Home » Internazionali »Politiche » Cambiamenti climatici: parte oggi a Marrakech la COP22, per dare gambe all’Accordo di Parigi:

Cambiamenti climatici: parte oggi a Marrakech la COP22, per dare gambe all’Accordo di Parigi

novembre 7, 2016 Internazionali, Politiche

Con l’entrata in vigore, il 4 novembre, del nuovo Accordo globale sul Clima registrato alla COp21 di Parigi (#ParisAgreement) è stato segnato un momento storico della lotta per regolare le emissioni di gas ad effetto serra, individuate ormai con certezza, dalla scienza, come maggiori responsabili dell’aumento della temperatura del Pianeta e dei conseguenti danni all’ambiente e alla salute dell’uomo.

L’Accordo di Parigi rappresenta la nuova “piattaforma internazionale” per affrontare i cambiamenti climatici, alla cui negoziazione hanno partecipato circa 200 paesi attraverso l’ADP (Ad Hoc Durban Platform), ovvero il gruppo negoziale a cui fu affidato il compito di preparare l’Accordo nell’ambito della 21°Conferenza delle Parti (da qui l’acronimo COP) della Convenzione Quadro per la lotta contro i cambiamenti climatici, tenutasi nella capitale francese a dicembre 2015.

Nel 1997 fu adottato il Protocollo di Kyoto (ratificato solo nel 2005), primo passo verso la definizione di target di riduzione vincolanti, che fissava per i Paesi industrializzati l’obiettivo di ridurre almeno del 5% le emissioni complessive di gas serra rispetto ai valori del 1990, per il periodo dal 2008 al 2012. Gli Stati Membri dell’Unione Europea, in quell’occasione, attuarono gli impegni congiuntamente, come consentito dall’art. 4 del Protocollo. Nel dicembre 2012, in occasione della Conferenza sui cambiamenti climatici tenutasi a Doha, le Parti del Protocollo di Kyoto decisero poi di adottare il cosiddetto “Emendamento di Doha” che istituiva un secondo periodo di impegno, dal 1° gennaio 2013 al 31 dicembre 2020, con un obiettivo di riduzione delle emissioni per le Parti elencate nell’annesso I della Convezione UNFCCC.

Questi, in estrema sintesi, gli step che hanno portato il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon a firmare ufficialmente, il 22 Aprile 2016 – durante la Giornata Mondiale della Terra - l’Accordo di Parigi emerso, dopo lunghe e complesse negoziazioni, alla fine della COP21. Un accordo entrato “velocemente” in vigore, 30 giorni dopo l’adesione di almeno 55 Paesi che rappresentano almeno il 55% delle emissioni, come previsto dal Trattato.

L’Italia – che dovrà partecipare alla prima capitalizzazione del “Green Climate Fund” (con 50 milioni di euro per ogni anno, dal 2016 al 2018)- ha ratificato l’Accordo di Parigi sul filo del rasoio, il 19 ottobre alla Camera e il 27 ottobre al Senato (poco prima dell’entrata in vigore ufficiale), con il disegno di legge “Ratifica ed esecuzione dell’Accordo di Parigi collegato alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, adottato a Parigi il 12 dicembre 2015” – giusto in tempo per potersi sedere tra i protagonisti attivi alla nuova Conferenza delle Parti annuale che apre oggi a Marrakech.

La COP22 si terrà nella città marocchina dal 7 al 18 novembre e avrà il delicato compito di stabilire i dettagli di implementazione di quanto deciso nell’Accordo di Parigi. Durante la Conferenza di Marrakech si prevede, tra le altre cose, di decidere sull’Istituzione del Comitato di Parigi sulla Capacity Building (PCCB); affrontare la review del Meccanismo Internazionale di Varsavia (WIM) sulla perdita e il danno; iniziare a costruire le modalità per riconoscere gli sforzi di adattamento nell’ambito del Global Stocktake e su come le valutazioni dell’IPCC debbano sostenere questo decisivo processo di confronto sugli sforzi messi in campo; avviare il processo per definire le informazioni da comunicare sulla finanza del clima. Tutti tecnicismi molto complessi e apparentemente avulsi dalla realtà quotidiana, ma che determineranno il successo o meno dell’applicazione concreta dell’Accordo di Parigi.

Francesca Sirico*

* Coordinatrice del gruppo di discussione Ambiente & Diritto

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende