Home » Nazionali »Off the Green »Politiche »Rubriche » L’eterno ritorno dei Galletti della “scienza”:

L’eterno ritorno dei Galletti della “scienza”

Ecco la frase magica che salva sempre tutti i Ministri e le multinazionali dell’inquinamento: “dati scientifici che provino che le trivelle fanno male alla costa non ce ne sono“. Il mito del “dato scientifico” inoppugnabile torna, questa volta, sulla bocca di Gian Luca Galletti, il commercialista divenuto Ministro dell’Ambiente alla corte dell’onnipotente Matteo Renzi. E che, con grande senso dell’opportunità e piena consapevolezza del proprio mandato, ha dichiarato ieri che non sa ancora se andrà a votare al referendum del 17 aprile, e comunque se andrà voterà no, perché “col referendum si affronta il problema delle trivelle con l’ideologia, invece io dico di affrontarlo dal punto di vista scientifico”.

Caro Galletti, chiunque abbia studiato un po’di epistemologia, un po’di Popper e Kuhn o Feyerabend (mi rendo conto che la platea di politici e “classe dirigente” rientrante in questa categoria sia molto esigua), dovrebbe aver rinunciato da tempo alla pretesa di infallibilità della scienza. Ma lo ricordo solo come nota en passant, perché il problema è ben più triviale: troppo spesso si scopre infatti, a distanza di tempo, che i dati e gli studi “scientifici” che finiscono sui tavoli dei Ministri e dei decisori politici sono commissionati da scafati lobbisti e prodotti da “scienziati” compiacenti, finanziati – direttamente o indirettamente – proprio da quelle multinazionali che mai si affiderebbero alla ricerca scientifica se già non conoscessero l’esito di un responso a loro favorevole! I casi che potremmo citare sono infiniti, dai pesticidi all’amianto, dal tabacco al riscaldamento globale.

Ma c’è anche un altro escamotage, non meno pernicioso, che i lobbisti conoscono bene e che io chiamo il “trucco del cunctator” (il temporeggiatore, in omaggio a Quinto Fabio Massimo): per poter disporre di una base dati scientifica sufficientemente ampia ed “affidabile”, per provare le “correlazioni” causa-effetto ecc. servono decenni e ogni anno di mercato in più è manna economica e finanziaria per petrolieri, aziende agrofarmaceutiche e salvatori dell’umanità vari. L’OMS e il buon senso prescrivono che si dovrebbe, in questi casi, applicare il “principio di precauzione“, ma non tutti i governanti se ne ricordano.

Ora, entrando nel merito del referendum del 17 aprile (sul quale si stanno esercitando negli ultimi giorni – più o meno consapevolmente – i sabotaggi più fantasiosi), chiedo al ministro Galletti: veramente pensa che abbiamo bisogno di dati scientifici e occupazionali per decidere se ha senso mantenere le piattaforme petrolifere entro le 12 miglia dalle nostre coste? Qui non si tratta di numeri (anche in questo caso sui posti di lavoro si è detto tutto e il contrario di tutto), ma di scegliere un modello di sviluppo per il nostro Paese. Si dovrebbe umilmente riconoscere che la decisione stessa, in passato, di autorizzare quelle trivellazioni, è stata una decisione scellerata, compiuta senza alcuna visione strategica né rispetto per la vocazione turistica ed enogastronomica che potrebbe reggere una buona fetta dell’economia italiana. Oggi siamo ancora in tempo per bloccare questo scempio e cambiare rotta, ma va fatto subito. E che siano un Partito che si autoproclama “Democratico” e un Ministro dell’Ambiente a boicottare questa consultazione pubblica è semplicemente vergognoso.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende