Home » Nazionali »Politiche » Esperimenti di ambientalismo universale a Milano:

Esperimenti di ambientalismo universale a Milano

maggio 6, 2011 Nazionali, Politiche

Un solo colore, nè rosso nè nero: i nuovi partiti ecologisti in Europa sono verdi – e basta. L’Italia, ancora ostaggio di una ideologizzazione troppo forte, che ha impedito al movimento ambientalista di affermarsi e di crescere, come è accaduto in altri Paesi, è invece ancora in ritardo.

Ma ora uno spiraglio che i temi universali dell’ambiente e della salute assumano, anche nel nostro Paese, una declinazione trasversale, arriva da Milano. Esperimento unico nello Stivale sono i 5 Referendum bipartisan, che si terranno insieme a quelli nazionali del 12-13 giugno e chiedono: meno traffico, meno auto, più trasporto pubblico, biciclette e rispetto del pedone; il raddoppio del verde e la limitazione del consumo di suolo agricolo; un parco nell’area dell’Expo 2015; una Milano più efficiente, più rinnovabile e meno petrolifera e fossile; una Milano città d’acqua, iniziando dai Navigli.

I 5 quesiti, promossi dall’attuale candidato della lista Milano Migliore, Edoardo Croci alcuni mesi fasono stati appoggiati da una componennete politica quantomai eterogenea, che nelle elezioni amministrative si trova divisa su quasi tutto, mentre ha trovato una convergenza proprio sui 5 SI referendari in tema di ambiente e salute, che serviranno forse a liberare i milanesi dalla rassegnazione che nulla possa cambiare.

Sui temi ambientalisti serve trasversalità affinché i risultati siano efficaci”, spiega Enrico Fedrighini, candidato nella lista Verdi Ecologisti per Milano, chiamato da Legambiente a confrontarsi, mercoledì, con gli altri avversari-amici dell’ambiente. Per la prima volta“, continua Fedrighini, ”una grande città verrà chiamata a decidere su un’idea complessiva, il popolo verrà chiamato a dire quale è la città che vorrebbe. E’ diventato un fatto civico. Anche in passato mi era sembrato naturale scegliere nell’interesse dei cittadini e sostenere la posizione sull’Ecopass scelto dalla Moratti, parte politica con riferimenti programmatici totalmenti opposti alla nostra, ma sul tema salute, vicina”.  

Distensione e soddisfazione regnano, una volta tanto, su entrambi i fronti, in un clima di serena (quanto inconsueta) sportività pre-elettrorale. “Mi fa piacere che per la prima volta a Milano, tra i soggetti segnalati da Legambiente per le prossime elezioni comunali, figuri anche la mia presenza, – interviene Edoardo Croci, promotore della lista civica Progetto Milano Migliore, l’unica che si colloca nella coalizione di centro-destra. “E’ una ulteriore riprova del fatto che l’ambiente non ha colore e il nostro modo di intendere il miglioramento ambientale come fattore di sviluppo, e non di opposizione ideologica, rappresenta una novità importante. Auspico che in questa campagna elettorale si parli di più delle proposte concrete su questi temi”.

Ma cosa vuol dire, esattamente, lavorare a una città a misura d’ambiente? Per Carlo Montalbetti, candidato nel Nuovo Polo per Milano, “Il compito è riparare questa città. Come bisogna chiudere il buco nell’ozono così dobbiamo chiudere i buchi nelle politiche ambientali che riguardano Milano per renderla più vivibile, per i nostri figli e nipoti. E i 5 referendum vanno proprio in questa direzione”.  Temi unitari dunque, che secondo Montalbetti “si sostengono con una classe politica coraggiosa, con grandi investimenti e interventi sul territorio, con il metodo del bastone e la carota, cioè con forme premiali e sanzioni. Per esempio non si capisce perché non c’è in Italia la tariffa che premia chi fa la raccolta differenziata, chi differenzia di più. Questo è un tema che riguarda tutti, non dovrebbe essere prerogativa di uno schieramento politico. Una politica ambientale vuol dire 50 mila nuovi posti di lavoro, meno smog, meno combustibile per il riscaldamento, più interventi di efficienza energetica e più risparmio per i cittadini, non è nell’interesse di tutti?”. “La politica green dev’essere la politica del buon senso”, dice Montalbetti. “Possono diventare di destra e di sinistra alcune politiche, per esempio chi pensa solo al blocco del traffico e non pensa a una politica di mobilità pubblica, chi prevede una tassa di ingresso, ma non supporta la mobilità elettrica, ma i referendum sono stati firmati da 25 mila  cittadini senza il supporto dei partiti”.

La trasformazione ecologica della città è quindi partita ed è una priorità assoluta, per tutti. “Il tema dell’ambiente - sostiene Marco Cappato, candidato nella lista Bonino Pannella – è un fatto oggettivo. Noi Radicali già venti anni fa, con il referendum contro il nucleare, avevamo portato avanti con posizioni unitarie un argomento  comune a tutti. In Italia è difficile però farlo capire perché non c’è democrazia, non c’è grande dibattito sui temi, comandano la rissa e le fazioni e lo scopo passa in secondo piano. La trasformazione ecologica della città rimane comunque una priorità assoluta e i referendum mirano a quello. Ora bisogna solo inculcare questo metodo politico ai partiti, bisogna assicurare la partecipazione, la risorsa dell’opinione pubblica è l’unica energia rinnovabile che può consentirci di realizzarla”.

Unità dunque per la salute e il benessere della cittadinanza. Una formula vincente, che ha visto in Europa la trasformazione dei Verdi (Les Verts, Die Grünen, The Greens) in movimenti di massa post-ideologici e trasversali alla società. Un fenomeno indubbiamente nuovo ed epocale, che ha consentito ai Verdi in Germania di diventare una forza politica popolare, in grado di attrarre consensi sia nei bacini conservatori che in quelli di sinistra. Quello che sta tentando di fare a livello nazionale, sotto la guida di Angelo Bonelli, il rinato partito dei Verdi italiani, che il 21 e 22 maggio aprirà a Roma la Costituente Ecologista nazionale, un cammino verso la definizione di una nuova identità “universale”.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende