Home » Internazionali »Politiche » Copenhagen sempre più vicina, ma sempre più lontana.:

Copenhagen sempre più vicina, ma sempre più lontana.

novembre 6, 2009 Internazionali, Politiche

Courtesy of Cathérine (Flickr)Il tiro alla fune continua a un mese da Copenhagen e le prospettive non sono particolarmente incoraggianti.

Era solo luglio quando Obama dichiarava di fronte al mondo intero che gli Stati Uniti erano pronti per “dare l’esempio”e guidare una nuova battaglia sul clima.

Oggi l’entusiasmo sembra non essere più lo stesso e il Senato americano esita nell’approvare il taglio delle emissioni proposto dalla Casa Bianca.

Voci di corridoio danno addirittura come incerta la presenza del neo-premio nobel nella capitale danese dati i pochi risultati attesi.

L’ondata di pessimismo fa indietreggiare anche il Presidente della Commissione Europea Josè Manuel Barroso  che considera il vertice di Copenhagen la giusta sede per il raggiungimento di un accordo quadro, ma nulla di più, almeno fino al prossimo anno.

Ancora fiduciosa risulta invece Angela Merkel. Il 3 Novembre scorso a Washington, il cancelliere tedesco ha ribadito che, per mantenere il riscaldamento globale al di sotto della soglia dei 2°C, occorre che tutti i Paesi siano disponibili ad accettare obbligazioni vincolanti.

Della necessità di creare una struttura legalmente vincolante parla anche il WWF, che ha avanzato dieci richieste per l’accordo di Copenhagen. Riprendendo le proposte della negoziatrice boliviana Angelica Navarro, il documento sottolinea la necessità per i Paesi Sviluppati di ridurre le emissioni del 40% entro il 2020, contribuire economicamente al processo di adattamento dei Paesi in via di Sviluppo e favorire il trasferimento nord-sud di tecnologie. Inoltre, sempre secondo il WWF, occorrerebbe potenziare gli investimenti per le “alternative verdi” e fermare la deforestazione in Amazzonia.

I costi di un tale programma ammonterebbero  a circa 400 miliardi di dollari, spesa alla quale pare che ben pochi paesi intendano contribuire.

Non resta che attendere i risultati dei Barcelona Climate Change Talks in chiusura domani nella città spagnola e sperare che a Copenhagen si possa andare oltre le generiche “dichiarazioni di intenti”.

Ilaria Burgassi

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

novembre 23, 2017

Osservatorio Nimby Forum: anche energie rinnovabili e gestione rifiuti tra i progetti contestati

Energia e rifiuti: è questo il fulcro delle contestazioni secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Media Permanente Nimby Forum, il database nazionale che dal 2004 monitora in maniera puntuale la situazione delle opposizioni contro opere di “pubblica utilità” e insediamenti industriali in costruzione o ancora in progetto. Presentata il 21 novembre a Roma, la nuova edizione dell’Osservatorio [...]

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

novembre 23, 2017

Comuni Ricicloni all’EcoForum del Piemonte: Barone Canavese primo classificato

Una transizione completa a un’economia circolare in Europa potrebbe generare risparmi per circa 2.000 miliardi di euro entro il 2030; un aumento del 7% del PIL dell’UE, con un aumento dell’11% del potere d’acquisto delle famiglie e 3 milioni di nuovi posti di lavoro. Sono i dati da cui è partito ieri il primo EcoForum per [...]

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

novembre 23, 2017

Nuovo regolamento europeo sul biologico: le critiche di CCPB e EOCC

L’organismo di certificazione italiano CCPB, in merito al nuovo Regolamento Europeo sul Biologico – a cui ieri la Commissione Agricoltura del Parlamento UE ha dato approvazione definitiva – ha comunicato di condividere la posizione critica di EOCC (The European Organic Certifiers Council), associazione che raggruppa i principali organismi di certificazione europei. Secondo EOCC i punti critici [...]

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende