Home » Nazionali »Politiche » Esperimenti di ambientalismo universale a Milano:

Esperimenti di ambientalismo universale a Milano

maggio 6, 2011 Nazionali, Politiche

Un solo colore, nè rosso nè nero: i nuovi partiti ecologisti in Europa sono verdi – e basta. L’Italia, ancora ostaggio di una ideologizzazione troppo forte, che ha impedito al movimento ambientalista di affermarsi e di crescere, come è accaduto in altri Paesi, è invece ancora in ritardo.

Ma ora uno spiraglio che i temi universali dell’ambiente e della salute assumano, anche nel nostro Paese, una declinazione trasversale, arriva da Milano. Esperimento unico nello Stivale sono i 5 Referendum bipartisan, che si terranno insieme a quelli nazionali del 12-13 giugno e chiedono: meno traffico, meno auto, più trasporto pubblico, biciclette e rispetto del pedone; il raddoppio del verde e la limitazione del consumo di suolo agricolo; un parco nell’area dell’Expo 2015; una Milano più efficiente, più rinnovabile e meno petrolifera e fossile; una Milano città d’acqua, iniziando dai Navigli.

I 5 quesiti, promossi dall’attuale candidato della lista Milano Migliore, Edoardo Croci alcuni mesi fasono stati appoggiati da una componennete politica quantomai eterogenea, che nelle elezioni amministrative si trova divisa su quasi tutto, mentre ha trovato una convergenza proprio sui 5 SI referendari in tema di ambiente e salute, che serviranno forse a liberare i milanesi dalla rassegnazione che nulla possa cambiare.

Sui temi ambientalisti serve trasversalità affinché i risultati siano efficaci”, spiega Enrico Fedrighini, candidato nella lista Verdi Ecologisti per Milano, chiamato da Legambiente a confrontarsi, mercoledì, con gli altri avversari-amici dell’ambiente. Per la prima volta“, continua Fedrighini, ”una grande città verrà chiamata a decidere su un’idea complessiva, il popolo verrà chiamato a dire quale è la città che vorrebbe. E’ diventato un fatto civico. Anche in passato mi era sembrato naturale scegliere nell’interesse dei cittadini e sostenere la posizione sull’Ecopass scelto dalla Moratti, parte politica con riferimenti programmatici totalmenti opposti alla nostra, ma sul tema salute, vicina”.  

Distensione e soddisfazione regnano, una volta tanto, su entrambi i fronti, in un clima di serena (quanto inconsueta) sportività pre-elettrorale. “Mi fa piacere che per la prima volta a Milano, tra i soggetti segnalati da Legambiente per le prossime elezioni comunali, figuri anche la mia presenza, – interviene Edoardo Croci, promotore della lista civica Progetto Milano Migliore, l’unica che si colloca nella coalizione di centro-destra. “E’ una ulteriore riprova del fatto che l’ambiente non ha colore e il nostro modo di intendere il miglioramento ambientale come fattore di sviluppo, e non di opposizione ideologica, rappresenta una novità importante. Auspico che in questa campagna elettorale si parli di più delle proposte concrete su questi temi”.

Ma cosa vuol dire, esattamente, lavorare a una città a misura d’ambiente? Per Carlo Montalbetti, candidato nel Nuovo Polo per Milano, “Il compito è riparare questa città. Come bisogna chiudere il buco nell’ozono così dobbiamo chiudere i buchi nelle politiche ambientali che riguardano Milano per renderla più vivibile, per i nostri figli e nipoti. E i 5 referendum vanno proprio in questa direzione”.  Temi unitari dunque, che secondo Montalbetti “si sostengono con una classe politica coraggiosa, con grandi investimenti e interventi sul territorio, con il metodo del bastone e la carota, cioè con forme premiali e sanzioni. Per esempio non si capisce perché non c’è in Italia la tariffa che premia chi fa la raccolta differenziata, chi differenzia di più. Questo è un tema che riguarda tutti, non dovrebbe essere prerogativa di uno schieramento politico. Una politica ambientale vuol dire 50 mila nuovi posti di lavoro, meno smog, meno combustibile per il riscaldamento, più interventi di efficienza energetica e più risparmio per i cittadini, non è nell’interesse di tutti?”. “La politica green dev’essere la politica del buon senso”, dice Montalbetti. “Possono diventare di destra e di sinistra alcune politiche, per esempio chi pensa solo al blocco del traffico e non pensa a una politica di mobilità pubblica, chi prevede una tassa di ingresso, ma non supporta la mobilità elettrica, ma i referendum sono stati firmati da 25 mila  cittadini senza il supporto dei partiti”.

La trasformazione ecologica della città è quindi partita ed è una priorità assoluta, per tutti. “Il tema dell’ambiente - sostiene Marco Cappato, candidato nella lista Bonino Pannella – è un fatto oggettivo. Noi Radicali già venti anni fa, con il referendum contro il nucleare, avevamo portato avanti con posizioni unitarie un argomento  comune a tutti. In Italia è difficile però farlo capire perché non c’è democrazia, non c’è grande dibattito sui temi, comandano la rissa e le fazioni e lo scopo passa in secondo piano. La trasformazione ecologica della città rimane comunque una priorità assoluta e i referendum mirano a quello. Ora bisogna solo inculcare questo metodo politico ai partiti, bisogna assicurare la partecipazione, la risorsa dell’opinione pubblica è l’unica energia rinnovabile che può consentirci di realizzarla”.

Unità dunque per la salute e il benessere della cittadinanza. Una formula vincente, che ha visto in Europa la trasformazione dei Verdi (Les Verts, Die Grünen, The Greens) in movimenti di massa post-ideologici e trasversali alla società. Un fenomeno indubbiamente nuovo ed epocale, che ha consentito ai Verdi in Germania di diventare una forza politica popolare, in grado di attrarre consensi sia nei bacini conservatori che in quelli di sinistra. Quello che sta tentando di fare a livello nazionale, sotto la guida di Angelo Bonelli, il rinato partito dei Verdi italiani, che il 21 e 22 maggio aprirà a Roma la Costituente Ecologista nazionale, un cammino verso la definizione di una nuova identità “universale”.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

L’invasione degli smartphones: 7 miliardi di pezzi in 10 anni e 968 TWh di energia consumata

febbraio 28, 2017

L’invasione degli smartphones: 7 miliardi di pezzi in 10 anni e 968 TWh di energia consumata

Negli ultimi dieci anni, la produzione e lo smaltimento di smartphone hanno avuto un impatto significativo sul nostro pianeta, secondo un rapporto diffuso ieri da Greenpeace USA, all’inaugurazione del “World Mobile Congress” di Barcellona. Il rapporto “From Smart to Senseless: The Global Impact of Ten Years of Smartphones” fornisce una panoramica dell’aumento dell’uso degli smartphone [...]

Resilienza: l’Ordine degli Architetti di Roma a convegno sul rischio sismico e idrogeologico

febbraio 28, 2017

Resilienza: l’Ordine degli Architetti di Roma a convegno sul rischio sismico e idrogeologico

Prevenire con efficacia i danni provocati dai terremoti e dalle catastrofi naturali comporta un cambiamento culturale, sociale e tecnico che coinvolge le istituzioni, i cittadini, le imprese e i professionisti. Un radicale cambiamento che dall’emergenza ci deve portare alla gestione ordinaria dei rischi naturali e a progettare e realizzare città capaci di adattarsi ai cambiamenti climatici e [...]

Consiglio Ambiente UE: le associazioni ambientaliste chiedono una riforma coraggiosa dell’ETS

febbraio 28, 2017

Consiglio Ambiente UE: le associazioni ambientaliste chiedono una riforma coraggiosa dell’ETS

L’appello è arrivato alla vigilia della riunione dei Ministri dell’Ambiente della UE, in programma oggi a Bruxelles. Un appuntamento importante perché al primo punto all’ordine del giorno, è prevista la revisione dell’Emission Trading Scheme (ETS), il meccanismo europeo di scambio delle emissioni il cui obiettivo dovrebbe essere quello di far pagare gli emettitori di CO2 per [...]

Botanica: musica e scienza per raccontare la vita delle piante

febbraio 27, 2017

Botanica: musica e scienza per raccontare la vita delle piante

Aboca, Stefano Mancuso e i DeProducers tornano insieme con lo spettacolo Botanica per continuare ad unire musica e scienza e raccontare le meraviglie del mondo vegetale. Un progetto innovativo e coinvolgente che vede la consulenza scientifica di uno dei più importanti ricercatori botanici internazionali, il Prof. Mancuso, tra le massime autorità mondiali nel campo della neurobiologia [...]

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

febbraio 27, 2017

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

EVE – Electric Vehicle Energy è un progetto che nasce dalla collaborazione tra tre grandi realtà toscane, come Enegan, trader di luce e gas che opera a livello nazionale, il Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa) – realtà composta da 60 imprese hi-tech – e Dielectrik, che lavora alla progettazione e alla produzione di prototipi di generi [...]

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

febbraio 24, 2017

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

In Italia oltre la metà del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, circa 500.000 alloggi, è classificato ad elevato consumo energetico (classi E, F e G): per questo motivo le famiglie che vi abitano spendono oltre il 10% del loro reddito per elettricità e gas, a causa della bassa efficienza e di uno dei costi energetici [...]

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

febbraio 23, 2017

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

Just eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, ha dato il via ieri, nella sede istituzionale di Palazzo Marino a Milano, alla prima consegna di Ristorante Solidale, il progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana, l’organismo pastorale della Diocesi di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende