Home » Bollettino Europa »Internazionali »Nazionali »Politiche »Rubriche » Ghiglia (Fratelli d’Italia): “conciliare parametri ambientali e competitività”:

Ghiglia (Fratelli d’Italia): “conciliare parametri ambientali e competitività”

Proseguono le interviste di Greenews.info ai candidati alle elezioni europee 2014, sui temi ambiente e green economy. Oggi la nostra Ilaria Donatio ha parlato con Agostino Ghiglia, ex capogruppo del Pdl in Commissione Ambiente alla Camera dei Deputati, membro della Bicamerale d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, assessore alla Ricerca, Innovazione ed Energia della Regione Piemonte e attualmente candidato al Parlamento Europeo nelle liste di Fratelli d’Italia.

D) Onorevole Ghiglia, qual è la sfida in campo ambientale che l’Assemblea Parlamentare europea che si formerà dal voto del 25 maggio  non potrà assolutamente eludere?

R) Più che un singolo obiettivo o programma, credo che la vera sfida in Europa sia fare dell’ambiente e della protezione del territorio una strategia condivisa.

D) Non è ancora così? Cosa manca per attuare, a livello di legislazione comunitaria, la cosiddetta economia verde?

R) Oramai esiste – ed è diffusa – la consapevolezza che una politica ambientale europea efficace debba fare leva sulla green economy, come strumento che genera ricchezza e progresso, pur rispettando e proteggendo l’ambiente. Il problema è la competitività: il punto critico, cioè, è che ancora si fatica a rendere i parametri  ambientali – spesso troppo rigorosi sulla carta – compatibili con le regole che le nostre imprese sono costrette a osservare se vogliono operare sul mercato globale. Guardi che è un discorso difficile e delicato ma se vogliamo un’Europa forte e competitiva, non ci possiamo permettere di tralasciare né l’attenzione per l’ambiente né quella per il mercato. Il rischio, altrimenti, è che la Cina e gli altri paesi che stanno vivendo da anni uno sviluppo velocissimo, ci penalizzi. La green economy è tutto, non è solo una fabbrica pulita che non inquina. È tutto: trasporti, agenda digitale, stili di vita. E’ una leva di sviluppo fondamentale: se l’Europa attuerà politiche trasversali in questa chiave, potremmo farcela a competere e a vincere sfida ambientale.

D) Lei pensa che una riforma della fiscalità ecologica, in base al principio “chi più inquina, più paga” possa aiutare le imprese italiane a giocare entrambe le partite (quella dell’innovazione e dello sviluppo e quella “green”)?

R) Il principio, oserei dire, è un principio di buon senso e di civiltà prima ancora che di diritto. Ma sono dell’avviso che non servirà a molto operare sconti fiscali alle imprese a fronte di una legislazione incoerente e di regole contraddittorie. Sono convinto che innanzi tutto serva una continuità legislativa che dia certezze agli operatori economici.

D) Mi dica un tema green che le sta particolarmente a cuore…

R) Nella passata Legislatura, come primo firmatario, ho presentato una proposta di legge per l’incentivazione della mobilità elettrica che prevedeva fondi pari a 140 milioni l’anno per tre anni, a partire dal 2013: 70 milioni per le infrastrutture di ricarica elettrica e per gli incentivi alla ricerca, e 70 per l’incentivazione all’acquisto delle auto. L’idea era nata dal fatto che solo in Italia, rispetto anche agli altri Paesi europei, mancava una normativa di settore che incentivasse la ricerca e l’acquisto di auto elettriche e definisse i poteri dei Comuni. Le amministrazioni locali potranno agevolare i possessori delle auto elettriche in vari modi, per esempio prevedendo dei posti ad hoc con sosta gratuita. Insieme ad altri deputati, rispondendo a bandi europei, abbiamo anche presentato un progetto di infrastrutturazione completa del Regione Piemonte che renda possibile girarla a bordo di un’auto elettrica, senza dover essere costretti a scegliere altri mezzi.

D) Come valuta la riforma della nuova PAC, la Politica Agricola Comune?

R) La politica agricola comune si scontra con un’agricoltura, a livello mondo, che diventa sempre meno competitiva per via dell’esistenza di mercati che producono a prezzi inferiori. Non siamo a favore di dazi o di barriere che proteggano l’Europa da beni o fattori di altri paesi, ma occorrono regole – per tutti – più forti. Altrimenti non sopravviveremo.

D) Dica una cosa che manca e che ritiene fondamentale premessa a politiche e regole ambientali e allo stesso tempo competitive.

R) Non ho dubbi: insieme ad altri deputati, presentai un emendamento che rendesse obbligatorio l’insegnamento dell’educazione ambientale nelle scuole. Non c’erano i soldi e non fu mai realizzato. Ma credo ancora che per operare una vera svolta, in chiave green, sia necessario investire in cultura ed educazione all’ambiente.

Ilaria Donatio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

settembre 15, 2016

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

L’efficientamento energetico del Policlicnico militare del Celio a Roma, uno dei maggiori ospedali italiani, sarà il primo atto dell’accordo di collaborazione fra ENEA e Ministero della Difesa. Il protocollo d’intesa firmato l’altro ieri a Roma dal Presidente ENEA Federico Testa e dal Sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano prevede la riqualificazione e l’efficientamento energetico di edifici [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende