Home » Nazionali »Politiche »Rassegna Stampa » Lord Stern e la Prestigiacomo ospiti di “Otto e Mezzo”:

Lord Stern e la Prestigiacomo ospiti di “Otto e Mezzo”

novembre 27, 2009 Nazionali, Politiche, Rassegna Stampa

Courtesy of la7.itNella puntata di ‘Otto e mezzo’, in onda ieri sera su La7, il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha dovuto fronteggiare, in collegamento da Londra, l’ex vice-presidente della World Bank Lord Nicholas Stern, autore del rapporto sulle problematiche ambientali sconfessato pochi mesi fa dal Senato Italiano.

La discussione entra subito nel vivo: secondo Lord Stern il vertice di Copenhagen sarà “la riunione più importante dalla seconda guerra mondiale in poi” e se si raggiungerà un accordo, sarà l’inizio di un periodo economicamente dinamico”. Apprezzando la decisione del Premier Silvio Berlusconi di partecipare alla Conferenza, Stern aggiunge che “l’Italia è in una posizione per avere un grande ruolo in questa rivoluzione” dove potrà continuare ”a esprimere la sua leadership”.

La provocazione della conduttrice Lilly Gruber sull’affermazione del Presidente del Consiglio, “Parlare di emissioni in un periodo di crisi economica è come uno che ha la polmonite e pensa di fare la messa in piega”, non viene dunque raccolta, né dall’inglese, né dalla Prestigiacomo; anche se la connessione tra crisi e tematica ambientale non si esaurisce in poche battute.

La crisi economica ha costretto i vari governi ad effettuare forti tagli e questo rischia di rallentare gli sforzi in materia ambientale. In Italia i tagli derivanti dalla finanziaria di Tremonti incideranno certamente sulle politiche ambientali del Ministero, che dovrà operare delle scelte. La priorità, rassicura la Prestigiacomo, sarà la difesa del suolo, per il quale saranno stanziati 11 miliardi di euro. Ciò che urge è  ”finanziare investimenti in tecnologia” – attraverso la cooperazione – con cifre che corrispondono ad uno 0,1% del Pil mondiale. Un piccolo sforzo che permetterebbe di avviare “una nuova rivoluzione industriale”. “L’’Italia –aggiunge Stern- è in una posizione per avere un grande ruolo in questa rivoluzione: l’Italia è culla di tecnologia e di grandi imprenditori” e poi “non é altamente inquinante, si trova in una via di mezzo in Europa”.

Una via di mezzo che è tuttavia costata al nostro paese pesanti sanzioni per il mancato raggiungimento degli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto. Ma queste cifre, ci si chiede, dovranno essere effettivamente versate nelle casse dell’Unione Europea? Il Ministro Prestigiacomo aggira parzialmente la domanda ricordando che il debito che l’Italia dovrebbe pagare si è assottigliato: nella penisola, infatti, si è registrata un’inversione del trend (le emissioni non aumenterebbero più al crescere del Pil), grazie ai cospicui investimenti nel campo dell’energia pulita e della sostenibilità.

L’ultima spinosa questione resta legata alla legge (approvata due settimane prima del G8 a l’Aquila) con cui il Senato svincola il Governo dalle “teorie catastrofiste” raccolte nel Rapporto Stern del 2006. La mozione “negazionista” del Senato non sembra tuttavia scomporre il suo autore che, pur riconoscendo un valido operato del governo in materia ambientale, aggiunge, con malcelato sorriso, che le nozioni “bocciate” dal Senato godono di una base scientifica conclamata.

Ilaria Burgassi

Il video della puntata:

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

settembre 1, 2020

Mercato del gas: soluzioni più sostenibili ed efficienti per la transizione energetica. La visione di E.ON

Il gas naturale è da tempo una delle principali fonti energetiche del mondo e potrebbe ulteriormente acquisire un ruolo chiave nella “transizione energetica”, come recentemente evidenziato dal Global Gas Report 2020 di International Gas Union (IGU), BloombergNEF (BNEF) e Snam e, sul fronte italiano, dalle proiezioni dello Studio Confindustria – Nomisma Energia “Sistema gas naturale [...]

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende