zanchini, “ricordo anche che c’è un pezzo delle stesse aziende italiane che chiede scelte chiare, che si è messo in movimento”. E ancora: “Bisogna dire chiaramente se si vuole investire in efficienza energetica e rinnovabili: per un Paese come l’Italia che importa fonti fossili che impiega per riscaldare le abitazioni e alimentare l’industria, ridurre queste importazioni corrisponderebbe all’interesse del Paese”.

Ilaria Donatio

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

ottobre 19, 2017

Arte e cambiamenti climatici: a Venezia una conferenza e opere d’ispirazione scientifica

Il 27 ottobre a Venezia inaugurerà Climate 04 – Sea Level Rise, progetto d’arte pubblica sulle conseguenze dei cambiamenti climatici e l’innalzamento del livello del mare in Laguna, che trae ispirazione dai recenti studi sull’innalzamento del livello medio del mare, le onde estreme, e il ruolo delle piante costiere e di barena per l’ecosistema lagunare. L’iniziativa prevede [...]

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

ottobre 18, 2017

I RAEE nell’economia circolare. I risultati dello studio IEFE Bocconi per Remedia

Un incremento dell’immesso al consumo dei prodotti pari a circa 1.330.000 tonnellate (rispetto alle 875.000 tonnellate di AEE – apparecchiature elettriche ed elettroniche – domestiche e professionali immesse nel sistema attuale) oltre a un aumento del numero di produttori coinvolti nel sistema RAEE, tra i 6.000 e i 9.000 in più (rispetto agli attuali 6.000/7.000 mila): sono [...]

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

ottobre 17, 2017

Il CdM approva il “Bonus Verde”: detrazioni fiscali del 36% per la sistemazione di giardini e terrazzi

Dopo quasi tre anni di lavoro di sensibilizzazione, promozione, cultura e networking, il CNFFP – Coordinamento Nazionale Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio annuncia l’approvazione, da parte del Consiglio dei Ministri, del cosiddetto “Bonus Verde”, ovvero la nuova detrazione fiscale del 36% per la cura del verde privato. Annunciato ieri dal Ministro delle Politiche Agricole, [...]

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

ottobre 16, 2017

Hyundai IONIQ riceve il “Green Gold Award 2018″ per la tripla alimentazione

È Hyundai IONIQ la vincitrice del titolo “Green Gold Award 2018”, assegnato dall’Unione Italiana Giornalisti Automotive (UIGA) martedì scorso a Frascati (Roma). Il premio rappresenta un importante riconoscimento alla triplice tecnologia sviluppata da Hyundai sulla gamma IONIQ, prima auto di serie al mondo disponibile in versione Hybrid, Electric oppure Plug-in Hybrid. IONIQ avvicina così le [...]

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

ottobre 13, 2017

MiMoto, il primo scooter sharing elettrico senza stazioni

Nasce a Milano MiMoto, il primo ed unico servizio di scooter sharing elettrico ed ecosostenibile della città. Un’idea semplice che unisce in sé rispetto per l’ambiente, Made in Italy, sicurezza stradale, condivisione ed efficienza. MiMoto oltre a essere una start up innovativa, è un servizio che ha l’obiettivo primario di offrire ai propri clienti finali [...]

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

ottobre 13, 2017

Copernicus: il programma europeo sbarca in Emilia Romagna a sostegno dell’agricoltura sostenibile

Sbarca in Italia Copernicus, il programma di osservazione della Terra sviluppato dalla Commissione Europea. C3S – Copernicus Climate Change Service è costituito da un insieme complesso di dati provenienti da più fonti (satelliti di osservazione, stazioni di terra, sensori in mare e aerei) che possono fornire informazioni affidabili e aggiornate su ambiente e sicurezza, aiutando a [...]

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

ottobre 12, 2017

Il 14 ottobre si celebra la 1° Giornata Mondiale dell’educazione ambientale

Il 14 ottobre 2017 si celebrerà la prima Giornata mondiale dell’Educazione Ambientale, a 40 anni dalla Conferenza ONU di Tbilisi (capitale della Georgia), in cui si svolse – il 14 ottobre del 1977 – la Conferenza intergovernativa delle Nazioni Unite sull’educazione ambientale, organizzata da UNESCO e UNEP, che si concluse il 26 ottobre con una Dichiarazione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende