Home » Bollettino Europa »Internazionali »Politiche »Rubriche » L’Europa verso Cancun, tra impegno e scetticismo:

L’Europa verso Cancun, tra impegno e scetticismo

Courtesy of Vimvicenza.itQuali azioni esterne concrete intende avviare la Commissione per ripristinare la fiducia nel processo negoziale prima e durante la Conferenza sul Clima a Cancun (per entrambi i settori oggetto di negoziato, vale a dire il secondo periodo di impegni nell’ambito del Protocollo di Kyoto 2013-2020 e l’attività di cooperazione a lungo termine fino al 2050)?”.

Non è la domanda provocatoria del solito guastafeste, ma il testo letterale dell’interrogazione avanzata dalla Commissione per l’Ambiente, la Sanità pubblica e la Sicurezza Alimentare del Parlamento Europeo, in vista della sessione plenaria di Strasburgo del 6 settembre prossimo, primo incontro dopo la pausa estiva.

Della commissione fa parte l’On. Elisabetta Gardini, che confessa il suo scetticismo sulle possibilità di successo della cosiddetta COP 16, la sedicesima Conferenza delle Parti dell’UNFCCC, la United Nations Framework Convention on Climate Change, in programma in Messico dal 29 novembre al 10 dicembre. “Prima della Conferenza di Copenhagen”, ricorda la Gardini, “partecipai ad una missione del Parlamento Europeo negli Stati Uniti, in cui incontrammo i senatori americani. Già in quell’occasione ci dissero chiaramente che il presidente Obama non avrebbe mai firmato l’accordo, perché non disponeva ancora di una legge nazionale in merito. Eppure l’opinione pubblica è stata tenuta con il fiato sospeso, in attesa di sapere se Obama avrebbe firmato o no un accordo legalmente vincolante”. “La scorsa settimana”, prosegue la Gardini nella nostra intervista del 7 luglio, “ho nuovamente incontrato a Madrid una delegazione USA e ho chiesto loro se a Cancun succederà la stessa cosa di Copenhagen. I cenni di annuizione con la testa sono stati piuttosto espliciti e non  lasciano grandi speranze. Gli americani sono invece disponibili a parlare di ricerca, di nuove tecnologie e di politche energetiche. Questi sono i temi sui quali potremmo lavorare concretamente”.

Del resto, secondo l’On. Gardini, relatrice ombra, per il Partito Popolare Europeo, della nuova IPPC, la Direttiva sulle Emissioni Industriali Inquinanti (ridiscussa e votata dal Parlamento Europeo nella seduta dell’8 luglio scorso), il discorso CO2 gode di una visibilità mediatica eccessiva ed enfatizzata, negata invece a emissioni ben più dannose per la salute e inquinanti, come la diossina e gli ossidi di azoto, di cui sono responsabili, per il 90%, le vecchie centrali a carbone.

L’Europa prosegue tuttavia il suo impegno di riduzione delle emissioni e di stimolo alle rinnovabili e al risparmio energetico, attraverso le azioni previste dall’ormai nota “Direttiva 20-20-20, come ci spiega l’On. Amalia Sartori, membro della Commissione per l’Industria, la Ricerca e l’Energia:gli spazi di riduzione delle emissioni sono enormi perchè veniamo da un periodo storico in cui il prezzo sostanzialmente a buon mercato del petrolio ha bloccato gli investimenti di ricerca sulle fonti rinnovabili, ma soprattutto che ha tollerato un grosso spreco di risorse. I margini per ottenere risparmi energetici signficativi dunque ci sono. L’Europa ha iniziato perciò un percorso che vede, ad esempio, grande attenzione verso l’efficienza energetica degli edifici, in particolare pubblici.

Ma la novità più importante, in tema di efficienza energetica, sottolinea l’On. Sartori, sembra essere la proposta del Presidente del Parlamento Europeo Jerzy Busek di costituire una “Comunità Europea dell’Energia“, sul modello della CECA (la Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio da cui nacquero poi la CEE e la UE) e delle attuali reti TEN (Trans-European Networks), che consenta di trasferire la competenza in materia di politiche energetiche dagli stati membri all’Unione Europea.

Andrea Gandiglio

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende