Home » Nazionali »Politiche »Rubriche »Top Contributors » L’urlo dei Parchi in crisi nelle riflessioni del Gruppo di San Rossore:

L’urlo dei Parchi in crisi nelle riflessioni del Gruppo di San Rossore Top Contributors

Lo Stelvio, di cui non sappiamo bene la fine fra separazioni gestionali e commissariamenti – e del quale pare imminente il blocco in termini di capacità gestionale. I parchi regionali, che spesso non riescono, ormai, ad arrivare a fine mese. Le Aree Marine Protette, che sono letteralmente alla canna del gas.

Sono questi i mesti protagonisti degli incontri dei giorni scorsi di Pisa e al Parco di San Rossore, dove l’omonimo Gruppo di esperti nazionali ha fatto il punto sulle aree protette italiane. A partire dalle parole del primo firmatario della storica legge nazionale 394/91, l’avvocato Gianluigi Ceruti, che ha aperto i lavori del 21 settembre insieme a Renzo Moschini, coordinatore del Gruppo di San Rossore. Compatto il richiamo di entrambi all’importanza di mantenere viva l’attenzione sui parchi e discutere della loro crisi, senza cedere alle facili tentazioni di risolvere la questione con modifiche – di dubbio esito – alle normative e alle leggi. Come la recente azione presso il Senato che interessa proprio la legge 394.

La crisi dei parchi è, in realtà, segnale di una difficoltà più estesa, che riguarda il tema del governo del territorio, vera sindrome diffusa da denunciare e portare all’evidenza pubblica. Per questo il dibattito toscano ha voluto riferirsi, con chiarezza, ai concetti di suolo e di paesaggio, tentando di unire il dibattito fra questi temi, solo apparentemente indipendenti, ma uniti come due lati della stessa medaglia. Un tentativo, dunque, di portare di nuovo al centro del dibattito nazionale la profonda unità che lega i vari aspetti della gestione dei parchi, nuovamente minacciati dall’indifferenza e dall’incomprensione delle proprie dinamiche.

Anche nel confronto sui parchi regionali del 22 settembre, a Pisa, presso il Museo San Matteo,  sono emerse, in tutta la loro evidenza, le difficoltà. Con qualche esempio – per fortuna – in controtendenza, come quello del Trentino Alto Adige, che ha saputo esprimere una capacità di attività legislativa innovativa, sia riguardo al sistema delle reti di riserve naturali che a quello dei parchi fluviali.

Luigi Piccioni ha esplorato questi campi di riflessione con una ricognizione a più ampio raggio, al confine con i concetti e le ideologie della cultura dominante, soffermandosi sul peso del neoliberismo nelle visioni odierne e sulle sue ricadute nel contesto del dibattito intorno ai parchi.

Anche noi dei parchi regionali piemontesi abbiamo voluto portare un contributo: Patrizia Rossi per le Alpi Marittime e il sottoscritto per il Parco del Po e della Collina Torinese. Le difficoltà che sta affrontando attualmente il sistema piemontese necessitano infatti di un grido di allarme per sensibilizzare il pubblico e gli amministratori, ma anche di proposte concrete e di spunti per uscire da una impasse che mai ha avuto eguali nella storia del sistema regionale in Piemonte.

Ippolito Ostellino*

*Direttore dell’Ente di Gestione dei Parchi del Po e della Collina Torinese

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende