Home » Internazionali »Nazionali »Politiche » Battaglia delle rinnovabili: Francia e Germania si alleano per spingere l’Europa:

Battaglia delle rinnovabili: Francia e Germania si alleano per spingere l’Europa

febbraio 19, 2013 Internazionali, Nazionali, Politiche

«Ad oggi il settore energetico americano rappresenta la fonte più promettente per futuri investimenti». E’ un passaggio del discorso sullo Stato dell’Unione 2013, tenuto dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama. «Dopo anni di dibattiti e discorsi siamo finalmente in grado di controllare il nostro futuro energetico», ha proseguito. Per Obama le energie rinnovabili saranno infatti uno strumento importante per rinforzare l’economia: l’aumento di investimenti nelle rinnovabili ha contribuito a creare posti di lavoro, ha migliorato la sicurezza energetica e ridotto i prezzi dell’energia nel corso degli ultimi quattro anni. Ricevendo il plauso della SEIA, l’associazione dell’industria solare statunitense, il presidente ha quindi chiesto un’ulteriore crescita degli investimenti nella ricerca e nella produzione legate al settore energetico: «Quattro anni fa, altri Paesi dominavano il mercato delle energie pulite e il mercato del lavoro ad esse collegato, e noi abbiamo cominciato a invertire tale tendenza (…) L’energia solare diventa ogni anno più economica e i suoi costi saranno ulteriormente ridotti in futuro. Fino a quando paesi come la Cina continueranno a scommettere sulle energie pulite, altrettanto dovremo fare noi».

America e Cina, dunque, la solita gara. Ma, tra i Paesi che “dominavano il mercato delle energie pulite”, a cui alludeva Obama, ci sono forse anche stati europei? E’ lecito pensare di sì e, ancora una volta, il riferimento non può che essere la locomotiva tedesca: secondo lEPIA (Associazione Europea dell’Industria Fotovoltaica) dei 101 gigawatt di potenza globale installata, oltre 30  risalgono allo scorso anno e, di questi, 17 sono stati realizzati in Europa. Nel 2012 i maggiori mercati fotovoltaici europei sono stati Germania (7,6 GW, in aumento: 7,5 nel 2011), Italia (3,3) e Francia (1,2). Fuori dall’Europa i mercati che hanno registrato il maggiore sviluppo lo scorso anno sono invece stati proprio la Cina (3,5), gli Stati Uniti (3,2), e il Giappone (2,5).

Nonostante il forte sviluppo dei mercati extraeuropei, dunque, l’Italia e la Germania dei record restano i maggiori mercati in termini di potenza fotovoltaica cumulata, rispettivamente con 32,4 e 16,18 GW alla fine del 2012. In Germania nei prossimi 3 mesi le tariffe incentivanti saranno ridotte del 2,2%. A febbraio gli impianti riceveranno, a seconda della taglia, da 0,1152 a 0,1664 euro per kilowattora prodotto, ad aprile il premio sarà ridotto a 0,1102-0,1592 euro/kWh. E’ ancora in corso, però, la discussione sul tetto massimo di spesa da destinare, in futuro, al fotovoltaico. Il governo federale e quelli regionali (i Länder) non hanno trovato un accordo sull’ammontare dei finanziamenti e le tariffe incentivanti: una formula di compromesso sarà presentata il prossimo 21 Marzo, nel corso del summit sull’energia al quale parteciperà anche la Cancelliera Merkel.

C’è fermento anche in Francia dove, nell’ultima tavola rotonda tra i ministri dell’ambiente, dell’economia e rappresentanti dell’industria solare, si è discusso soprattutto di innovazione, che dovrà essere il criterio cardine nell’assegnazione dei lavori di costruzione di impianti fotovoltaici con potenza superiore a 100 Kw. Proprio Francia e Germania hanno da poco firmato un accordo di collaborazione per la promozione congiunta delle energie rinnovabili, creando un ufficio comune. L’accordo, siglato dai minstri Delphine Batho, per la Francia, e Peter Altmeier, per la Germania, ha lo scopo di fare dell’Europa il continente della «transizione energetica riuscita» sostenendo le rinnovabili in entrambi i Paesi e a livello europeo. L’ufficio si propone di dare impulso agli investimenti dei privati, alla diffusione di buone pratiche e alla cooperazione tra istituzioni, enti di ricerca e politica di entrambi i Paesi, organizzando anche conferenze, incontri, diffusione di pubblicazioni, rapporti e regolamenti.

Anche in altri Paesi europei il fotovoltaico è in aumento: secondo le statistiche della HROTE, l’autorità per l’energia croata, la potenza fotovoltaica installata in Croazia a Dicembre 2012 è raddoppiata rispetto allo scorso anno. Secondo i dati della Direcção Geral de Geologia e Energia (DGGE), l’autorità energetica portoghese, il Portogallo ha invece raggiunto una potenza fotovoltaica installata cumulata di 199 megawatt a novembre 2012 coprendo lo 0,68 per cento della domanda elettrica. E la Spagna, a dicembre 2012, ha coperto con il fotovoltaico l’ 1,7 % della domanda nazionale di energia elettrica, per una potenza complessiva di 4475 megawatt ed incentivi (la media è di 32,1 centesimi di euro per chilowattora) totali erogati pari a 2,61 miliardi di euro. E’ però l’energia eolica il vero fiore all’occhiello della Spagna: a gennaio 2013, infatti, è risultata la prima fonte di produzione di elettricità, con 6,3 terawattora che rappresentano il 27,3 per cento nel mix elettrico del mese. Rispetto allo scorso anno l’aumento di produzione è stato del 73,5%. I dati sono della Red Electrica de Espana, la società che gestisce la rete elettrica spagnola, secondo cui le fonti rinnovabili elettriche hanno generato a gennaio il 44% della produzione totale del mese, un record per la Spagna.

Andrea Marchetti

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende