Home » Nazionali »Politiche »Rubriche »Top Contributors » L’urlo dei Parchi in crisi nelle riflessioni del Gruppo di San Rossore:

L’urlo dei Parchi in crisi nelle riflessioni del Gruppo di San Rossore Top Contributors

Lo Stelvio, di cui non sappiamo bene la fine fra separazioni gestionali e commissariamenti – e del quale pare imminente il blocco in termini di capacità gestionale. I parchi regionali, che spesso non riescono, ormai, ad arrivare a fine mese. Le Aree Marine Protette, che sono letteralmente alla canna del gas.

Sono questi i mesti protagonisti degli incontri dei giorni scorsi di Pisa e al Parco di San Rossore, dove l’omonimo Gruppo di esperti nazionali ha fatto il punto sulle aree protette italiane. A partire dalle parole del primo firmatario della storica legge nazionale 394/91, l’avvocato Gianluigi Ceruti, che ha aperto i lavori del 21 settembre insieme a Renzo Moschini, coordinatore del Gruppo di San Rossore. Compatto il richiamo di entrambi all’importanza di mantenere viva l’attenzione sui parchi e discutere della loro crisi, senza cedere alle facili tentazioni di risolvere la questione con modifiche – di dubbio esito – alle normative e alle leggi. Come la recente azione presso il Senato che interessa proprio la legge 394.

La crisi dei parchi è, in realtà, segnale di una difficoltà più estesa, che riguarda il tema del governo del territorio, vera sindrome diffusa da denunciare e portare all’evidenza pubblica. Per questo il dibattito toscano ha voluto riferirsi, con chiarezza, ai concetti di suolo e di paesaggio, tentando di unire il dibattito fra questi temi, solo apparentemente indipendenti, ma uniti come due lati della stessa medaglia. Un tentativo, dunque, di portare di nuovo al centro del dibattito nazionale la profonda unità che lega i vari aspetti della gestione dei parchi, nuovamente minacciati dall’indifferenza e dall’incomprensione delle proprie dinamiche.

Anche nel confronto sui parchi regionali del 22 settembre, a Pisa, presso il Museo San Matteo,  sono emerse, in tutta la loro evidenza, le difficoltà. Con qualche esempio – per fortuna – in controtendenza, come quello del Trentino Alto Adige, che ha saputo esprimere una capacità di attività legislativa innovativa, sia riguardo al sistema delle reti di riserve naturali che a quello dei parchi fluviali.

Luigi Piccioni ha esplorato questi campi di riflessione con una ricognizione a più ampio raggio, al confine con i concetti e le ideologie della cultura dominante, soffermandosi sul peso del neoliberismo nelle visioni odierne e sulle sue ricadute nel contesto del dibattito intorno ai parchi.

Anche noi dei parchi regionali piemontesi abbiamo voluto portare un contributo: Patrizia Rossi per le Alpi Marittime e il sottoscritto per il Parco del Po e della Collina Torinese. Le difficoltà che sta affrontando attualmente il sistema piemontese necessitano infatti di un grido di allarme per sensibilizzare il pubblico e gli amministratori, ma anche di proposte concrete e di spunti per uscire da una impasse che mai ha avuto eguali nella storia del sistema regionale in Piemonte.

Ippolito Ostellino*

*Direttore dell’Ente di Gestione dei Parchi del Po e della Collina Torinese

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

novembre 14, 2018

Bikeconomy Forum 2018: ecco come far girare l’economia su due ruote

Si svolgerà il 16 novembre, a Roma presso il Museo MAXXI, la terza edizione del Bikeconomy Forum, il più importante evento nazionale dedicato all’economia che ruota attorno alla bicicletta. Ideato dalla Fondazione Manlio Masi e Osservatorio Bikeconomy, con il Patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, del CONI e della Federazione Ciclistica Italiana, il Forum quest’anno si concentra su [...]

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

novembre 12, 2018

“Science and the Future” 2, torna al Politecnico di Torino il dibattito su cambiamenti climatici e sostenibilità

Sono trascorsi cinque anni dal convegno Internazionale “Science and the future. Impossible, likely, desirable. Economic growth and physical constraints”, che si tenne al Politecnico di Torino nell’ottobre del 2013. Quanto in questi cinque anni ci siamo avvicinati ai “futuri desiderabili” delineati allora? Oppure, al contrario, continuiamo a dirigerci a grandi passi verso quei “futuri impossibili” legati [...]

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

novembre 9, 2018

Il futuro del fotovoltaico al 2030, tra nuovi obiettivi e fine vita degli impianti

Nel mese di settembre 2018, con 2,35 miliardi di chilowattora prodotti (+14,4% rispetto a un anno fa), il fotovoltaico ha coperto l’8% della produzione elettrica nazionale con una potenza complessiva di circa 20 GW. Il parco italiano conta oggi 815.000 impianti, i quali ogni anno possono produrre circa 25 miliardi di chilowattora. Tuttavia, con la [...]

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

novembre 6, 2018

A Ecomondo 2018 gli Stati Generali della Green Economy parlano di “nuova occupazione”

Torna a Ecomondo, dal 6 al 9 novembre 2018 alla Fiera di Rimini, l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, un incontro promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Giunti alla settima edizione gli Stati Generali saranno [...]

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

ottobre 18, 2018

“I quattro elementi”, uno spettacolo teatrale sul difficile rapporto tra uomo e natura

L’associazione Music Theatre International presenta il 26 ottobre 2018, in prima nazionale al Teatro Centrale Preneste di Roma, lo spettacolo “I 4 elementi“, idea artistica di Stefania Toscano, che ne cura la parte coreografica, con drammaturgia e regia di Paola Sarcina, progetto video di Federico Spirito. La teoria dei “4 elementi” della natura costituisce il “pretesto creativo” a cui s’ispira la [...]

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

ottobre 17, 2018

ISDE: “A Medicina non si insegna la correlazione ambiente-salute”. Un convegno a Roma

Si terrà a Roma, il 19 e il 20 ottobre prossimi, un convegno organizzato dall’Ordine dei Medici di Roma e da ISDE, l’Associazione Medici per l’Ambiente, sul delicato tema ambiente e salute. I “determinanti di salute” e, in particolare, il binomio ambiente-salute sono, infatti, secondo ISDE, scarsamente considerati nei programmi di studio delle facoltà universitarie di [...]

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

ottobre 16, 2018

UNCEM e Confindustria portano a Roma la visione della montagna come “luogo di sviluppo sostenibile”

Insieme per lo sviluppo delle “Terre Alte”. Oggi, agli Stati generali della Montagna, convocati a Roma dal Ministro delle Autonomie e degli Affari Regionali Erika Stefani, UNCEM e Confindustria Belluno Dolomiti (coordinatrice della rete nazionale di “Confindustria per la Montagna”), presenteranno un documento che evidenzia la necessità di attivare sui territori sinergie tra pubblico e privato per identificare strategie e politiche coerenti a [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende