Home » Internazionali »Nazionali »Politiche » Battaglia delle rinnovabili: Francia e Germania si alleano per spingere l’Europa:

Battaglia delle rinnovabili: Francia e Germania si alleano per spingere l’Europa

febbraio 19, 2013 Internazionali, Nazionali, Politiche

«Ad oggi il settore energetico americano rappresenta la fonte più promettente per futuri investimenti». E’ un passaggio del discorso sullo Stato dell’Unione 2013, tenuto dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama. «Dopo anni di dibattiti e discorsi siamo finalmente in grado di controllare il nostro futuro energetico», ha proseguito. Per Obama le energie rinnovabili saranno infatti uno strumento importante per rinforzare l’economia: l’aumento di investimenti nelle rinnovabili ha contribuito a creare posti di lavoro, ha migliorato la sicurezza energetica e ridotto i prezzi dell’energia nel corso degli ultimi quattro anni. Ricevendo il plauso della SEIA, l’associazione dell’industria solare statunitense, il presidente ha quindi chiesto un’ulteriore crescita degli investimenti nella ricerca e nella produzione legate al settore energetico: «Quattro anni fa, altri Paesi dominavano il mercato delle energie pulite e il mercato del lavoro ad esse collegato, e noi abbiamo cominciato a invertire tale tendenza (…) L’energia solare diventa ogni anno più economica e i suoi costi saranno ulteriormente ridotti in futuro. Fino a quando paesi come la Cina continueranno a scommettere sulle energie pulite, altrettanto dovremo fare noi».

America e Cina, dunque, la solita gara. Ma, tra i Paesi che “dominavano il mercato delle energie pulite”, a cui alludeva Obama, ci sono forse anche stati europei? E’ lecito pensare di sì e, ancora una volta, il riferimento non può che essere la locomotiva tedesca: secondo lEPIA (Associazione Europea dell’Industria Fotovoltaica) dei 101 gigawatt di potenza globale installata, oltre 30  risalgono allo scorso anno e, di questi, 17 sono stati realizzati in Europa. Nel 2012 i maggiori mercati fotovoltaici europei sono stati Germania (7,6 GW, in aumento: 7,5 nel 2011), Italia (3,3) e Francia (1,2). Fuori dall’Europa i mercati che hanno registrato il maggiore sviluppo lo scorso anno sono invece stati proprio la Cina (3,5), gli Stati Uniti (3,2), e il Giappone (2,5).

Nonostante il forte sviluppo dei mercati extraeuropei, dunque, l’Italia e la Germania dei record restano i maggiori mercati in termini di potenza fotovoltaica cumulata, rispettivamente con 32,4 e 16,18 GW alla fine del 2012. In Germania nei prossimi 3 mesi le tariffe incentivanti saranno ridotte del 2,2%. A febbraio gli impianti riceveranno, a seconda della taglia, da 0,1152 a 0,1664 euro per kilowattora prodotto, ad aprile il premio sarà ridotto a 0,1102-0,1592 euro/kWh. E’ ancora in corso, però, la discussione sul tetto massimo di spesa da destinare, in futuro, al fotovoltaico. Il governo federale e quelli regionali (i Länder) non hanno trovato un accordo sull’ammontare dei finanziamenti e le tariffe incentivanti: una formula di compromesso sarà presentata il prossimo 21 Marzo, nel corso del summit sull’energia al quale parteciperà anche la Cancelliera Merkel.

C’è fermento anche in Francia dove, nell’ultima tavola rotonda tra i ministri dell’ambiente, dell’economia e rappresentanti dell’industria solare, si è discusso soprattutto di innovazione, che dovrà essere il criterio cardine nell’assegnazione dei lavori di costruzione di impianti fotovoltaici con potenza superiore a 100 Kw. Proprio Francia e Germania hanno da poco firmato un accordo di collaborazione per la promozione congiunta delle energie rinnovabili, creando un ufficio comune. L’accordo, siglato dai minstri Delphine Batho, per la Francia, e Peter Altmeier, per la Germania, ha lo scopo di fare dell’Europa il continente della «transizione energetica riuscita» sostenendo le rinnovabili in entrambi i Paesi e a livello europeo. L’ufficio si propone di dare impulso agli investimenti dei privati, alla diffusione di buone pratiche e alla cooperazione tra istituzioni, enti di ricerca e politica di entrambi i Paesi, organizzando anche conferenze, incontri, diffusione di pubblicazioni, rapporti e regolamenti.

Anche in altri Paesi europei il fotovoltaico è in aumento: secondo le statistiche della HROTE, l’autorità per l’energia croata, la potenza fotovoltaica installata in Croazia a Dicembre 2012 è raddoppiata rispetto allo scorso anno. Secondo i dati della Direcção Geral de Geologia e Energia (DGGE), l’autorità energetica portoghese, il Portogallo ha invece raggiunto una potenza fotovoltaica installata cumulata di 199 megawatt a novembre 2012 coprendo lo 0,68 per cento della domanda elettrica. E la Spagna, a dicembre 2012, ha coperto con il fotovoltaico l’ 1,7 % della domanda nazionale di energia elettrica, per una potenza complessiva di 4475 megawatt ed incentivi (la media è di 32,1 centesimi di euro per chilowattora) totali erogati pari a 2,61 miliardi di euro. E’ però l’energia eolica il vero fiore all’occhiello della Spagna: a gennaio 2013, infatti, è risultata la prima fonte di produzione di elettricità, con 6,3 terawattora che rappresentano il 27,3 per cento nel mix elettrico del mese. Rispetto allo scorso anno l’aumento di produzione è stato del 73,5%. I dati sono della Red Electrica de Espana, la società che gestisce la rete elettrica spagnola, secondo cui le fonti rinnovabili elettriche hanno generato a gennaio il 44% della produzione totale del mese, un record per la Spagna.

Andrea Marchetti

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende