Home » Internazionali »Politiche » Energy Council USA-UE: lo sviluppo delle rinnovabili come elemento di sicurezza energetica:

Energy Council USA-UE: lo sviluppo delle rinnovabili come elemento di sicurezza energetica

novembre 22, 2010 Internazionali, Politiche

Energia, Courtesy of gicol, Flickr.comLa sicurezza energetica è, ormai da tempo, uno dei temi caldi dell’agenda politica interna di qualsiasi Paese del mondo. La garanzia di approvvigionamento energetico significa, infatti, maggiore sicurezza in campo economico e industriale e dunque prosperità. In altri termini, l’energia è oggi il centro vitale per la sopravvivenza di ogni Paese.

La componente energetica, oltre a rappresentare un elemento ineludibile nell’ambito delle politiche economiche e di sviluppo delle singole Nazioni, ne influenza, del resto, anche le rispettive politiche estere. E’ sulla base di questi fattori, legati all’importanza strategica della sicurezza energetica, che nel novembre 2009 l’Unione Europea e gli Stati Uniti creano l’Energy Council.

I rappresentanti delle due potenze ne hanno ora nuovamente discusso, in occasione del Summit interministeriale tra UE e USA, svoltosi a Lisbona il 19 e 20 novembre. L’obiettivo è quello di creare un coordinamento tra le politiche energetiche dell’Unione Europea e quelle degli Stati Uniti, garantendo così maggiore trasparenza nel mercato energetico globale e collaborando sui vari programmi di ricerca energetica per accelerare l’impiego di tecnologie pulite e rinnovabili.

L’Energy Council, come piattaforma di collaborazione tra UE e USA in tema energetico, è dunque anche un banco di prova per il coordinamento di politiche ambientali. A questo proposito sono stati stabiliti tre Gruppi di Lavoro, ognuno con competenze specifiche e con un set di priorità da soddisfare.

La sicurezza energetica globale rappresenta il primo ordine di priorità nell’ambito delle politiche energetiche tra UE e USA. In questo quadro uno degli obiettivi è la razionalizzazione dei progetti per la realizzazione di gasdotti sul Corridoio Sud, che collega l’UE all’Asia centrale e che dovrebbe garantire una fornitura diversificata di gas per i Paesi dell’UE. Altre priorità dello stesso Gruppo di Lavoro sono quelle relative al Mar Caspio, quale via di transito di gas verso i mercati Europei, e alla promozione di una maggiore trasparenza nel mercato energetico globale. Quest’ultimo obiettivo è essenzialmente connesso alla trasparenza ed efficienza del mercato dell’Ucraina, alla quale sono legate le crisi energetiche nel 2006 e nel 2009, quando la Russia decise di “chiudere i rubinetti” e interrompere le forniture di gas che dovevano attraversare l’ex paese sovietico, moroso nei pagamenti.

A questo proposito, l’Energy Council ha lavorato – e continuerà a lavorare – a stretto contatto con il Governo ucraino per aumentare gli investimenti e facilitare lo sviluppo di risorse energetiche (petrolio e gas) interne al Paese; modernizzare le vie di transito del gas; aumentare la trasparenza nelle attività delle compagnie energetiche nazionali; implementare misure di efficienza energetica e promuovere le energie rinnovabili.

Secondo set di priorità per l’Energy Council è quello delle politiche energetiche rivolte interamente alla eco-sostenibilità. L’obiettivo è quello di elaborare politiche transatlantiche coordinate a basso impatto ambientale. A fianco delle strategie tradizionali, fatte di accordi strategici per l’approvvigionamento di gas e petrolio, si riconosce dunque esplicitamente la necessità di una politica consapevole sul piano ambientale: promozione dell’efficienza energetica, diffusione di veicoli elettrici, implementazione della Carbon Capture and Storage Strategy, sviluppo dei bio-combustibili e sicurezza nucleare.

Strettamente connesso alla sfera delle politiche energetiche è il lavoro del terzo Gruppo di Lavoro, sulle tecnologie energetiche, per incrementare una cooperazione nel campo della ricerca tecnologica e scientifica che possa, innazitutto, migliorare le tecnologie per la produzione di energie rinnovabili. A riprova che la sicurezza dell’approvvigionamento energetico non può prescindere da politiche di sviluppo delle fonti di energia pulita e rinnovabile.

Donatella Scatamacchia

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende