Home » Internazionali »Politiche » Chi è Antonio Tajani e quali poteri ha il nuovo presidente del Parlamento Europeo:

Chi è Antonio Tajani e quali poteri ha il nuovo presidente del Parlamento Europeo

gennaio 18, 2017 Internazionali, Politiche

Il nuovo Presidente del Parlamento Europeo, che succede al dimissionario Martin Schulz, è per la prima volta nella storia dell’istituzione, un italiano, il romano Antonio Tajani, candidato del Partito Popolare Europeo, eletto ieri dall’Assemblea di Strasburgo con 351 voti, che hanno sconfitto l’altro italiano in gara, il socialista Gianni Pittella.

Sposato con due figli, Tajani è laureato in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma e parla tre lingue straniere: inglese, francese e spagnolo. E’ stato ufficiale dell’aeronautica militare italiana, per poi diventare giornalista professionista e assumere il ruolo di responsabile della redazione romana de Il Giornale. Dopo una militanza giovanile nel Fronte Monarchico, nel 1994 partecipa alla costruzione di Forza Italia e ne diviene coordinatore per il Lazio (fino al 2005) e, da subito, parlamentare europeo. Tajani non è infatti “uomo nuovo” nelle istituzioni europee: Commissario dal 2008 al 2014, prima ai Trasporti e poi all’Industria, ha ricoperto anche il ruolo di Vicepresidente della Commissione Barroso.

Ma che poteri ha il presidente del Parlamento Europeo? Eletto non direttamente dai cittadini ma dai deputati, il Presidente – coadiuvato da 14 vicepresidenti – deve innanzitutto assicurarsi che vengano seguite le procedure prescritte dal regolamento e vigilare sulle attività del Parlamento e delle sue Commissioni. Rappresenta il Parlamento stesso in seno all’Unione Europea e in tutte le questioni giuridiche e relazioni internazionali. La sua firma è necessaria per rendere operativa la maggior parte degli atti legislativi europei e per l’approvazione del bilancio annuale.

Il presidente viene eletto per un mandato di soli due anni e mezzo, per cui in ogni legislatura si alternano due presidenti, solitamente espressione degli accordi tra i due maggiori blocchi politici rappresentati al Parlamento Europeo (attualmente PSE e PPE). Dal punto di vista del protocollo, il Presidente del Parlamento, in quanto espressione della rappresentanza dei cittadini europei, precede tutte le altre cariche dell’Unione Europea.

Il Parlamento Europeo, dall’entrata in vigore del Trattato di Lisbona nel 2009, non ha più solo una funzione consultiva, ma partecipa, con modalità differenti, all’adozione degli atti legislativi dell’UE attraverso il meccanismo di codecisione con il Consiglio (espressione dei governi nazionali), divenuto la procedura legislativa ordinaria, nella quale rientrano ambiti di importanza fondamentale, come la libertà, la sicurezza e la giustizia, il commercio estero, la politica ambientale e la politica agricola comune (PAC). Già l’Atto Unico Europeo (AUE) del 1987, prevedeva inoltre che la stipula di qualsiasi trattato di adesione di un nuovo Stato membro fosse soggetta al parere conforme del Parlamento Europeo, così come per gli accordi internazionali “aventi implicazioni finanziarie considerevoli per l’UE”.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

dicembre 13, 2019

Decreto Clima: approvazione definitiva alla Camera. Ecco cosa verrà incentivato

Con 261 voti a favore, 178 contrari e 5 astenuti, la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva, il 10 dicembre, il disegno di legge di conversione (A.C. 2267) del D.L. 111/2019 (cosiddetto “Decreto Clima“) nel testo già approvato, con modifiche, dal Senato (A.S. 1547). Il provvedimento, composto originariamente di 9 articoli, a seguito delle modifiche [...]

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

dicembre 10, 2019

“Urban Forest”: il Museo della Montagna di Torino si prende cura del bosco urbano

Mercoledì 4 dicembre, al Museo Nazionale della Montagna ”Duca degli Abruzzi” di Torino, ha preso il via il progetto Urban Forest, un’iniziativa che costituisce il nucleo centrale della mostra “Tree Time”, a cura di Daniela Berta e Andrea Lerda. Il bosco che circonda il Museo è infatti un vero e proprio bosco urbano nel centro della [...]

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

dicembre 10, 2019

Accordo Essity-Assocarta: i fanghi di cartiera diventano solette per le scarpe

La multinazionale svedese Essity – leader mondiale nei settori dell’igiene e della salute con brand come TENA, Nuvenia e Tempo – ha annuncia ieri un nuovo progetto di economia circolare che vede coinvolto lo stabilimento produttivo di Porcari (LU), in Toscana. Grazie ad un processo di riutilizzo degli scarti di cartiera, originariamente destinati alla discarica, [...]

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

dicembre 9, 2019

Ford e McDonald’s: componenti per le automobili dagli scarti dei chicchi di caffè

Ford Motor Company e McDonald’s USA hanno annunciato che presto daranno avvio ad un processo di trasformazione degli scarti dei chicchi di caffè, in componenti per le automobili, come l’alloggiamento dei fari. Ogni anno, durante la lavorazione di milioni di chicchi di caffè, l’involucro si stacca naturalmente durante il processo di tostatura. Oggi è tecnologicamente [...]

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

dicembre 5, 2019

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

Un racconto per immagini su un mondo surriscaldato dalle emissioni nocive,  invaso dalla plastica e dalla sporcizia, dove l’habitat naturale di animali e piante viene bruciato ed annientato.  Una storia che prende il nome di “De Ruina Terrae. L’impatto dell’uomo sulla natura” e che sarà possibile ripercorrere dal 5 (inaugurazione alle ore 19,00) al 7 [...]

Green Jobs: in libreria la nuova guida di Tessa Gelisio e Marco Gisotti

dicembre 5, 2019

Green Jobs: in libreria la nuova guida di Tessa Gelisio e Marco Gisotti

Quali sono le 100 professioni più richieste, oggi, in Italia? La risposta è nella nuovissima guida “100 green jobs per trovare lavoro”, firmata da Tessa Gelisio e Marco Gisotti – già autori nel 2008 della “Guida ai Green Jobs” – per Edizioni Ambiente (384 pagg. 18 euro), disponibile nelle librerie fisiche e digitali dal 21 novembre 2019: un vademecum per [...]

Ricerca AXA: cambiamento climatico prima preoccupazione per tre italiani su quattro

novembre 26, 2019

Ricerca AXA: cambiamento climatico prima preoccupazione per tre italiani su quattro

Il cambiamento climatico irrompe al primo posto in cima alla lista dei temi prioritari per gli italiani. È “il problema” per tre italiani su quattro, che pensano che abbia un impatto diretto sulla propria salute e che si tratti di una sfida collettiva con impatti sulla loro vita, a livello personale. Sono alcune delle principali evidenze [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende