Home » Bollettino Europa »Internazionali »Politiche »Rubriche » Politica estera UE: Bruxelles vara una strategia comune per l’energia:

Politica estera UE: Bruxelles vara una strategia comune per l’energia

Lo scorso 7 settembre la Commissione Europea ha adottato una Comunicazione sulla sicurezza dell’approvvigionamento energetico e sulla cooperazione internazionale, stabilendo per la prima volta una strategia globale per le relazioni esterne dell’UE in ambito energetico. Alla base dell’approccio presentato dalla Commissione c’è un migliore coordinamento fra gli Stati membri dell’Unione per identificare e attuare priorità chiare in tema di politica energetica estera. Un elemento che è apparso evidente anche nelle parole di Günther Oettinger, Commissario responsabile per l’Energia: “negli ultimi anni – ha dichiarato Oettinger – la politica energetica Europea ha compiuto veri progressi. L’UE deve ora estendere i successi del proprio ampio mercato interno dell’energia oltre le sue frontiere per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento energetico ai Paesi membri e per stimolare partenariati internazionali in questo settore. La Commissione ha proposto un approccio coerente alle relazioni con i Paesi terzi in ambito energetico. A questo fine è necessario migliorare il coordinamento interno affinché l’UE e i suoi Stati membri agiscano e si esprimano con una sola voce”.

Oltre alla Comunicazione, la Commissione ha proposto una decisione per istituire un meccanismo di scambio di informazioni relative agli accordi intergovernativi nel settore energetico fra Stati membri e Paesi terzi. Questo meccanismo amplierà e integrerà la procedura di notifica, già applicabile oggi agli accordi nell’ambito dell’approvvigionamento di gas, a tutte le forme di energia, costituendo inoltre uno strumento per lo scambio di informazioni a livello Comunitario. La finalità è quella di rafforzare la posizione negoziale degli Stati membri nei confronti dei Paesi terzi, garantendo nel contempo la sicurezza dell’approvvigionamento, il corretto funzionamento del mercato interno e la certezza giuridica degli investimenti.

Il settore dell’approvvigionamento energetico per i Paesi dell’UE è un ambito sempre più decisivo e delicato, che necessita di un opportuno coordinamento interno nonché di una posizione forte e decisa al di fuori dell’Unione. La quota di energia importata nell’UE (attualmente l’80% del petrolio e oltre il 60% del gas) continua infatti a crescere, nonostante le politiche di risparmio energetico e lo sviluppo delle rinnovabili. Le decisioni e gli accordi internazionali con i Paesi terzi esercitano dunque un impatto significativo sullo sviluppo delle infrastrutture e sull’approvvigionamento del continente nel suo complesso. Fondamentali stanno anche divenendo le relazioni con i paesi di transito (e non solo con i produttori di energia), mentre nuovi modelli di domanda e offerta sui mercati e una crescente competizione per le risorse rendono necessario giocare la carta del “valore aggiunto” dell’UE come player nelle relazioni esterne mondiali del settore energetico.

In linea con la strategia Europa 2020, la Comunicazione elaborata si propone di rafforzare la dimensione esterna della politica energetica comunitaria, aumentando la trasparenza fra gli Stati membri dell’UE, rafforzando la cooperazione in seno alle organizzazioni internazionali e sviluppando partenariati energetici globali con i paesi partner di rilievo. La strategia elenca, a questo proposito, 43 azioni concrete, tra cui la negoziazione comune dell’accordo con l’Azerbaigian e il Turkmenistan sul gasdotto transcaspico, o il tema dell’energia nucleare, che prevede la promozione di norme giuridicamente vincolanti, a livello internazionale, in materia di sicurezza nucleare, anche in sede di AIEA, l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, e l’impegno a estendere le valutazioni di sicurezza nucleare anche ai paesi limitrofi dell’UE.

Il 13 settembre è stata inoltre approvata, dal Parlamento di Strasburgo, una risoluzione riguardante le imprese che vogliano realizzare trivellazioni offshore nei mari europei. A seguito dei noti incidenti internazionali, si è deciso che gli interessati dovranno presentare adeguati piani di emergenza e dimostrare di avere fondi sufficienti per rimborsare eventuali danni ambientali. In caso contrario, le competenti autorità nazionali non autorizzeranno le perforazioni in alto mare. Secondo l’autore della relazione, il deputato britannico Vicky Ford, “i giacimenti offshore sono cruciali per il fabbisogno energetico dell’Europa”, però “ogni operazione dovrebbe essere permessa solo quando si è sicuri che i rischi connessi possano essere controllati”. La politica energetica comune dell’UE si prepara dunque, finalmente, ad essere anche una politica ambientale.

Donatella Scatamacchia

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

gennaio 12, 2017

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

Un’edizione “ad alto grado di innovazione” per Klimahouse 2017, fiera di riferimento internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, in programma a Fiera Bolzano dal 26 al 29 gennaio. Formula vincente di Klimahouse è l’ormai calibrato mix tra uno spazio espositivo, dedicato alle novità di prodotto proposte da 450 selezionate aziende di settore [...]

Artico, Inuit e cambiamenti climatici. Una mostra fotografica a Venezia

gennaio 12, 2017

Artico, Inuit e cambiamenti climatici. Una mostra fotografica a Venezia

La difesa di uno degli ultimi ambienti naturali non ancora sfruttati dall’uomo, il pericolo imminente del riscaldamento globale, la sensibilizzazione verso i temi della sostenibilità ambientale e del cambiamento climatico, la dialettica tra natura e civiltà. Sono questi gli argomenti attorno cui ruota la mostra “Artico. Ultima frontiera” in programma dal 15 gennaio al 2 aprile 2017 [...]

Energia 100% pulita per le società pubbliche del servizio idrico lombardo

gennaio 11, 2017

Energia 100% pulita per le società pubbliche del servizio idrico lombardo

Dal 1° gennaio 2017 le aziende pubbliche del servizio idrico lombardo, che nei mesi scorsi avevano emesso una gara congiunta per la fornitura di energia elettrica, si riforniscono solo più con energia prodotta da fonti rinnovabili. L’opzione “verde”, che impegna il fornitore a consegnare energia al 100% ottenuta da fonti rinnovabili certificate, consentirà di evitare l’immissione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende