Home » Internazionali »Politiche »Rassegna Stampa » Passo corto e passo lungo per gli sherpa di Cancun in Cina:

Passo corto e passo lungo per gli sherpa di Cancun in Cina

La pagina del ChinaDaily on-line dedicata agli incontri di TianjinIl 4 ottobre si apre a Tianjin, in Cina, il quarto round di negoziati straordinari sul clima nell’ambito della Convenzione Onu sui Cambiamenti Climatici.

Cinque giorni di prove d’intesa, fino al 9 ottobre, tra i governi del mondo per tentare, in extremis, di preparare la miglior base d’accordo alla Conferenza Mondiale sui Cambiamenti Climatici (la sedicesima Conferenza delle Parti, Cop16) che si terrà a Cancun, in Messico, dal 29 novembre al 10 dicembre.

L’appuntamento cinese è un banco di prova decisivo per i delegati dei diversi Paesi, i cosiddetti “sherpa” (circa 2.500 rappresentanti di oltre 160 nazioni) che lavoreranno in parallelo su due binari distinti. Il primo gruppo (Awg-Lca) con il compito di fornire una soluzione globale a lungo termine. Il secondo gruppo (Awg-Kp) impegnato invece sulle più urgenti modifiche da attuare nel post-Kyoto, cioé oltre il 2012, con particolare attenzione agli impegni di riduzione delle emissioni di gas serra dei 37 Paesi industrializzati che hanno ratificato il Protocollo.

Nel corso dell’anno, osserva il segretario esecutivo UNFCCC, Christiana Figueres, “i governi sono stati convergenti sulla necessità di istituire un’azione per il clima globale. A Tianjin, si dovrà ridurre il numero di opzioni sul tavolo, e capire cosa è realizzabile a Cancun“.

Niente più di questo, come conferma oggi il China Daily, che smorza in partenza le aspettative titolando “No binding deal expected” (Non si attendono accordi vincolanti). Il quotidiano cinese riporta l’intervista all’alto funzionario della Commissione per le Riforme Xie Zhenhua, che conferma la volontà comune, a Tianjin, di lavorare per ”ridurre le differenze e cercare compromessi“, in vista di un futuro accordo vincolante che non arriverà comunque prima della Conferenza del 2011 in Sud Africa (Cop 17).

“Per poter mandare avanti le negoziazioni”, precisa Xie con una buona dose di realismo politico, “tutti i paesi dovrebbero adottare un atteggiamento più flessibile sui punti principali e accettare qualche compromesso per raggiungere un risultato che potrebbe non soddisfare tutti, ma che sia accettabile per tutti. Questo sarà il nostro accordo finale”. “La Cina – conclude Xie – come paese in via di sviluppo si trova ad affrontare una sfida più difficile dei paesi sviluppati nel ridurre le emissioni di gas serra, perchè il nostro paese deve spingere la creescita economica, garantire migliori condizioni di vita e proteggere l’ambiente al tempo stesso.”

I dettagli di come ottenere questo risultato verranno forniti dal Governo cinese alle aziende e alle autorità locali in occasione del prossimo piano quinquennale 2011-2015.

Redazione Greenews.info

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende