Home » Nazionali »Off the Green »Politiche »Rubriche » L’eterno ritorno dei Galletti della “scienza”:

L’eterno ritorno dei Galletti della “scienza”

Ecco la frase magica che salva sempre tutti i Ministri e le multinazionali dell’inquinamento: “dati scientifici che provino che le trivelle fanno male alla costa non ce ne sono“. Il mito del “dato scientifico” inoppugnabile torna, questa volta, sulla bocca di Gian Luca Galletti, il commercialista divenuto Ministro dell’Ambiente alla corte dell’onnipotente Matteo Renzi. E che, con grande senso dell’opportunità e piena consapevolezza del proprio mandato, ha dichiarato ieri che non sa ancora se andrà a votare al referendum del 17 aprile, e comunque se andrà voterà no, perché “col referendum si affronta il problema delle trivelle con l’ideologia, invece io dico di affrontarlo dal punto di vista scientifico”.

Caro Galletti, chiunque abbia studiato un po’di epistemologia, un po’di Popper e Kuhn o Feyerabend (mi rendo conto che la platea di politici e “classe dirigente” rientrante in questa categoria sia molto esigua), dovrebbe aver rinunciato da tempo alla pretesa di infallibilità della scienza. Ma lo ricordo solo come nota en passant, perché il problema è ben più triviale: troppo spesso si scopre infatti, a distanza di tempo, che i dati e gli studi “scientifici” che finiscono sui tavoli dei Ministri e dei decisori politici sono commissionati da scafati lobbisti e prodotti da “scienziati” compiacenti, finanziati – direttamente o indirettamente – proprio da quelle multinazionali che mai si affiderebbero alla ricerca scientifica se già non conoscessero l’esito di un responso a loro favorevole! I casi che potremmo citare sono infiniti, dai pesticidi all’amianto, dal tabacco al riscaldamento globale.

Ma c’è anche un altro escamotage, non meno pernicioso, che i lobbisti conoscono bene e che io chiamo il “trucco del cunctator” (il temporeggiatore, in omaggio a Quinto Fabio Massimo): per poter disporre di una base dati scientifica sufficientemente ampia ed “affidabile”, per provare le “correlazioni” causa-effetto ecc. servono decenni e ogni anno di mercato in più è manna economica e finanziaria per petrolieri, aziende agrofarmaceutiche e salvatori dell’umanità vari. L’OMS e il buon senso prescrivono che si dovrebbe, in questi casi, applicare il “principio di precauzione“, ma non tutti i governanti se ne ricordano.

Ora, entrando nel merito del referendum del 17 aprile (sul quale si stanno esercitando negli ultimi giorni – più o meno consapevolmente – i sabotaggi più fantasiosi), chiedo al ministro Galletti: veramente pensa che abbiamo bisogno di dati scientifici e occupazionali per decidere se ha senso mantenere le piattaforme petrolifere entro le 12 miglia dalle nostre coste? Qui non si tratta di numeri (anche in questo caso sui posti di lavoro si è detto tutto e il contrario di tutto), ma di scegliere un modello di sviluppo per il nostro Paese. Si dovrebbe umilmente riconoscere che la decisione stessa, in passato, di autorizzare quelle trivellazioni, è stata una decisione scellerata, compiuta senza alcuna visione strategica né rispetto per la vocazione turistica ed enogastronomica che potrebbe reggere una buona fetta dell’economia italiana. Oggi siamo ancora in tempo per bloccare questo scempio e cambiare rotta, ma va fatto subito. E che siano un Partito che si autoproclama “Democratico” e un Ministro dell’Ambiente a boicottare questa consultazione pubblica è semplicemente vergognoso.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

novembre 29, 2016

Treedom, alberi di Natale inconsueti per un regalo da coltivare

Treedom, la piattaforma web nata nel 2010 a Firenze, che permette a persone e aziende di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale, ha lanciato la campagna 2016 per un regalo di Natale insolito quanto utile: da oggi è on-line “We make it real”, un servizio che permetterà agli utenti di regalare a parenti e [...]

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

novembre 29, 2016

Federparchi apre ai privati. A Roma la presentazione della nuova Convenzione

Lunedi 5 dicembre 2016 presso la Sede romana di Intesa Sanpaolo, in via Del Corso, verrà firmata la Convenzione tra Federparchi, FITS! (Fondazione per l’Innovazione del Terzo Settore) e Rinnovabili.it. I tre partner si faranno promotori di un nuovo progetto dedicato al supporto di iniziative di conservazione, sviluppo e tutela del patrimonio ambientale e territoriale. L’obiettivo della Convenzione [...]

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

novembre 28, 2016

A 30 anni dalla Carta di Ottawa: il convegno di ISDE sulla “salute globale”

In occasione della ricorrenza dei 30 anni dalla Carta di Ottawa, ISDE Italia, l’Associazione Medici per l’Ambiente, ASL Sud Est Toscana e Regione Toscana organizzano il 29 novembre, nel contesto del 11° Forum Risk Management alla Fortezza da Basso di Firenze, la 6° Conferenza Nazionale sulla Salute Globale, dal titolo “Costruire una politica pubblica per la [...]

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

novembre 25, 2016

A Viareggio un laboratorio sul compost, per ridurre i rifiuti domestici

“Il cerchio del compost: riciclare per la Terra”. Si terrà sabato 26 novembre dalle 9 alle 12 a Villa Argentina a Viareggio il convegno di approfondimento di RicicLAB, il ciclo di laboratori creativi sul riuso a ingresso libero realizzato da Sea Risorse e Sea Ambiente e organizzato dallo spazio smartCO2 COworking+Community insieme ad una rete di associazioni [...]

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

novembre 25, 2016

Black Friday? No, “Buy Nothing Day” contro la deriva del consumismo selvaggio

Una nuova ricerca pubblicata ieri da Greenpeace Germania, alla vigilia del “Black Friday”, la giornata che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio e che sta diventando popolare anche in Italia – con sconti selvaggi e istigazione all’acquisto compulsivo – evidenzia le gravi conseguenze sull’ambiente dell’eccessivo consumo, in particolare di capi d’abbigliamento. “Difficile resistere [...]

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

novembre 24, 2016

Storica vittoria di Greenpeace e PAN Europe alla Corte di Giustizia UE: il segreto industriale non potrà più coprire i danni all’ambiente

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ieri mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di Giustizia questi studi rientrano infatti nell’ambito delle “informazioni sulle emissioni nell’ambiente“, [...]

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

novembre 24, 2016

Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione: Guido Barilla presenta la 7° edizione sui paradossi del cibo

Guido Barilla, Presidente della Fondazione Barilla Center for Food and Nutrition, ha incontrato ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per presentare il 7° Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione dal titolo “Mangiare Meglio, Mangiare Meno, Mangiare Tutti” che si terrà il 1° dicembre 2016, all’Università Bocconi di Milano. Un grande evento interdisciplinare per creare un [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende