Home » Nazionali »Off the Green »Politiche »Rubriche » Governo M5S-Lega: le prospettive del cambiamento di passo sulla green economy:

Governo M5S-Lega: le prospettive del cambiamento di passo sulla green economy

Venerdì 1 giugno, dopo quasi tre mesi di travaglio e un’inedita interferenza del Presidente della Repubblica – che ha rischiato di far saltare tutto – si è insediato ufficialmente il nuovo governo, espressione della maggioranza M5S-Lega emersa dalle ultime elezioni politiche e suggellata dal “contratto“ di programma raggiunto nella seconda metà di maggio.

L’esecutivo guidato dal Prof. Giuseppe Conte, al di là dell’evidente novità di portare per la prima volta al governo del Paese una forza, come il M5S, che ha da sempre l’ambiente come una delle proprie “stelle”, insieme alla Lega – più sensibile alle esigenze delle PMI, dei professionisti, degli artigiani e degli agricoltori, piuttosto che della grande industria - lascia ben sperare su un’accelerazione della “green economy”, a cui è dedicato esplicitamente un capitolo del Contratto.

Il riconoscimento stesso – nero su bianco – da parte di un esecutivo che gode di un’ampia maggioranza in Parlamento, che ci sia bisogno “di portare la questione ecologica al centro della politica” e che uno dei compiti del “Governo del Cambiamento” sia quello di “sostenere la green economy” è già un buon punto di partenza, tanto più se si tiene conto dell’ormai totale irrilevanza dei Verdi sulla scena politica nazionale e di altri tentativi velleitari e pasticciati degli ultimi anni, come quello di “Green Italia” (in cui avevamo creduto), due realtà che, nei fatti, non hanno mai saputo distaccarsi dalla sinistra e dal Pd, con l’esito che conosciamo.

Se la destra ai tempi dell’egemonia di Forza Italia non ha mai mostrato interesse ai temi ambientali (non ne ha mai capito le potenzialità economiche), la sinistra ha fatto ben peggio: ha voluto “marchiarli” come di propria competenza per poi relegarli in un cassetto o stravolgerli con operazioni di facciata che di “ecologico” avevano solo il nome del provvedimento. Basti pensare alle posizioni di Renzi e Galletti in occasione del “referendum sulle trivelle“.

Al M5S va riconosciuto il merito di aver traghettato l’ambiente al di là della destra e della sinistra, come dovrebbe essere ormai naturale nel 2018. Alla green economy non serve infatti ideologia, serve concretezza, serve il riconoscimento dell’improrogabilità delle scelte dettate dai pericoli dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici, serve la comprensione del fatto che l’economia verde, se ben impostata, genera opportunità (economiche e occupazionali) e non solo costi.

Questi principi vanno ora vanno incarnati in un’azione di governo, senza aspettare Godot… E sapere che a capo del Ministero dell’Ambiente siede ora Sergio Costa, un generale dei Carabinieri Forestali che ha combattuto contro il degrado della “Terra dei Fuochi” e che “dopo una vita trascorsa a denunciare problemi” ha dichiarato di aver intenzione di “portare soluzioni“, favorisce un certo ottimismo.

Costa ha fatto sapere di voler lavorare per ridare “centralità” al Ministero dell’Ambiente, grazie anche alla sinergia con le associazioni del territorio, i comitati e le imprese più sane. Sicuramente ha le competenze e la determinazione per poter riuscire nella missione, anche se la malafede di qualcuno, gli interessi in ballo e il rischio di un’opposizione pretestuosa da parte di chi deve recuperare, ad ogni costo, un ruolo che ha perso con le proprie mani, non gli renderanno la vita facile.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

dicembre 5, 2019

“De Ruina Terrae”: in mostra a Bologna immagini di devastazione del Pianeta

Un racconto per immagini su un mondo surriscaldato dalle emissioni nocive,  invaso dalla plastica e dalla sporcizia, dove l’habitat naturale di animali e piante viene bruciato ed annientato.  Una storia che prende il nome di “De Ruina Terrae. L’impatto dell’uomo sulla natura” e che sarà possibile ripercorrere dal 5 (inaugurazione alle ore 19,00) al 7 [...]

Green Jobs: in libreria la nuova guida di Tessa Gelisio e Marco Gisotti

dicembre 5, 2019

Green Jobs: in libreria la nuova guida di Tessa Gelisio e Marco Gisotti

Quali sono le 100 professioni più richieste, oggi, in Italia? La risposta è nella nuovissima guida “100 green jobs per trovare lavoro”, firmata da Tessa Gelisio e Marco Gisotti – già autori nel 2008 della “Guida ai Green Jobs” – per Edizioni Ambiente (384 pagg. 18 euro), disponibile nelle librerie fisiche e digitali dal 21 novembre 2019: un vademecum per [...]

Ricerca AXA: cambiamento climatico prima preoccupazione per tre italiani su quattro

novembre 26, 2019

Ricerca AXA: cambiamento climatico prima preoccupazione per tre italiani su quattro

Il cambiamento climatico irrompe al primo posto in cima alla lista dei temi prioritari per gli italiani. È “il problema” per tre italiani su quattro, che pensano che abbia un impatto diretto sulla propria salute e che si tratti di una sfida collettiva con impatti sulla loro vita, a livello personale. Sono alcune delle principali evidenze [...]

Canapa Expo: una vetrina a 360° su un settore in crescita costante

novembre 21, 2019

Canapa Expo: una vetrina a 360° su un settore in crescita costante

Al via venerdì 22 novembre la seconda edizione di Canapa Expo presso il Parco Esposizioni Novegro a Milano. Centinaia di espositori e professionisti da Italia, Spagna, Germania, Danimarca, Svizzera e Paesi Bassi saranno a disposizione di famiglie, appassionati, curiosi, addetti ai lavori, medici e scienziati con migliaia di prodotti, sevizi e informazione per raccontare a 360° un settore che, complessivamente, si stima in crescita, al 2025, a 146 miliardi di dollari di [...]

Ecomondo 2019 apre nel segno del “Green New Deal”

novembre 5, 2019

Ecomondo 2019 apre nel segno del “Green New Deal”

Perché si realizzi davvero un Green New Deal serve cambiare marcia, in tutto il mondo. Sarà questo il messaggio diffuso alla Fiera di Rimini, dove Italian Exhibition Group, dal 5 all’8 novembre, organizza Ecomondo 2019 la grande piattaforma fieristica dedicata alla circular economy, affiancata da Key Energy il salone delle energie rinnovabili, dal biennale Sal.Ve. salone [...]

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

settembre 18, 2019

Ricerca PoliMI: con l’auto elettrica si risparmiano 12.000 euro in 10 anni

Il costo di utilizzo è uno dei principali fattori di convenienza nell’usare un’auto elettrica, da preferire a una con motore a scoppio, benzina o Diesel. Questo è solo uno degli aspetti che emerge dallo Smart Mobility Report 2019, l’analisi che l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano ha dedicato alla mobilità elettrica e che sarà presentata nella [...]

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

giugno 14, 2019

Armadio Verde lancia il “recommerce” anche per l’abbigliamento maschile

Ad un anno dall’introduzione della collezione femminile, Armadio Verde, il primo recommerce italiano, che permette di ridare valore ai capi di abbigliamento usati facendo leva sull’economia circolare, presenta la linea uomo, che si aggiunge agli articoli donna e bambino (i primi ad andare online nel 2015). “Armadio Verde nasce con l’obiettivo di rimettere in circolo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende