Home » Nazionali »Politiche » Dalle auto a basse emissioni al “Green New Deal”: novità e conferme di Ecomondo 2013:

Dalle auto a basse emissioni al “Green New Deal”: novità e conferme di Ecomondo 2013

novembre 8, 2013 Nazionali, Politiche

Appena entrati, si nota subito la grande novità dell’edizione 2013 di Ecomondo. Quest’anno, la storica fiera dedicata al recupero di materia ed energia e allo sviluppo sostenibile, allarga i suoi orizzonti e punta all’auto sostenibile con “H2R-Mobility for Sustanibility”, nuovo salone dedicato al comparto automobilistico a basse emissioni.

Il salone nasce dall’esperienza di H2Roma che dopo undici edizioni capitoline si sposta a Rimini. Oltre all’esposizione dei mezzi, il salone offre la possibilità di accreditarsi per i test drive a bordo dei più recenti veicoli a basse emissioni. «Con la prima edizione di  H2R-Mobility for Sustanibility, ossia la mobilità sostenibile all’interno della green economy – spiega il presidente del comitato scientifico dell’evento, Fabio Orecchini – intendiamo riportare l’auto e la mobilità al centro dell’attenzione di politiche e strategie economiche, industriali e sociali grazie all’integrazione in una piattaforma espositiva capace di stimolare queste politiche e strategie basandosi sulle grandi opportunità offerte dall’economia verde».

In esposizione ci sono veicoli elettrici, ibridi ma anche a gpl o metano. Un campo, quello delle auto a propulsione alternativa, che secondo gli organizzatori, ha di fronte un pubblico pronto ad accogliere la novità: «Da recenti  sondaggi (IV Osservatorio Deloitte sull’auto elettrica) risulta che gli italiani acquisterebbero volentieri un’auto a propulsione alternativa – gpl, ibrida o elettrica – per risparmiare sugli eventuali costi dei carburanti. Ma per far decollare la domanda occorrono incentivi in favore della mobilità sostenibile. Interessanti i numeri del segmento noleggio: nel 2012 l’8% dei veicoli elettrici (su un totale di 524 unità) è stato immatricolato dai noleggiatori. Esaminando proprio i dati delle immatricolazioni, si evince che mese su mese (settembre 2012 – settembre 2013) i numeri sono positivi: metano +30%, ibride +141%, elettriche +64%».

Largo alla mobilità a basse emissioni anche nella Città Sostenibile, lo spazio di Ecomondo dedicato alle smart city. Tra le novità in esposizione qui c’è Trix, un mezzo elettrico a tre ruote: ha un costo di 3 mila euro, un’autonomia di 100 km in pianura e monta batterie al litio. «La peculiarità è la stabilità del mezzo grazie alle tre ruote anteriori – spiega Alberto Margani, venditore Trix per il Centro Sud -. Trix è ideale anche per chi ha timori ad usare un motociclo classico. Con la velocità regolabile a 15 o 25 km/h, Trix si sposa bene per i centro storici a traffico limitato. È tuttavia uno scooter 50 da cc. a tutti gli effetti: può trasportare due persone ed ha una portata di 150 chili». Per la ricarica? Trix si attacca alla classica spina di casa: «C’è un caricabatterie che impiega mediamente dalle 6 alle 8 ore. Altrimenti -  spiega ancora Alberto Margani - è possibile acquistare un fast charger che in due ore e mezza ricarica le batterie. Le batterie durano mille cicli di ricarica. Percorrendo una media di 30 km al giorno durano circa tre-quattro anni. La spesa per la sostituzione è di circa 800 euro ma occorre considerare che i prezzi stanno scendendo».

A fianco delle novità, c’è anche chi consolida la propria presenza ad Ecomondo. Dopo l’esordio dell’anno passato, si sono nuovamente riuniti a Rimini gli Stati Generali della Green Economy.  Le 66 organizzazioni che animano l’iniziativa hanno presentato il “Pacchetto di misure per un Green New Deal per l’Italia”: un pacchetto di misure innnovative e di pronta attuazione in chiave verde che, senza aumentare la pressione fiscale né il debito pubblico, siano in grado di attivare uno sviluppo durevole, una ripresa degli investimenti e dell’occupazione. Per i dieci settori stategici individuati (fisco, strumenti finanziari innovativi, investimenti in infrastrutture verdi, difesa del suolo e risorse idriche, rifiuti, efficienza e risparmio energetico, energie rinnovabili, filiere agricole di qualità ecologica, rigenerazione urbana e consumo del suolo, mobilità sostenibile, occupazione giovanile green) il “pacchetto” si muove lungo quattro direttrici: un fisco in chiave green, semplificazioni burocratiche, nuovi strumenti finanziari, ottimizzazione e razionalizzazione dell’uso delle risorse finanziarie. «Il pacchetto di proposte – ha detto Edo Ronchi, componente del Consiglio nazionale della Green Economy – ha la finalità di riuscire a sviluppare una green economy in grado di attivare un vero e proprio green New Deal per l’Italia. Per ogni tipo di misura del pacchetto si è individuata non solo la spesa, ma anche la copertura a partire da una riforma della fiscalità in chiave ecologica».

I numeri di questa seconda edizione degli Stati Generali della Green Economy, che si è chiusa giovedì 7 novembre, soddisfano gli organizzatori: 2.500 partecipanti, a cui vanno aggiunti più di 1.400 persone che hanno seguito la diretta streaming. L’hashtag #statigreen13 è stato, inoltre, nei primi tre posti dei trend topic su Twitter in Italia per tutti e due i giorni della manifestazione. «Gli Stati Generali della Green Economy 2013 – hanno concluso gli organizzatori – sono stati il punto di partenza di un percorso che si realizzerà nei prossimi mesi. Il Consiglio Nazionale della Green Economy lavorerà, infatti, insieme al Ministero dell’Ambiente e al Ministero dello Sviluppo Economico, con il supporto della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, per la realizzazione del piano strategico di sviluppo verde per il Paese attraverso l’attuazione del Pacchetto di misure per un Green New Deal per l’Italia».

Giuseppe Iasparra

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende