Home » Nazionali »Politiche » “Meno di un chilometro di autostrada”. I Verdi contro il Ministero dell’Ambiente:

“Meno di un chilometro di autostrada”. I Verdi contro il Ministero dell’Ambiente

dicembre 31, 2015 Nazionali, Politiche
La riunione di Galletti ha partorito il nulla. Il Ministro dell’Ambiente continua ad essere imbarazzante e inadeguato e farebbe meglio a farsi da parte. Uno stanziamento di 12 milioni di euro è semplicemente offensivo: si tratta di una cifra che equivale, a malapena, al costo di un chilometro di autostrada. L’Italia ha bisogno di provvedimenti strutturali che si possono adottare solo con scelte economiche e infrastrutturali”. E’ Angelo Bonelli, leader dei Verdi Italiani a scagliarsi, nella forma più esplicita, contro quella che a molti è sembrata una farsa da dare in pasto ai cittadini, più che una seria riunione di coordinamento Stato-Regioni e Comuni contro lo smog.

La lotta all’inquinamento - prosegue Bonelli - e’ la più importante infrastruttura di cui l’Italia, oggi, ha bisogno. La riunione di oggi (ieri, N.d.R), per responsabilità del Ministro dell’Ambiente Galletti, è stata un’occasione perduta. Perché questo incontro non è stato convocato congiuntamente al Ministro dei Trasporti Del Rio, dell’Economia Padoan e dello Sviluppo Economico Guidi?”.

“Per affrontare l’emergenza smog – conclude Bonelli – noi Verdi chiediamo investimenti per 23 miliardi in 5 annicifra che rappresenta esattamente la metà dei danni che ogni anno subiamo per l’inquinamento - stimati dall’Agenzia Europea per l’Ambiente in 47 miliardi di euro . Con queste risorse si possono realizzare 200 km di rete tram e metro superficie, si possono acquistare 1.000 treni per i pendolari, concedere bonus trasporti nel contratto pubblico e privato a qualunque livello per i lavoratori che lasciano la macchina a casa; realizzare almeno 5 mila boschi urbani, incentivare l’acquisto di auto elettriche, l’efficientamento energetico di tutto il patrimonio edilizio, la realizzazione di vie ciclabili e finanziare la mobilità condivisa, potenziare le agenzie regionali di protezione  dell’ambiente per i controlli ambientali, a partire dalle aree industriali”.

Un attacco duro all’operato del Ministero dell’Ambiente, che non resta però isolato nel mondo ambientalista, né incentrato unicamente sulla figura di Galletti. Già alla vigilia della riunione di coordinamento romana, Roberto della SetaFrancesco Ferrante scrivevano sull’Huffington Post: “Tra le pochissime certezze di questa fine 2015 all’insegna dell’emergenza smog, una si staglia su tutte: il Ministero dell’ambiente non serve a nulla”. Dopo essere stato creato negli anni ’80 per dare spazio e peso di governo alle politiche ambientali, argomentano i fondatori di Green Italia, a proposito del dicastero oggi guidato da Galletti, “da almeno un decennio, è peggio che inutile: è dannoso, limita la possibilità di costruire per l’Italia un futuro prossimo e meno prossimo in cui l’ambiente diventi sinonimo di benessere, di vero sviluppo”.

E’ evidente, dunque, che non si tratta di una provocazione “passeggera”, a caldo, ma di una rottura storica tra i partiti ambientalisti e il Ministero, definito “un ministero di serie B. Un contentino da dare ai partiti minori o a esponenti politici di seconda e terza fila, generalmente del tutto digiuni della materia“.  Ma il punto fondamentale, secondo Della Seta e Ferrante, è che “il Ministero dell’Ambiente sempre di più rappresenta un alibi, un diversivo rispetto a politiche generali che dell’ambiente semplicemente se ne infischiano“.

Basta dunque ai proclami, agli annunci per i media, alle misure occasionali, ai provvedimenti “d’emergenza”, basta al “Renzi Show” – è la sintesi degli attacchi di queste ore – e si avviino, invece, interventi strutturali e di ampio respiro, che consentano una reale attuazione della green economy in Italia. “Renzi vuole comportarsi da quel grande modernizzatore che dice tutti i giorni di essere? – concludono Della Seta e Ferrante – Cancelli il Ministero dell’Ambiente e affidi a uno bravo, non uno preso a caso, un Ministero delle Città. L’ambiente sentitamente ringrazierebbe!”.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

settembre 15, 2016

Accordo ENEA e Ministero della Difesa per l’efficientamento degli edifici militari

L’efficientamento energetico del Policlicnico militare del Celio a Roma, uno dei maggiori ospedali italiani, sarà il primo atto dell’accordo di collaborazione fra ENEA e Ministero della Difesa. Il protocollo d’intesa firmato l’altro ieri a Roma dal Presidente ENEA Federico Testa e dal Sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano prevede la riqualificazione e l’efficientamento energetico di edifici [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende