Home » Idee »Internazionali »Politiche » “Meno automobili e più mulini a vento”. Intervista a Lester Brown:

“Meno automobili e più mulini a vento”. Intervista a Lester Brown

dicembre 3, 2012 Idee, Internazionali, Politiche

Un’aula magna gremita, platea e galleria per Lester R. Brown, “Uno dei pensatori più influenti del mondo” l’ha definito il Washington Post. Con il suo passo elegante, i capelli bianchi candidi e lo sguardo veloce, Brown arriva alla Bocconi, invitato speciale del Forum Barilla, per raccontare la nuova geopolitica della scarsità di cibo: pianeta pieno, piatti vuoti. “Siamo in una morsa – racconta nel suo intervento il professore, collezionista di 15 lauree honoris causa – tra gli eccessi del passato e la scarsità delle risorse del presente. Il cibo è l’anello debole della civiltà del XXIesimo secolo, esattamente come lo fu per quella dei Sumeri, i Maya e di molte altre civiltà nate per poi scomparire”. Ecco le sue risposte a Greenews.info.

D) Professor Brown qual è la causa della scarsità alimentare che lei denuncia?

R) L’aumento dei prezzi del cibo. L’origine si può datare tra il 2007 e il 2008. Una crescita dovuta al fatto che sono diminuite le esportazioni creando panico nei paesi importatori, che hanno iniziato ad acquistare terreni o affittarli. In questa situazione il cibo è diventato il nuovo petrolio, i terreni il nuovo oro. Le cause? La popolazione mondiale aumenta ogni anno, aumenta il consumo dei cereali che vengono sempre più utilizzati per produrre carburante per automobili. Dal punto di vista dell’offerta ci sono tre vincoli. In primis la carenza d’acqua per produrre cibo. Nelle pianure cinesi, per esempio, l’irrigazione estensiva è molto diffusa cosicché le falde acquifere si stanno esaurendo e i pozzi seccando. Gli altri due vincoli sono: il cambiamento climatico e l’erosione dei terreni, effetto del fatto che abbiamo arato territori che non avremmo mai dovuto arare. Tutto questo ha un prezzo, ogni anno è difficile tenere il passo con la produzione. Se io dovessi scegliere un indicatore economico questo sarebbe “il prezzo dei cereali nel mondo”. Il progresso economico e la stabilità politica sono tutti influenzati dal prezzo del cibo.

D) Come vede il futuro?

R) Gli ambientalisti hanno parlato per lungo tempo di come salvare il pianeta, ma oggi la questione riguarda la conservazione della società medesima. La sfida consiste nell’avviarci verso un cammino di sostenibilità. Ognuno deve partecipare. Ma non basta un semplice aggiustamento dei nostri stili di vita, come usare le lampadine a basso consumo energetico, riciclare la carta, non sprecare l’acqua. Oggi bisogna diventare attivi politicamente, impegnandosi per raggiungere questi obiettivi.

D) Quali obiettivi esattamente?

R) Innanzitutto la trasformazione dell’economia energetica mondiale, prima che il vortice del cambiamento climatico non si possa più tenere sotto controllo. Di fronte a questo fantasma incombente del cambiamento climatico, che minaccia di distruggere l’agricoltura, si capisce come le politiche energetiche possano contribuire alla sicurezza alimentare più delle politiche agricole stesse.

D) E nell’immediato, com’è possibile intervenire prima che sia troppo tardi?

R) Aumentare la produttività, aiutare le famiglie a pianificare e ridurre le emissioni. Dovremmo iniziare a controllare la produttività dell’acqua. Alcuni sistemi di irrigazione sono più efficienti di altri, ma abbiamo almeno un’idea di quello che si può fare. Inoltre la pianificazione familiare è per gli Stati un costo davvero basso rispetto ai soldi che vengono spesi per la difesa e il settore militare. Infine dobbiamo muoverci rapidamente per diminuire le emissioni di carbonio: meno automobili e più mulini a vento, potrebbe essere lo slogan. Dobbiamo oggi ridefinire la sicurezza: a Washington quando si parla di sicurezza si pensa alla difesa io penso all’economia, al cambiamento climatico, alla stabilità politica e all’acqua che va a mancare. Questi sono i punti, non quelli del secolo scorso, oggi le necessità del mondo sono altre…

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende