Home » Internazionali »Politiche » Chi è Antonio Tajani e quali poteri ha il nuovo presidente del Parlamento Europeo:

Chi è Antonio Tajani e quali poteri ha il nuovo presidente del Parlamento Europeo

gennaio 18, 2017 Internazionali, Politiche

Il nuovo Presidente del Parlamento Europeo, che succede al dimissionario Martin Schulz, è per la prima volta nella storia dell’istituzione, un italiano, il romano Antonio Tajani, candidato del Partito Popolare Europeo, eletto ieri dall’Assemblea di Strasburgo con 351 voti, che hanno sconfitto l’altro italiano in gara, il socialista Gianni Pittella.

Sposato con due figli, Tajani è laureato in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma e parla tre lingue straniere: inglese, francese e spagnolo. E’ stato ufficiale dell’aeronautica militare italiana, per poi diventare giornalista professionista e assumere il ruolo di responsabile della redazione romana de Il Giornale. Dopo una militanza giovanile nel Fronte Monarchico, nel 1994 partecipa alla costruzione di Forza Italia e ne diviene coordinatore per il Lazio (fino al 2005) e, da subito, parlamentare europeo. Tajani non è infatti “uomo nuovo” nelle istituzioni europee: Commissario dal 2008 al 2014, prima ai Trasporti e poi all’Industria, ha ricoperto anche il ruolo di Vicepresidente della Commissione Barroso.

Ma che poteri ha il presidente del Parlamento Europeo? Eletto non direttamente dai cittadini ma dai deputati, il Presidente – coadiuvato da 14 vicepresidenti – deve innanzitutto assicurarsi che vengano seguite le procedure prescritte dal regolamento e vigilare sulle attività del Parlamento e delle sue Commissioni. Rappresenta il Parlamento stesso in seno all’Unione Europea e in tutte le questioni giuridiche e relazioni internazionali. La sua firma è necessaria per rendere operativa la maggior parte degli atti legislativi europei e per l’approvazione del bilancio annuale.

Il presidente viene eletto per un mandato di soli due anni e mezzo, per cui in ogni legislatura si alternano due presidenti, solitamente espressione degli accordi tra i due maggiori blocchi politici rappresentati al Parlamento Europeo (attualmente PSE e PPE). Dal punto di vista del protocollo, il Presidente del Parlamento, in quanto espressione della rappresentanza dei cittadini europei, precede tutte le altre cariche dell’Unione Europea.

Il Parlamento Europeo, dall’entrata in vigore del Trattato di Lisbona nel 2009, non ha più solo una funzione consultiva, ma partecipa, con modalità differenti, all’adozione degli atti legislativi dell’UE attraverso il meccanismo di codecisione con il Consiglio (espressione dei governi nazionali), divenuto la procedura legislativa ordinaria, nella quale rientrano ambiti di importanza fondamentale, come la libertà, la sicurezza e la giustizia, il commercio estero, la politica ambientale e la politica agricola comune (PAC). Già l’Atto Unico Europeo (AUE) del 1987, prevedeva inoltre che la stipula di qualsiasi trattato di adesione di un nuovo Stato membro fosse soggetta al parere conforme del Parlamento Europeo, così come per gli accordi internazionali “aventi implicazioni finanziarie considerevoli per l’UE”.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende