Home » Nazionali »Politiche » Elezioni 2013, cosa votare? Piccolo vademecum per il voto ambientalista:

Elezioni 2013, cosa votare? Piccolo vademecum per il voto ambientalista

febbraio 23, 2013 Nazionali, Politiche

Domani, domenica 24, e lunedì 25 febbraio 2013, si vota in tutta Italia per il rinnovo del Parlamento (Camera e Senato) e in Lombardia, Lazio e Molise per gli organi regionali. In vista di questo importante appuntamento elettorale la redazione di Greenews.info ha raccolto le sezioni dei programmi dei principali partiti e movimenti politici dedicate alle tematiche ambientali e le ha riunite, per comodità di consultazione dei nostri lettori, in un unico documento di 21 pagine, scaricabile a questo link.

Greenews.info ha anche selezionato, a propria discrezione, una proposta, per ciascun partito o movimento che risultasse particolarmente distintiva, al di là della base comune di intenti (tutti piuttosto simili, per la verità, anche se più o meno dettagliati) che accompagna i programmi sull’ambiente e la green economy. Eccole in ordine alfabetico:

FARE per Fermare il Declino:

  • “Riforma del TU Edilizia: riduzione della discrezionalità amministrativa nel rilascio del permesso di costruire rilasciato da parte dell’amministrazione pubblica con il consenso dei privati su cui l’intervento edilizio ha un impatto ambientale e/o paesaggistico, mutuando il modello di “neighbour’s consent” applicato in paesi come l’Australia, dove il coinvolgimento in fase di progettazione dei proprietari di terreni e immobili su cui i lavori possono avere un impatto (paesaggistico o ambientale) previene il contenzioso e dà elementi valutativi che indirizzano l’azione amministrativa in sede di rilascio del permesso”.

Fratelli d’Italia:

  • “Niente discariche né inceneritori: è l’obiettivo strategico a cui tendere nel medio-lungo periodo. Il principio ispiratore del ciclo dei rifiuti è quello di riutilizzare gli scarti come materia prima seconda. In tutto il mondo sviluppato le materie raccolte e riciclate vengono vendute nell’industria. Da noi si gettano ancora in discarica, magari abusivamente o senza aver impermeabilizzato il suolo e paghiamo anche profumatamente chi li riceve”.

Lega Nord:

  • “Diminuzione delle tasse (accise) che incidono sul costo dell’energia“.

Movimento 5 Stelle:

  • Incentivazione della produzione distribuita di energia elettrica estendendo a tutte le fonti rinnovabili e alla micro-cogenerazione diffusa la normativa del conto energia, vincolandola ai kW riversati in rete nelle ore di punta ed escludendo i chilowattora prodotti nelle ore vuote“.

PD:

  • La leva fiscale è uno strumento decisivo per incoraggiare comportamenti virtuosi e penalizzare chi pensa di poter continuare a scaricare il proprio tornaconto di breve periodo sul futuro di ognuno e delle nuove generazioni. Possiamo pensare a una modifica del sistema fiscale in modo da ridurre il carico su lavoratori e imprese per spostarlo sui consumi di energia e di materie prime.

PDL:

  • Più incentivi per gli investimenti in nuove tecnologie finalizzate alla riduzione dei consumi energetici.”

Rivoluzione Civile:

  • Occorre promuovere la riconversione ecologica come nuovo modello di sviluppo, in tutte le sue applicazioni: all’urbanistica, all’edilizia, alle infrastrutture e ai trasporti. La difesa idrogeologica deve diventare la più grande opera pubblica italiana, all’interno di un ‘grande piano delle piccole opere’ che crei occasioni di lavoro diffuse nel nostro paese, garantendo la sicurezza della popolazione”.

Scelta Civica con Monti:

  • “Dalle bonifiche dei siti contaminati, alla riqualificazione ambientale degli impianti industriali (non solo ILVA), dai progetti per le infrastrutture a quelli per le nuove imprese industriali: proponiamo l’adozione di nuove misure per stabilire procedure tecniche sulla base dei migliori standard europei e tempi ‘non discrezionali’ per le procedure di autorizzazione. Queste misure sempre più urgenti rappresentano una ‘infrastruttura’ necessaria per liberare risorse e favorire investimenti sostenibili per la crescita”.

Sinistra Ecologia e Libertà:

  • Pensare ancora a trivellare per il petrolio o per il fracking (fatturazione idraulica) e cercare di imporre nuovi siti per centrali a carbone è l’esatto contrario di quanto un paese come l’Italia deve fare. Nei nostri mari non vogliamo nuove trivelle per il petrolio e per il gas. Per contro la struttura geologica e geoclimatica del nostro paese indica la possibilità di un futuro esclusivamente rinnovabile“.

 

Qui di seguito è invece possibile rileggere le interviste a politici e amministratori candidati alle prossime elezioni e gli approfondimenti realizzati da Greenews.info nei mesi scorsi:

20.02.2013: “Menegon: più ambiente e meno stato

13.02.2013: “Nel twitbattito romano si parla di ambiente, ma dai candidati solo risposte generiche

12.02.2013: “Valentini: il candidato che Zingaretti ha strappato alla scienza del clima

05.02.2013: “Fluttero: occhio all’inquinamento prima che ai cambiamenti climatici

29.01.2013: “Edoardo Croci: in Italia l’ambiente è ignorato o affrontato in maniera ideologica

22.01.2013: “Obiettivo defiscalizzazione e riconversione del territorio. Intervista a Angelo Bonelli”

15.01.2013: “Monica Frassoni: ecco il mio green new deal”

11.01.2013: “Cinquanta sfumature di verde, ma neanche un partito

20.09.2013: “Decrescita: la spina nel fianco di politici e economisti

 

A questo indirizzo ufficiale del Ministero degli Interni è infine possibile verificare tutte le informazioni pratiche per recarsi alle urne e utilizzare correttamente le schede di voto.

Redazione Greenews.info

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

marzo 28, 2017

INGRID: in Puglia un progetto per lo stoccaggio di idrogeno allo stato solido

Sfruttare al massimo l’energia generata da fonti rinnovabili, superando i limiti che le caratterizzano, quali discontinuità e picchi di sovrapproduzione. È questo l’intento di INGRID, il progetto europeo di ricerca finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro che offre una soluzione tecnologica che consente lo stoccaggio in forma di idrogeno allo stato solido, attraverso dei dischi [...]

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

marzo 24, 2017

Greenpeace a Roma: “Un’Europa rinnovata, ma anche più rinnovabile”

Alla vigilia delle celebrazioni per il Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un gruppo di attivisti di Greenpeace è entrato in azione nella capitale aprendo uno striscione di 100 metri quadri dalla terrazza del Pincio, con il messaggio “After 60 years: a better Europe to save the climate” rivolto ai leader europei, nei prossimi giorni [...]

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

marzo 24, 2017

CIB al preview di Fieragricola: “In Italia 8 miliardi di metri cubi di biometano entro il 2030″

«L’Italia è il quarto Paese al mondo dietro a Germania, Stati Uniti e Cina e secondo in Europa per numero di impianti di biogas nelle aziende agricole, che sono più di 1.250 realizzati e dagli attuali 2 miliardi di metri cubi abbiamo la potenzialità per arrivare a 8 miliardi di metri cubi di biometano entro [...]

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

marzo 23, 2017

Restauro-Musei: il Salone di Ferrara punta sull’economia del patrimonio culturale e ambientale

Fino al 24 marzo 2017 torna, nella sede di Ferrara Fiere, il “Salone del Restauro”, rinominato, nella sua XXIV edizione, Restauro-Musei, Salone dell’Economia, della Conservazione, delle Tecnologie e della Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali. Tre giornate di esposizioni, convegni, eventi e mostre, con l’intento di promuovere il patrimonio culturale e ambientale sotto tutti gli aspetti. L’edizione [...]

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

marzo 23, 2017

E’possibile una “ecologia del diritto”? Scienza e politica dei beni comuni alla Biennale Democrazia

  Venerdì 31 marzo Aboca presenterà alla quinta edizione di “Biennale Democrazia”, a Torino, l’edizione italiana del libro “The Ecology of Law” (“Ecologia del Diritto”), del fisico e teorico dei sistemi Fritjof Capra (direttore e fondatore del Centro per l’Ecoalfabetizzazione di Berkeley in California e membro del Consiglio della Carta Internazionale della Terra) e dello [...]

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

marzo 22, 2017

Ricerca Ipsos: la popolazione mondiale ha scarsa fiducia nella capacità di trattare le acque

Con l’hashtag #WORLDWATERDAY anche quest’anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, istituita nel 1993 dalle Nazioni Unite come momento per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione delle risorse idriche, evidenziare l’importanza dell’acqua e la necessità di preservarla e renderla accessibile a tutti. Il tema proposto di questo anno è infatti “Waste Water” (le acque di scarico): [...]

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

marzo 21, 2017

Conlegno celebra la Giornata Internazionale delle Foreste: “il legname illegale ha impatti sulla vita quotidiana”

Coprono una superficie di circa 4 miliardi di ettari, quasi il 31% delle terre emerse. Sono le foreste, aree che svolgono un ruolo insostituibile per il Pianeta e di cui oggi si celebra la Giornata Internazionale. Le foreste conservano la biodiversità e l’integrità del suolo, danno cibo a miliardi di persone e assorbono gran parte del [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende