Home » Internazionali »Politiche » Dall’Europa una proposta per limitare i fosfati nei detersivi:

Dall’Europa una proposta per limitare i fosfati nei detersivi

novembre 9, 2010 Internazionali, Politiche

alghe, Courtesy of lusi@, Flickr.comLe acque dei bacini europei sono attaccate qutodianamente da ingenti quantità di fosfati, tanto che è a rischio la loro qualità, con ingenti danni per l’ecosistema. Per questo la  Commissione Europea ha presentato, il 4 novembre scorso, una proposta per proibire l’uso di fosfati nei detersivi, almeno in quelli destinati all’uso domestico, e per limitare gli altri composti e derivati del fosforo presenti nei detergenti per il bucato, responsabili della cosiddetta “eutrofizzazione” delle acque, ovvero l’aumento delle sostanze nutritive che fanno crescere a dismisura la presenza di alghe marine (ma il fenomeno è sempre più diffuso anche nei laghi). Di quei fenomeni, cioè, noti anche come “marea rossa” o “marea verde”, a seconda del colore delle alghe.

L’eccessiva presenza di alghe, infatti, mette seriamente a rischio la sopravvivenza di altre specie. Le principali fonti di scarico dei fosfati nelle acque di superficie sono l’agricoltura e le acque reflue (scarichi); terzi sono proprio i detergenti. L’intento della proposta europea è dunque quello di armonizzare le misure da adottare in tutti i Paesi dell’area UE, vista la diversità della regolamentazione attualmente in vigore e le dimensioni ormai continentali del problema.

Alcuni Stati membri hanno già introdotto restrizioni nazionali, ma con valori limite assai discordanti tra loro. Altri contano invece su un’azione volontaria da parte dei fabbricanti di detergenti ma, in alcuni casi, le misure adottate non sono sufficienti per mantenere la qualità dell’acqua a livelli accettabili; tra i più colpiti ci sono sicuramente il Danubio e il mar Baltico, per i quali si stima che dipendano dai detergenti addirittura il 16% e il 24% dei fosfati presenti nelle loro acque.

Il progetto di regolamento non riguarda i detergenti per lavastoviglie automatiche o quelli per uso professionale, considerando che non esistono alternative più convenienti sotto il profilo economico e tecnico. Ciascun stato membro sarà tuttavia invitato a regolare il tenore dei fosfati nei detergenti utilizzati per questi scopi. Potrebbero aprirsi, a questo punto, interessanti prospettive commerciali e di ricerca per le aziende del settore. Per i detergenti usati, al contrario, in ambito domestico, esistono alternative ai fosfati, valide in termini di costo, senza una sensibile diminuzione dell’efficacia del prodotto.

Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione e commissario responsabile per le imprese e l’industria, ha dichiarato: “La proposta della Commissione di vietare i fosfati nei detergenti per bucato garantisce ai cittadini europei la sicurezza che l’acqua dei loro laghi, fiumi e mari sia di migliore qualità e che le imprese europee possano continuare ad essere all’avanguardia in questo settore. La Commissione monitorerà gli sviluppi dell’industria per quanto concerne la disponibilità di alternative innovanti per i detersivi destinati alle lavastoviglie”.

Entrando nel dettaglio il regolamento propone di limitare il tenore di fosforo allo 0,5% del peso totale del prodotto in tutti i detergenti per bucato in commercio nell’UE. Tale disposizione si applicherà a partire dal 1º gennaio 2013, per permettere ai fabbricanti di detergenti di ridurre al minimo i costi connessi alla modifica della composizione dei detergenti per bucato nell’ambito di un ciclo di vita normale del prodotto. La proposta prevede la necessità di rivalutare la situazione per quanto riguarda i detergenti per lavastoviglie automatiche entro il 31 dicembre 2014. Grazie alla riduzione dei costi connessi con l’eliminazione dei fosfati, la proposta gioverebbe non solo agli impianti di trattamento delle acque reflue, ma anche all’ambiente nonché alle tasche dei consumatori, che pagano cifre ingenti per il trattamento delle acque reflue scaricate nei fiumi  nei laghi.

Andrea Marchetti

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende