Home » Nazionali »Politiche » Ostaggi dello smog: l’appello del WWF per provvedimenti strutturali:

Ostaggi dello smog: l’appello del WWF per provvedimenti strutturali

ottobre 20, 2017 Nazionali, Politiche

Di fronte allo sforamento di tutti i limiti degli inquinanti in molte città il WWF sottolinea come sia oltremodo necessario, ormai, che le istituzioni locali, regionali e nazionali agiscano con provvedimenti urgenti ma strutturali, non solo contingenti.

“È certamente positivo, oltreché necessario dare consigli ai cittadini e porre limiti temporanei alla mobilità – scrive in un comunicato l’associazione ambientalista - ma la vera questione è che sono anni che non ci si occupa più in modo serio di intervenire sulle fonti di inquinamento. Sappiamo bene che la responsabilità per questa situazione è del traffico su gomma, dell’uso degli inquinanti in agricoltura e degli allevamenti, delle centrali a carbone, dei riscaldamenti (anche se oggi ancora spenti, per lo più): occorre ridurre l’inquinamento proveniente da tutte queste attività, non c’è più tempo per rinvii”.

Il piano di decarbonizzazione, che il nostro Paese deve varare, potrebbe essere, secondo il WWF, una buona occasione per intervenire con una visione unica e non solo settoriale: abbattere la CO2 “killer del clima”, infatti, servirebbe anche ad eliminare contemporaneamente altri inquinanti che arrecano enormi danni diretti alla salute. “Sono decenni – prosegue la nota – che le istituzioni a tutti i livelli sembrano avere scarso interesse per il traffico urbano e lo sposatamento di persone e merci”.

Il settore della distribuzione merci ha avuto, al contrario, una quasi completa deregulation negli anni, con il rischio che le città “smart” del futuro non traggano nessuno dei possibili benefici dalla rivoluzione tecnologica, ma anzi aumentino il caos e l’inquinamento. “Dal governo alle regioni, passando per i comuni, mai come oggi le parole d’ordine devono essere visione e azione“, conclude il WWF.

Intanto a Torino, una delle città italiane in cui il problema dello smog è storicamente più grave – e dove l’altro ieri il livello di concentrazione delle polveri sottili (PM10) è schizzato a 114 microgrammi per metro cubo (più del doppio del valore limite, fissato a 50 microgrammi) – l’Assessorato all’Ambiente ha invitato i cittadini ad adottare una serie di precauzioni a tutela della propria salute. L’assessore Alberto Unia ha infatti consigliato di evitare attività fisica intensa e prolungata all’aperto – in particolare per gli anziani, i bambini e i soggetti con patologie cardiorespiratorie. L’invito è quello di rimanere il più possibile in ambienti chiusi, evitando anche di aprire porte e finestre. Qualora invece ci si debba spostare a piedi o in bicicletta, l’esortazione è a farlo per il più breve tempo possibile muovendosi lontano dalle vie più trafficate. Una situazione gravissima, in cui il cittadino è – letteralmente – ostaggio dello smog.

Per contrastare questa situazione il capoluogo piemontese ha iniziato, da alcuni mesi, a lavorare sulla diffusione della mobilità elettrica, promuovendo la crescita della rete di ricarica. Proprio a partire dal 16 ottobre, il circuito è stato infatti allargato alle 230 colonnine del car sharing privato di Bluetorino, che svilupperà progressivamente il servizio, fino a 500 unità di ricarica sul territorio cittadino.

“Un’ampia rete di punti per la ricarica – ha spiegato l’Assessore ai Trasporti e alla Viabilità, Maria Lapietra - costituisce un requisito indispensabile per favorire lo sviluppo della mobilità elettrica. Con a disposizione altre 230 colonnine in varie zone della città, i possessori di auto elettriche potranno rifornirsi in modo più facile e veloce. Torino si può oggi considerare come uno dei centri urbani del nostro Paese più attrezzati per incentivare l’uso di mezzi a basso o nullo impatto ambientale. Una condizione che, già in futuro prossimo, potrà portare benefici alla qualità dell’aria e, più in generale, a quella della vita in città.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

febbraio 21, 2019

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

Il Comitato ‘Liberi Cittadini di Certosa’ sostenuto dall’ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) e assistito e difeso dal suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, ha presentato ieri mattina alla Procura della Repubblica di Genova un dettagliato esposto che fa riferimento al potenziale rischio amianto e presenza di polveri nocive in relazione al tragico crollo del ponte del 14 agosto 2018 che, oltre [...]

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

febbraio 20, 2019

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

Le infestazioni in magazzino sono uno dei problemi che più colpisce la filiera agroalimentare italiana. Dal campo alla tavola, il danno provocato durante lo stoccaggio rischia di compromettere intere produzioni. Per risolvere questa problematica l’azienda di San Marino Bioagrotech srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, ha introdotto sul [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende