Home » Bollettino Europa »Internazionali »Politiche »Rubriche » Politica estera UE: Bruxelles vara una strategia comune per l’energia:

Politica estera UE: Bruxelles vara una strategia comune per l’energia

Lo scorso 7 settembre la Commissione Europea ha adottato una Comunicazione sulla sicurezza dell’approvvigionamento energetico e sulla cooperazione internazionale, stabilendo per la prima volta una strategia globale per le relazioni esterne dell’UE in ambito energetico. Alla base dell’approccio presentato dalla Commissione c’è un migliore coordinamento fra gli Stati membri dell’Unione per identificare e attuare priorità chiare in tema di politica energetica estera. Un elemento che è apparso evidente anche nelle parole di Günther Oettinger, Commissario responsabile per l’Energia: “negli ultimi anni – ha dichiarato Oettinger – la politica energetica Europea ha compiuto veri progressi. L’UE deve ora estendere i successi del proprio ampio mercato interno dell’energia oltre le sue frontiere per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento energetico ai Paesi membri e per stimolare partenariati internazionali in questo settore. La Commissione ha proposto un approccio coerente alle relazioni con i Paesi terzi in ambito energetico. A questo fine è necessario migliorare il coordinamento interno affinché l’UE e i suoi Stati membri agiscano e si esprimano con una sola voce”.

Oltre alla Comunicazione, la Commissione ha proposto una decisione per istituire un meccanismo di scambio di informazioni relative agli accordi intergovernativi nel settore energetico fra Stati membri e Paesi terzi. Questo meccanismo amplierà e integrerà la procedura di notifica, già applicabile oggi agli accordi nell’ambito dell’approvvigionamento di gas, a tutte le forme di energia, costituendo inoltre uno strumento per lo scambio di informazioni a livello Comunitario. La finalità è quella di rafforzare la posizione negoziale degli Stati membri nei confronti dei Paesi terzi, garantendo nel contempo la sicurezza dell’approvvigionamento, il corretto funzionamento del mercato interno e la certezza giuridica degli investimenti.

Il settore dell’approvvigionamento energetico per i Paesi dell’UE è un ambito sempre più decisivo e delicato, che necessita di un opportuno coordinamento interno nonché di una posizione forte e decisa al di fuori dell’Unione. La quota di energia importata nell’UE (attualmente l’80% del petrolio e oltre il 60% del gas) continua infatti a crescere, nonostante le politiche di risparmio energetico e lo sviluppo delle rinnovabili. Le decisioni e gli accordi internazionali con i Paesi terzi esercitano dunque un impatto significativo sullo sviluppo delle infrastrutture e sull’approvvigionamento del continente nel suo complesso. Fondamentali stanno anche divenendo le relazioni con i paesi di transito (e non solo con i produttori di energia), mentre nuovi modelli di domanda e offerta sui mercati e una crescente competizione per le risorse rendono necessario giocare la carta del “valore aggiunto” dell’UE come player nelle relazioni esterne mondiali del settore energetico.

In linea con la strategia Europa 2020, la Comunicazione elaborata si propone di rafforzare la dimensione esterna della politica energetica comunitaria, aumentando la trasparenza fra gli Stati membri dell’UE, rafforzando la cooperazione in seno alle organizzazioni internazionali e sviluppando partenariati energetici globali con i paesi partner di rilievo. La strategia elenca, a questo proposito, 43 azioni concrete, tra cui la negoziazione comune dell’accordo con l’Azerbaigian e il Turkmenistan sul gasdotto transcaspico, o il tema dell’energia nucleare, che prevede la promozione di norme giuridicamente vincolanti, a livello internazionale, in materia di sicurezza nucleare, anche in sede di AIEA, l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, e l’impegno a estendere le valutazioni di sicurezza nucleare anche ai paesi limitrofi dell’UE.

Il 13 settembre è stata inoltre approvata, dal Parlamento di Strasburgo, una risoluzione riguardante le imprese che vogliano realizzare trivellazioni offshore nei mari europei. A seguito dei noti incidenti internazionali, si è deciso che gli interessati dovranno presentare adeguati piani di emergenza e dimostrare di avere fondi sufficienti per rimborsare eventuali danni ambientali. In caso contrario, le competenti autorità nazionali non autorizzeranno le perforazioni in alto mare. Secondo l’autore della relazione, il deputato britannico Vicky Ford, “i giacimenti offshore sono cruciali per il fabbisogno energetico dell’Europa”, però “ogni operazione dovrebbe essere permessa solo quando si è sicuri che i rischi connessi possano essere controllati”. La politica energetica comune dell’UE si prepara dunque, finalmente, ad essere anche una politica ambientale.

Donatella Scatamacchia

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Botanica: musica e scienza per raccontare la vita delle piante

febbraio 27, 2017

Botanica: musica e scienza per raccontare la vita delle piante

Aboca, Stefano Mancuso e i DeProducers tornano insieme con lo spettacolo Botanica per continuare ad unire musica e scienza e raccontare le meraviglie del mondo vegetale. Un progetto innovativo e coinvolgente che vede la consulenza scientifica di uno dei più importanti ricercatori botanici internazionali, il Prof. Mancuso, tra le massime autorità mondiali nel campo della neurobiologia [...]

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

febbraio 27, 2017

Progetto EVE: 325 colonnine di ricarica elettrica per la Toscana

EVE – Electric Vehicle Energy è un progetto che nasce dalla collaborazione tra tre grandi realtà toscane, come Enegan, trader di luce e gas che opera a livello nazionale, il Polo Tecnologico di Navacchio (Pisa) – realtà composta da 60 imprese hi-tech – e Dielectrik, che lavora alla progettazione e alla produzione di prototipi di generi [...]

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

febbraio 24, 2017

Officinae Verdi e Manni Group lanciano GMH4.0, soluzione per il “green social housing”

In Italia oltre la metà del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, circa 500.000 alloggi, è classificato ad elevato consumo energetico (classi E, F e G): per questo motivo le famiglie che vi abitano spendono oltre il 10% del loro reddito per elettricità e gas, a causa della bassa efficienza e di uno dei costi energetici [...]

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

febbraio 23, 2017

Ristorante Solidale: al via la prima consegna (in bicicletta) anti-spreco

Just eat, azienda leader nel mercato dei servizi per ordinare pranzo e cena a domicilio, ha dato il via ieri, nella sede istituzionale di Palazzo Marino a Milano, alla prima consegna di Ristorante Solidale, il progetto di food delivery solidale patrocinato dal Comune di Milano e sviluppato in collaborazione con Caritas Ambrosiana, l’organismo pastorale della Diocesi di [...]

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

febbraio 23, 2017

GSVC: a Milano la sfida tra start up a impatto sociale e ambientale

Tecnologie e progetti innovativi a forte impatto sociale o ambientale. Queste le soluzioni social venture per un’economia sostenibile, presentate in occasione della nona edizione italiana della Global Social Venture Competition (GSVC), premio internazionale ideato dall’Università di Berkeley (Usa) per favorire e sviluppare le idee imprenditoriali destinate a questo settore. L’evento, ospitato presso il Centro Convegni [...]

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

febbraio 23, 2017

“Un caffè? No, un abbonamento, grazie”. L’iniziativa di Bicincittà per M’illumino di Meno 2017

Bicincittà, il più esteso network di bike sharing italiano (con oltre 110 comuni serviti) aderisce anche quest’anno alla campagna M’Illumino di Meno di Caterpillar-RAI Radio 2, in programma per venerdì 24 febbraio. BicinCittà, per questa edizione, ha  pensato  ad  un’originale  iniziativa  collaterale per sostenere in maniera più efficace la campagna: l’abbonamento sospeso. Così come a Napoli è [...]

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende