Home » Nazionali »Politiche » Per sempre. Area C, la congestion charge milanese diventa permanente:

Per sempre. Area C, la congestion charge milanese diventa permanente

aprile 3, 2013 Nazionali, Politiche

Definitiva. Per sempre Milano avrà la sua Area C. Quel contrastato, poi voluto ticket da 5 euro per entrare in auto in centro a Milano, sarà senza ripensamenti il pegno da pagare per un aria più pulita. Dopo che il consiglio comunale ha approvato il Piano di Governo del Traffico Urbano (Pgtu) è arrivato anche l’ok della giunta di Palazzo Marino, che con una delibera ha reso definitiva la congestion charge – finora in vigore a titolo sperimentale – mantenendola inalterata.

Con 26 voti favorevoli, 7 contrari e 1 astenuto l’aggiornamento del Pgtu, il documento che definisce le strategie dell’Amministrazione per rendere Milano una città sempre più sostenibile, attraverso il potenziamento del trasporto pubblico e l’incentivo all’utilizzo di forme di mobilità dolce realmente alternative all’auto. “Milano ha intrapreso la strada verso la mobilità sostenibile, verso forme di mobilità nuova, e l’ha fatto attraverso la riduzione consistente del traffico in centro e l’utilizzo trasparente delle risorse prodotte, che sono andate a potenziare il trasporto pubblico, che attualmente garantisce l’offerta maggiore nella storia della nostra città”, ha dichiarato l’Assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran.
“Nel piano viene indicato con chiarezza che, se lo sforzo degli ultimi dieci anni è stato quello di concentrarsi sulla mobilità automobilistica la città ha oggi un nuovo obiettivo: tutelare pedoni e ciclisti. E questo sarà evidenziato in tutte le scelte progettuali dei prossimi mesi e anni. “Adesso, anche attraverso la redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), ci si confronterà sia per apportare eventuali modifiche ad Area C sia per progettare nuove iniziative, che ci permettano di raggiungere l’obiettivo che Milano ha, come ogni grande città europea, di ridurre ulteriormente il traffico e di migliorare sempre più qualità della vita ed efficienza della città”, ha concluso Maran.

In questo primo anno, rispetto allo stesso periodo del 2011, l’Area C ha ridotto il traffico del 30,7% e il numero totale in centro degli incidenti con feriti del 26,3% (del 23,8 % il numero generale di incidenti), ha permesso di aumentare la velocità commerciale e la regolarità del trasporto pubblico di superficie: l’incremento della velocità commerciale risulta mediamente del 4,9% per gli autobus e del 3,1% per i tram (con punte rispettivamente di +7,4% e +4,3% tra le 10 e le 12 del mattino). In questo primo anno, inoltre, il numero dei veicoli a basso impatto ambientale entrati nella Cerchia dei Bastioni è aumentato del 6,1% (rispetto alla settimana prima dell’entrata in vigore di Area C a gennaio 2012), passando dal 9,6% al 16,6% del totale dei veicoli in ingresso.

Anche dal punto di vista delle emissioni inquinanti, il confronto tra il 2012 e il 2011, evidenzia un’effettiva riduzione sulle medie giornaliere: -10% di Pm10 allo scarico, -18% di Pm10 totale, -42% di ammoniaca, -18% di ossidi totali di azoto e -35% di anidride carbonica. La riduzione si conferma, poi, anche per quel che riguarda le concentrazioni in atmosfera di Black Carbon, che all’interno della Cerchia dei Bastioni sono inferiori del 47% rispetto all’esterno. Il Black Carbon, inquinante primario emesso dallo scarico dei veicoli, è un indicatore degli effetti sanitari derivanti dal traffico veicolare riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dalla comunità scientifica internazionale.

L’altro passo importante della Giunta Pisapia è il nuovo Piano Urbano dei Parcheggi (PUP). Le “ferite della città”, furono definite le scelte sui posteggi dell’ultimo disegno generale di Gabriele Albertini. Ora dopo otto anni la svolta. “Il riesame del PUP deve contemperare le necessità effettive di parcheggi in città, l’elevato impatto sociale che la loro costruzione ha sulla vita dei cittadini, insieme a un’attenta tutela archeologica, ambientale e architettonica del territorio”, ha dichiarato la vicesindaco e Assessore all’Urbanistica Ada Lucia De Cesaris. Si darà il via a un iter che durerà almeno un anno. Perché prima di scrivere il nuovo piano Palazzo Marino dovrà fotografare la realtà. Partirà da quella che, in gergo tecnico, si chiama “valutazione di impatto strategico”: uno studio per misurare i flussi di traffico e il bisogno di posti auto, capire se i posteggi esistenti funzionino, se ne servano altri e dove, e se sarà necessario rivedere anche le tariffe.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende