Home » Nazionali »Politiche » Car pooling: crescono siti e app per la condivisione dell’auto:

Car pooling: crescono siti e app per la condivisione dell’auto

novembre 15, 2013 Nazionali, Politiche

Car sharing”, “car pooling”, “ride sharing”. La condivisione dell’auto può avvenire in diversi modi. Se nel caso car sharing (auto pubbliche condivise), Internet non è stato un fattore indispensabile, la rete è invece lo strumento fondamentale per mettere in contatto conducenti e passeggeri intenzionati a condividere l’auto privata per un viaggio.

Statistiche ufficiali sulle dimensioni del car pooling in Italia non sono ancora disponibili. Si tratta di un fenomeno recente e in continua espansione. Di conseguenza, negli ultimi anni, si sono moltiplicati i siti che raccolgono le offerte di passaggi. Alcune realtà hanno assunto dimensioni internazionali arrivando a coprire più Paesi europei. Un esempio è BlaBlaCar. Stando ai numeri forniti dal portale, il servizio conta più di 5 milioni di iscritti in Europa con un trend in forte crescita. La percentuale di italiani sugli utenti globali è circa il 10% del totale. «Tramite la piattaforma – ha affermato Olivier Bremer, country manager di BlaBlaCar per l’Italia - sono stati condivisi tre miliardi di chilometri in tutta Europa. In questo modo è stata risparmiata l’emissione di più di 750 mila tonnellate di CO2». Bremer ci tiene però a sottolineare la specificità del portale: «Nel caso del car pooling si tratta di brevi distanze e di spostamenti effettuati soprattutto da pendolari che condividono l’auto per tratte casa-lavoro. Sono spostamenti ripetuti con equipaggi fissi dove l’auto viene solitamente messa a turno dai passeggeri. Il “ride sharing”, come nel caso di BlaBlaCar, è un fenomeno diverso: si tratta di viaggi lunghi, dai 100 km in su. I passeggeri sono sempre diversi e chi viaggia contribuisce alle spese di viaggio pagando la quota fissata dal conducente».

Navigando in rete, per quanto riguarda l’Italia, i siti per condividere l’auto si incontrano però alla voce “car pooling”. Tra i primi risultati c’è il sito Carpooling.it. «Sono più di 5 milioni gli utenti registrati – si legge sul portale – che viaggiano in Europa in maniera economica, veloce e divertente, riducendo le emissioni di CO2 e il traffico. Carpooling è la piattaforma europea nata in Germania che negli ultimi quattro anni si è sviluppata nel resto del continente. Disponibile in 7 lingue, permette di trovare un passaggio verso tutte le destinazioni europee».

A supporto dei siti di car pooling, negli ultimi anni si sono aggiunti i social network e le app per smartphone e tablet. Carpooling.it offre il suo servizio anche attraverso un widget” destinato agli eventi. In pochi click gli organizzatori di concerti, fiere o mostre possono integrare l’applicazione di carpooling.it nel loro sito o pagina Facebook e permettere ai propri clienti di raggiungere insieme le località delle manifestazioni. Il widget consente di cercare e/o offrire un passaggio per una determinata città direttamente sul social network o sul sito dell’iniziativa. Nel widget vengono visualizzati gli ultimi 20 viaggi inseriti dagli utenti di carpooling.it. Ogni annuncio presenta informazioni su data, orario di partenza e, nel caso di Facebook, un link all’eventuale profilo del viaggiatore.

Nel campo delle applicazioni legate al car pooling c’è poi l’ultima novità lanciata dal portale italiano Bring-me. Si tratta dell’app “Carpooling Certiticate” che permette di certificare l’effettiva compresenza su una stessa vettura di uno o più passeggeri. Come funziona? La certificazione del viaggio avviene grazie al lancio dell’app da parte di un componente dell’equipaggio sul proprio smartphone. “Carpooling Certificate” rileva via bluetooth o attraverso l’interazione tra applicazioni gli altri componenti e stabilisce così quante persone sono presenti a bordo. Durante il viaggio l’applicazione conteggia i chilometri percorsi e all’arrivo verifica la presenza dei medesimi apparati telefonici individuati alla partenza. Il sistema riporterà un certificato che indicherà la strada percorsa, il numero di persone presenti e la CO2 risparmiata. Quest’ultimo dato viene calcolato in maniera standard considerando le emissioni di CO2 previste dalla normativa Euro5: 130 grammi di CO2 per chilometro moltiplicate per ogni passeggero (ad esclusione del conducente). «Con questa app – ha spiegato Gerard Albertengo, amministratore di Bringme – puntiamo a creare un sistema premiante, in accordo con eventi o enti pubblici, che porti ad ottenere sconti riservati a chi raggiunge in car pooling questi luoghi convenzionati. Per assegnare gli sconti occorreva però uno strumento che certificasse la condivisione dell’auto. Ora con  “Carpooling Certificate” questo è possibile».

Giuseppe Iasparra

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

giugno 19, 2018

Ad Affi l’impianto eolico diventa un investimento per i cittadini

Le imprese e le famiglie residenti ad Affi, in provincia di Verona, potranno partecipare al finanziamento dell’impianto eolico, della potenza complessiva di 4 MW, realizzato dalla multiutility locale AGSM nel 2017. L’operazione replica uno schema già adottato con successo per il vicino impianto eolico di Rivoli Veronese realizzato dalla stessa società nel 2013, e prevede un’emissione di obbligazioni (“Affi [...]

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

giugno 15, 2018

“Mutui verdi”: tassi d’interesse più bassi per i “green building”

La rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato ieri un nuovo schema pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un segnale importante da parte degli investitori, che dimostra come “l’edilizia sostenibile” stia diventando un mercato chiave per la crescita dell’Europa. Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di [...]

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

giugno 14, 2018

“Microinquinanti emergenti”: il lato oscuro delle sostanze chimiche quotidiane

Si sono conclusi con una tavola rotonda al Politecnico di Milano i due giorni di convegno promossi da Lombardy Energy Cleantech Cluster (LE2C) sul tema “Microinquinanti emergenti”, che ha visto un’ampia partecipazione di rappresentanti delle imprese, degli enti pubblici e dell’università, attirati da un tema di grande importanza, ma ancora poco noto al pubblico e poco trattato [...]

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

giugno 14, 2018

Il roadshow sulle rinnovabili di Elettricità Futura parte da Pescara

E’ partita da Pescara la prima tappa del roadshow “Le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico – Incontri con il territorio” organizzato da Elettricità Futura. Un’occasione di confronto tra istituzioni e aziende del settore elettrico con un particolare focus sullo sviluppo delle rinnovabili e le opportunità di finanziamento. Questa prima tappa, organizzata in [...]

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

giugno 6, 2018

“The Milk System”: Legambiente premia il documentario sulle storture della produzione del latte

Si è conclusa ieri, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, la XXI edizione di Cinemambiente, il Festival internazionale di cinema e cultura ambientale organizzato a Torino dall’omonima associazione, in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. Legambiente, che con i propri educatori ambientali supporta Cinemambiente Junior, la sezione del Festival dedicata ai ragazzi, e che ogni anno assegna un riconoscimento [...]

PMI e cambiamenti climatici: a Torino un progetto di adattamento

giugno 5, 2018

PMI e cambiamenti climatici: a Torino un progetto di adattamento

Le città del mondo si attrezzano per affrontare i mutamenti climatici e Torino, tra le italiane, è una delle più attive nel percorso finalizzato alla predisposizione di un piano di adattamento. In particolare attraverso il progetto europeo Life DERRIS, nato tre anni fa per favorire la creazione di una partnership pubblico-privato nella definizione di una strategia [...]

Elettricità Futura e ANIE Rinnovabili: “bene la piattaforma GSE per monitorare la produzione fotovoltaica”

giugno 4, 2018

Elettricità Futura e ANIE Rinnovabili: “bene la piattaforma GSE per monitorare la produzione fotovoltaica”

La nuova Piattaforma per il monitoraggio degli impianti fotovoltaici di grande taglia rappresenta un primo passo del GSE per favorire il raggiungimento dell’obiettivo di 72 TWh di produzione fotovoltaica al 2030. Per proiettare il Paese verso la decarbonizzazione e garantire uno sviluppo che sia davvero sostenibile, sarà infatti importante non solo realizzare nuovi impianti FER, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende