Home » Nazionali »Politiche »Smart City » Kyoto Club presenta a Roma il gruppo di lavoro Smart Cities:

Kyoto Club presenta a Roma il gruppo di lavoro Smart Cities

giugno 6, 2012 Nazionali, Politiche, Smart City

Realizzare progetti di smart city, con soluzioni innovative, per vivere le città in un modo più semplice, ecologico e sostenibile: si è parlato di questi temi nel corso del convegno organizzato dal Kyoto Club a Roma presso il Senato della Repubblica il 5 Giugno 2012, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente. L’incontro, aperto dal direttore scientifico del Kyoto Club, Gianni Silvestrini, è stato anche l’occasione per presentare il nuovo gruppo di lavoro sulle Smart Cities. A confronto due esperienze concrete di città molto diverse tra loro, ma accomunate da un desiderio di trasformazione positiva della città: Genova e Bari, che si stanno trasformando per diventare più ecologiche, efficienti e sostenibili, in senso “smart”. Genova si è appena aggiudicata un finanziamento di 6 milioni di un progetto europeo; a Bari l’approccio è diverso, e nasce dall’impegno dei cittadini. Ma che cosa significa in concreto essere “smart cities”?

Secondo Federico Butera, sociologo e professore del Politecnico di Milano, una smart city è una città “sostenibile, ovvero sobria, in cui il consumismo, progressivamente sarà bandito. Una città in grado di governare la transizione a una prosperità senza crescita.” La sobrietà diventa necessità in una prospettiva di crescita della popolazione e della dimensione delle città, per dare una prospettiva di vita decorosa e una risposta alle sfide ambientali e di utilizzo delle risorse. Non solo: una definizione di smart city deve integrare anche una “diversità, per applicare la capacità di cambiamento ai casi concreti”, per arrivare a un miglioramento della qualità della vita delle persone che vivono in città molto diverse tra loro.

“L’esigenza maggiore è quella della programmazione e pianificazione integrata – sottolinea Roberto Pagani, coordinatore del gruppo Smart City del Kyoto Club, – un atteggiamento pressoché sconosciuto alla nostra amministrazione, ma altrettanto cruciale”, perchè l’innovazione deve essere guidata dalla città. “Abbiamo bisogno di entità diverse che riescano a facilitare il rapporto pubblico-privato: non sostituendosi al pubblico, ma in grado di cogliere quelle aree di business che il pubblico non riesce a vedere e che il privato senza il pubblico non riesce a creare. E ce ne sono tante, come abbiamo visto ad esempio nel settore dell’efficienza energetica, con le Energy Service COmpany.”

Secondo Francesco Ferrante, senatore PD e vicepresidente del Kyoto Club, nella definizione su cosa è smart, è fondamentale “rispettare anche le diverse identità. Non esiste un modello di città smart che puoi usare a Siena, Milano e Palermo. Le nostre città sono bellissime, ma sono città che si sono stratificate nel tempo, per cui sono al momento poco smart. Si tratta di individuare nuove linee guida, ma la definizione di città smart deve essere individuata con procedure di maggior democrazia, caso per caso.” Si tratta quindi non solo di diventare più ecologici ed efficienti, ma di avviare un processo di modifica della governance delle nostre città, finalizzato ad “ammodernare il modo in cui le amministrazioni possono rapportarsi con i cittadini.”

Riusciranno le città italiane a trasformarsi in smart e a vincere le sfide ecologiche del futuro? “Servono innanzitutto formazione e smart citizens“, risponde Alberto Colorni, del Politecnico di Milano. Cittadini informati, capaci di chiedere ai propri governi locali una città migliore e a misura d’uomo.

Veronica Caciagli

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

ottobre 20, 2020

Buon compleanno “Ambiente”! Una parola (figlia di Galileo) che compie oggi 397 anni

Pochi sanno che la parola “Ambiente” è stata utilizzata come sostantivo per la prima volta nel trattato “Il Saggiatore” di Galileo Galilei, pubblicato il 20 ottobre 1623. Nel dettaglio al cap. 21, pag. 98, riga 4 dell’edizione originale, come visibile dall’immagine della pagina qui accanto. Dobbiamo dunque al genio italiano, fondatore della scienza moderna, la paternità [...]

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

ottobre 15, 2020

Torna il “Green Talk” della 1000Miglia Green, in diretta streaming

“Green Talk”, seconda edizione del convegno firmato 1000 Miglia Green, torna mercoledì 21 ottobre 2020 alle 10.30, in collaborazione con Symbola, Fondazione per le qualità italiane, che da diversi anni stila il rapporto italiano sulle eccellenze del settore e-mobility. Il Green Talk nasce allo scopo di approfondire le tematiche della sostenibilità, con particolare attenzione e riferimento [...]

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

ottobre 9, 2020

IMAG-E tour 2020: mobilità elettrica e solidarietà ai tempi del Covid-19

L’edizione 2020 di IMAG-E tour non poteva che prendere avvio dai messaggi per la “ripartenza” dopo l’onda lunga del lockdown: più attenzione alla salute e all’ambiente, transizione concreta alla green economy, solidarietà tra i vari settori produttivi e collaborazione tra il pubblico e il privato. Tutte missioni che oggi, grazie anche ai fondi europei previsti [...]

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende